Home page

News

 

 

06/04/08 - L'Atletico Ct. conclude con un pari e arriva a 61 punti. L'Atletico mette la parola fine a questo campionato concludendo la stagione con un pareggio, che la permette di concludere il campionato prima in classifica raggiungendo quota 61 punti. L'Atletico Catania di questa stagione verrà sicuramente ricordato, specie perchè dopo 14 anni di storia è stata raggiunta una promozione, la prima, che anche se arrivata in un campionato dilettantistico poco importa, la gioia di vincere un campionato non ha categorie. Una stagione dove ha prevalso la tenacia di una società sempre presente e disposta a fare sacrifici economici, una stagione dove ha prevalso l'attaccamento alla maglia di alcuni giocatori, sempre disponibili a dare l'anima. La Tifoseria ringrazia coloro che hanno contribuito a questa rinascita, e si augurano un futuro migliore, cominciando a scalare categorie. La partita di oggi priva di stimoli, ha visto comunque prevalere la formazione atletista per ben 70 minuti, dopo di che è uscito fuori il Francofonte che all'88 perveniva al pareggio su rigore, ma andiamo alla cronaca. L'Atletico schiera in campo tra i pali Bonomo, difesa a 4 con Bonanno, Leonardi, Aliquò e Costanzo, centrocampo a 5 con Salamanca, Lo Bue, Finocchiaro, Manna e Coriolano e in avanti il solo Valenti. Atletico Catania che parte forte in avanti, e al 10' la punizione calciata da Coriolano si stampa sulla traversa, complice una deviazione della barriera. Qualche minuto più tardi ancora Coriolano ci prova da 25 metri, ma il portiere riesce a deviare in corner. Ancora Coriolano al 25' calcia un perfetto calcio di punizione che fa la barba al palo. Al 36' ci prova Valenti dalla distanza ma il suo tiro centrale viene bloccato in due tempi dal portiere. Al 40' lancio di Coriolano a smarcare Lo Bue che crossa per lo smarcato Valenti e solo davanti al portiere deposita in rete!!! Atletico Catania 1 - Francofonte 0. Finisce il primo tempo tra gli applausi del pubblico. La ripresa comincia sempre con l'Atletico in avanti, ma la stanchezza di un primo tempo giocato ad alti ritmi si comincia a sentire, e molti passaggi risultano imprecisi. L'unica occasione pericolosa capita sui piedi di Finocchiaro, al 65' che smarcato da Valenti da posizione defilata non riesce ad angolare il suo tiro che si perde sull'esterno della rete. Entrano Bellopepe al posto di Leonardi e Dagnino al posto di Salamanca. Al 70' comincia a salire in cattedra il Francofonte che si rende pericoloso in molte occasioni, ci prova dalla distanza il n.7 ma il bravo Bonomo dice di no, deviando il pallonetto in corner. Al 75' corner per il Francofonte e da due passi l'attaccante non riesce ad insaccare in rete. All'80 esce Bonomo per Lo Presti. All'88 l'attaccante del Francofonte entra in area e viene atterrato da Bellopepe, l'arbitro stavolta concede il penalty. Dagli undici metri l'attaccante ospite non sbaglia!! Atletico Catania 1 - Francofonte 1. Al 92' l'Atletico potrebbe riportarsi in vantaggio ma il tiro al volo di Costanzo viene tolto dall'incrocio dal portiere ospite. Finisce così 1 a 1 e spazio all'invasione pacifica dei tifosi per accaparrarsi la maglietta dei giocatori. Si conclude così questa stagione, con l'Atletico Catania che l'anno prossimo disputerà il campionato di Promozione. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

30/03/08 - L'Atletico Ct. affonda anche la Sales. Dopo la certezza matematica della promozione, l'Atletico onora il proprio campionato affossando la Sales, battendola per 3 reti ad 1. L'Atletico Catania priva dello squalificato Canini e degli infortunati Galvagna, Noto, Pecorini e Palazzolo scendeva in campo con una formazione rimaneggiata, ma gli undici scesi in campo non hanno certo fatto rimpiangere l'assenza dei big. Mister Pecorino schierava oggi un 4-5-1; tra i pali Bonomo, in difesa Aliquò, Bonanno, Leonardi e Costanzo, a centrocampo Lo Bue, Coriolano, Finocchiaro, Borbone e Manna, in attacco il solo Valenti. L'incontro parte con le due squadre che si studiano a centrocampo, ma la partita la fa l'Atletico. Per aspettare la prima azione pericolosa si deve aspettare il 16' quando Costanzo in area, da posizione defilata lascia partire un tiro che si perde alto sopra la traversa. Al 25' Punizione battuta da Manna a centrocampo, pallone che arriva ad Aliquò che crossa in mezzo all'area e colpo di testa di Valenti che si stampa sulla traversa, ribattuta di Lo Bue e nuovamente traversa, la palla ritorna a Valenti che stavolta insacca l'1 a 0!!! Azione rocambolesca ma che vale lo 0 a 1 per l'Atletico. La Sales non ci sta e tenta di rendersi pericolosa con lanci lunghi, ma senza impensierire l'estremo difensore Bonomo. Al 36' Borbone ci prova dalla lunga distanza ma il portiere locale blocca il pallone in due tempi. Finisce così uno scialbo primo tempo. Sales 0 - Atletico Catania 1. La ripresa è più vivace, e la Sales entra in campo più determinata. Esce Borbone per Vigliansi. Al 50' calcio di punizione per la Sales che si perde di poco alto. Al 56' lancio di Coriolano per Valenti, che viene atterrato in area, l'arbitro decide di non concedere la massima punizione e fa cenno a Valenti di rialzarsi, tra le proteste del pubblico di fede atletista. Esce Lo Bue ed entra Dagnino. Al 60' però altro lancio in profondità per Valenti, papera del portiere che si lascia sfuggire il pallone dalle mani e commette fallo su Valenti che viene trattenuto per la maglia. Calcio di Rigore!! Dagli undici metri va lo stesso Valenti che sigla lo 0 a 2!!! Passano pochi minuti e al 69' Valenti scambia un pallone con Coriolano a centrocampo, scatto in profondità di Valenti e tocco vincente che si insacca in rete, per lo 0 a 3!! E Valenti può così festeggiare la sua prima Tripletta in campionato!! Salendo a quota 10 gol. Esce il portiere Bonomo per dare spazio al debuttante Lo Presti. Al 75' sugli sviluppi di un corner la palla arriva sui piedi di Viglianesi che lascia partire un tiro che si perde di poco a lato. All'83' Calcio di punizione della Sales da parte di Garofalo che colpisce la traversa. All'89' altra punizione per la Sales che coglie il palo e dopo una serie di ribattute palla che finisce in rete. 1 a 3!! Dopo 3 minuti di recupero finisce la partita, Sales 1 - Atletico Catania 3. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

16/03/08 - L'Atletico Catania .......... in Promozione. L'Atletico Catania raggiunge con due turni di anticipo il salto di categoria, vincendo sul comunale di Gravina 1 - 0 contro il Paternò. La formazione atletista, allenata dal mister Gaetano Pecorino, ha dominato il girone F di Prima Categoria per tutta la stagione; è stata sicuramente la squadra che ha avuto più continuità di risultati, meritando per il gioco espresso in campo il salto in Promozione. Grande festa sulle tribune da parte dei sostenitori atletisti che hanno per 90' minuti incitato la propria squadra del cuore. In campo spiccava uno striscione "96/97 Savoia ! - 97/98 Terni ! - 07-08 Gravina ! - Niente è Cambiato !", questo striscione è sicuramente una chiara testimonianza del grande amore e passione che lega l'Atletico Catania ai propri sostenitori, la "fede" calcistica non ha categorie. Un grosso ringraziamento va sicuramente al mister e a tutti i giocatori, ma soprattutto alla società; al presidente Crisafi e ai vice presidenti Scardaci e Borbone. Per l' Atletico Catania si tratta della sua "storica" prima promozione dal 1994, anno in cui ritornò a Catania dopo una parentesi di qualche anno a Lentini. Sulle tribune del "Matteotti" di Gravina spiccava sicuramente la presenza dell'ex presidente Franco Proto, insieme ad alcuni dei suoi ex collaboratori ai tempi della serie C1. Adesso tutti si chiedono, semplice presenza ad un giorno di festa per testimoniare il proprio senso di appartenenza, o l'ex presidente Franco Proto sta maturando un clamoroso ritorno ?

 

16/03/08 - Missione Compiuta ! Atletico in PROMOZIONE ! Missione compiuta per l'Atletico Catania che raggiunge la Promozione con due turni d'anticipo. Una stagione travagliata ma sempre dominata per gli undici di mister Pecorino che nell'arco del campionato ha sempre giocato un buon calcio ritrovandosi per gran parte della stagione sempre in cima alla classifica. L'Atletico raggiunge così la sua prima storica promozione, dal 1994, esattamente dopo 14 anni. Il Giorno che tutti i tifosi si aspettavano, e che da 14 anni inseguono. Oggi sulle Tribune del "Matteotti" di Gravina i tifosi hanno incitato la propria squadra per novanta minuti senza mai mollare, e spiccava uno striscione "96-97 Savoia! 97-98 Terni! 07-08 Gravina! Niente è Cambiato!", e proprio nulla è cambiato perchè dentro il cuore dei tifosi atletisti c'è sempre una passione che li accomuna, l'Atletico Catania, o in serie A o in 3° Categoria, poco importa purchè esista il nome Atletico Catania. Oggi l'Atletico sapeva di non poter sbagliare, e un applauso va pure ai giocatori scesi in campo e non, che hanno creduto durante l'arco della stagione a questa storica promozione. L'Atletico Catania contro il Paternò scendeva in campo con un 4-4-2, dove vi era tra i pali Noto, in difesa Salamanca, Bonanno, Leonardi e Finocchiaro, a centrocampo Galvagna, Manna, Coriolano e Canini, in attacco Pecorini e Valenti. L'Atletico parte forte e incitato dai cori e dal colore dei suoi tifosi cerca di imprimere il suo possesso sin dalle prime battute iniziali. Al 10' azione in percussione di Manna, che da trenta metri lascia partire un tiro che si insacca sotto l'incrocio dei pali. Gol ! è l'1 a 0!!! Ed esplode la gioia della tribuna, con Manna che va ad esultare proprio sotto i suoi tifosi. Qualche minuto più tardi ci prova Galvagna, che con un tiro al volo si perde alto sopra la traversa. Il Paternò soffre il gioco dell'Atletico, e subisce sempre azioni di rimessa, con lanci di Coriolano per i compagni, che spesso si fanno pescare in fuorigioco. Al 25' calcio di punizione in 2 in area, il tiro di Coriolano finisce però sopra la traversa. Il primo tempo non offre più emozioni, ma l'intervallo ne da sicuramente tante ai suoi tifosi con l'arrivo dell'ex-presidente Franco Proto. Finisce il primo tempo Atletico Catania 1 - Real Paternò 0. Nell'intervallo spazio alle interviste da parte di un emittente regionale, (antenna sicilia) ai tifosi e all'ex-presidente Franco Proto. L'Atletico Catania nella ripresa subisce gli ospiti, che vanno alla ricerca del pareggio, con lanci lunghi che Noto però blocca in ogni circostanza. Al 56' cross di Coriolano, ma sia Pecorini che Canini non riescono a buttare la palla dentro. Al 65' altra azione pericolosa per l'Atletico con Coriolano che su calcio di punizione butta la palla di poco alta. Al 70' si fa male il portiere Noto, per lui stiramento del legamento, dopo la tac all'ospedale, al suo posto entra Bonomo (ex paternò). Esce pure Coriolano e Valenti, al loro posto entrano Costanzo e Palazzolo. All' 76' tiro dal limite di Galvagna che colpisce male, e la palla si perde di poco a lato. Cresce la tensione in tribuna, anche perchè il Paternò con i suoi lanci lunghi mette paura, ma in ogni circostanza la difesa atletista si mostra sempre attenta. All'85 azione fotocopia per Galvagna che cicca il pallone e il suo tiro si perde a lato. Al 89' Canini commette un fallo a centrocampo, l'arbitro esce il secondo giallo e lo espelle. Atletico Catania che dovrà giocare con un uomo in meno. Al 90' si fa male pure Galvagna, che esce dal campo. L'Arbitro da il recupero che è di 3 minuti, e sono i 3 minuti più tesi per la tifoseria, che escono tutta la loro grinta per incitare i giocatori. Al triplice fischio esplode la gioia della tribuna che applaude i giocatori Atletisti per la promozione e via all'invasione di campo per accaparrarsi la maglietta dei giocatori. Finisce 1 a 0 e l'Atletico viene promosso in Promozione con 2 turni d'anticipo. Un sentito grazie va soprattutto alla società, al Presidente Crisafi, e ai vice presidenti Scardaci e Borbone, e a tutto lo staff, che con i loro sacrifici hanno regalato a questa gente la prima storica promozione dell'Atletico Catania. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

11/03/08 - Atl. Catania, Promozione vicina. Pecorino: <<Gruppo straordinario>> -  <<Il segreto ? Squadra e società hanno contribuito al binomio vincente>>.

La grande cavalcata dell'Atletico Catania sta per concludersi, l'armata del presidente Crisafi è a un passo dal salto di categoria. Una stagione da incorniciare anche se per la definitiva consacrazione bisognerà attendere la partita di domenica alle 14:30 a Gravina in quanto è stata chiusa la tribuna del <<Todaro>> di Battiati, perchè la squadra vuole fare festa insieme ai propri tifosi con il Real Paternò. La sconfitta del Biancavilla nell'anticipo di Misterbianco e il successo della capolista atletista ha permesso di portare a 7 le lunghezze di vantaggio a 3 giornate dalla fine. La regina del girone F di Prima Categoria è, infatti, la squadra che ha il miglior attacco e la miglior difesa. Uno dei principali fautori di questa stagione è il tecnico Gaetano Pecorino cha da due anni si è unito in "matrimonio" con il presidente Santino Crisafi. << Non esageriamo è soltanto perchè siamo amici e in questo Atletico >> - spiega il mister - << abbiamo fatto sinora bene anche grazie a dei dirigenti in gamba >>. Alla vigilia quale squadra indicava come antagonista ? << La concorrenza era agguerrita, a essere sincero avevo messo su tutte lo Scordia, un team che reputo forte e che si è rivelato tale. Nella prima parte della stagione l'outsider è stata la Sales che però col tempo ha perduto terreno, alla distanza è venuto fuori il Biancavilla di Fisichella >>. La differenza tra voi e il Biancavilla ? << L'Atletico Ct. è stato più costante, non ha mai perduto la bussola anche nei momenti difficili, ricordo la sconfitta a Scordia. Gli avversari, mi riferisco alla Cometa Biancavilla, sono stati forse ingenui in qualche circostanza, insomma, la differenza la fanno le nostre tre sconfitte contro le sei subite dalla forte squadra biancavillese>>. Concentrazione e gruppo le armi vincenti ? <<Questo lo predico ogni volta che scendiamo in campo, non esistono segreti sull'Atletico Catania, bensì sacrifici e voglia di conquistare la Promozione. Adesso siamo a un passo e ripeto anche con il Real Paternò, chiedo ai ragazzi il rispetto e magari di essere cinici come lo siamo stati per gran parte della stagione>>. Lei era convinto di vincere il campionato ? << Sì. Lo dissi tempo fa proprio al vostro quotidiano. L'Obbiettivo era quello di arrivare primi senza rischiare la lotteria dei play Off, adesso possiamo dire che il grande giorno si sta avvicinando e può cominciare da parte dei nostri sostenitori il conto alla rovescia >>. Entusiasta anche il massimo responsabile Santino Crisafi. << La squadra ha giocato a memoria, esaltandosi durante il campionato, il gruppo è splendido e lo spogliatoio altrettanto, per tale motivi abbiamo dimostrato di avere i requisiti per meritare il salto di categoria. Per tale motivo devo ringraziare il vice presidente Giuseppe Borbone, il diesse Vincenzo Santapaola, il preparatore atletico Lorenzo Mirabella e i dirigenti, attivissimi: Pinuccio Scardaci, Giancarlo Napoli e Paolo Consoli. La squadra dell'Atletico Catania si avvale di giocatori che hanno giocato anche in categorie superiori: su tutti Daniele Coriolano, a ruota ne compongono l'ossatura Salvo Galvagna, Nino Pecorini e Salvo Valenti, tanto per citarne alcuni. (dal giornale "La Sicilia")

 

09/03/08 - L'Atletico Catania vince a Mineo e si avvicina alla Promozione. Si avvicina sempre più il traguardo per l'Atletico Ct. che passa a Mineo contro una squadra coriacea che butta il cuore oltre l'ostacolo per tentare fino all'ultimo di acciuffare per i capelli una salvezza oggi impossibile. Il testa coda annunciato sembra aver dato in anticipo il verdetto. Già al secondo minuto il tiro di Valenti finisce tra le braccia del poderoso Salerno. Passano i minuti ed inizia a salire in cattedra il regista etneo, Coriolano, un passato illustre tra le alte categorie dei dilettanti ed un piede ancora di classe. Suo il tiro velenoso su punizione al 5' che nessuno sfrutta in area menenina, ma a guardare bene sembra il prologo al vantaggio. Infatti, poco dopo il fantasista etneo s' invola tutto da solo e da fuori area fa partire un bolide che si insacca poco sotto la traversa. Passato in vantaggio l'Atletico Ct. si prende delle pause, lascia giocare ed il Mineo inizia a dare colpo alla sua reazione. Gli ospiti controllano in modo sonnecchioso e nel momento in cui il Mineo si affida al cuore per tentare di pareggiare, arriva il il raddoppio con Canini che realizza di testa su tiro di calcio d'angolo. Sul doppio vantaggio inizia il secondo tempo, la gara ben diretta dall'arbitro Gregorio Saggio, sicuramente di categoria superiore, inizia a piccoli passi e solo nel finale si riavviva quando il Mineo accorcia con Malizia lesto a fare sua la palla sfuggita a Noto su tiro di Patanè. Il Mineo ci crede, Vincenziono tenta qualche giocata ma è inutile contro il forte Atletico Catania. (dal giornale "La Sicilia")

 

09/03/08 - Ultimi 90' minuti e sarà Promozione !. L'Atletico Catania e la promozione distano soltanto 90 minuti, l'Atletico Catania grazie alla vittoria di oggi sul Mineo, e la conseguente sconfitta del Biancavilla a Misterbianco si ritrova con 7 punti di vantaggio sulla seconda in classifica, e potrebbe festeggiare la prima storica promozione con due turni d'anticipo. L'Atletico Catania seguito in massa dai suoi tifosi pure in quel di Mineo è sceso in campo con Noto tra i pali, in difesa Salamanca, Leonardi, Bonanno e Finocchiaro, a centrocampo Galvagna, Borbone, Canini e Coriolano, in attacco Pecorini e Valenti. Atletico che gestisce il gioco, e proprio al 10' Coriolano salta due avversari e lascia partire un tiro dai trenta metri che beffa il portiere locale. Palla in Rete ! Mineo 0 - Atletico Catania 1. Atletico che si rende pericoloso in più occasioni, sia con Valenti che con Pecorini, che al 23' colpisce male un lancio di Coriolano che poteva essere pericoloso. Al 30' arriva il raddoppio, corner perfetto di Coriolano e tocco di testa di Canini. GOL !. Mineo 0 - Atletico Catania 2. Il Mineo è poca cosa e l'atteggiamento dell'Atletico è quello da capolista. Il Mineo però non ci sta, e tenta sempre rapidi contropiedi, ma l'esperto Noto riesce sempre ad anticipare gli avversari. Finisce così il primo tempo sul punteggio di 0 a 2. Nella ripresa l'Atletico Catania molla un pò, e lascia molti più spazi agli avversari, ma senza correre molti pericoli. In fase offensiva l'Atletico pecca di troppo altruismo, e spesso azioni pericolose vengono bloccate dagli avversari per eccessivi tocchi di palla da parte atletista. Al 60' ci prova Galvagna con un tiro al volo che il portiere devia in corner. Dopo una fase di stallo, all'80' l'attaccante del Mineo lascia partire un tiro dai 30 metri che Noto non trattiene e favorisce il tocco vincente del giocatore del Mineo che deposita in rete. Mineo 1 - Atletico 2. L'Atletico non ci sta e rialza la testa. All' 84' Corner di Coriolano, Canini colpisce male e la palla si perde alta. All' 88' calcio di punizione di Valenti che si perde di poco alto. Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e regala i tre punti all'Atletico. Domenica si giocherà contro il Real Paternò, e se sarà vittoria la matematica dirà PROMOZIONE ! . (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

02/03/08 - Tutto invariato, vince l'Atletico Ct. e il Biancavilla. La 22° Giornata doveva essere la domenica della svolta per l'Atletico Catania, ma tutto sarà rinviato ancora una volta. Il Biancavilla vince in casa contro lo Scordia e lascia immutato il distacco di 4 punti dalla capolista Atletico Catania. Atletico Catania che vince in casa, per 2 - 1, contro l'Inessa rischiando qualcosa nel finale. L'Atletico Catania scendeva quest'oggi con il classico 4-4-2, tra i pali il solito Noto, in difesa Aliquò, Leonardi, Bonanno e Salamanca, a centrocampo Manna, Coriolano, Galvagna e Costanzo, in attacco Pecorini e Valenti. L'Atletico Catania parte subito col piede sull'acceleratore e proprio al 5' Costanzo recupera un pallone sulla sinistra lo crossa in mezzo per Pecorini che tira a botta sicura, il portiere non trattiene e Valenti ribatte in rete. GOL !  Atletico Catania 1 - Inessa 0. Atletico Catania che gestisce la partita, l'Inessa cerca di sorprendere la difesa atletista con dei rapidi contropiedi bloccati sempre dal solito Leonardi. Al 20' Valenti crossa un pallone per la testa di Pecorini che clamorosamente butta a lato. Altra occasione al 26' direttamente su calcio piazzato, Coriolano manda la palla di poco alta sulla traversa. Al 35' altro calcio di punizione dai 30 metri di Coriolano, ma la palla viene bloccata dalla barriera avversaria. Finisce il primo tempo Atletico Catania 1 - Inessa 0. La ripresa vede un'Inessa più decisa e più propositiva in avanti, nei primi minuti infatti Noto è costretto ad anticipare in più di un occasione gli avversari che con rapidi fraseggi mettevano in difficoltà la difesa atletista. Al 58' azione convulsa in area dell'Inessa, la palla arriva a Coriolano che spara di prima intenzione, la palla finisce sui piedi di Pecorini che sigla il 2 a 0. GOL !  Atletico Catania 2 - Inessa 0. L'Inessa non ci sta e si catapulta in avanti alla ricerca del gol. Al 64' l'Attaccante dell'Inessa supera con un pallonetto Noto, ma Bonanno ci mette una pezza e salva sulla linea. Esce Manna e Aliquò, entrano Finocchiaro e Canini. All' 80 azione fotocopia dell'inessa a quella precedentemente descritta, pallonetto a Noto, che tocca il pallone, ma ciò non basta ad evitare che la sfera si depositasse in rete. Atletico Catania 2 - Inessa 1. L'Inessa ci crede e tenta il tutto per tutto lanciando palla in avanti. Esce Pecorini, entra Palazzolo. All'84' lancio per Valenti che porta palla avanti e a tu per tu col portiere spara a lato. All'87' sempre Valenti in area di rigore lascia partire un bel tiro al volo, su cross di Coriolano, che il portiere blocca. E al 93' sempre Valenti da posizione defilata lascia partire un tiro che viene deviato in corner dal portiere. Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine. Atletico Catania 2 - Inessa 1. L'Atletico Catania adesso dovrà andare a Mineo, mentre il Biancavilla giocherà sabato sul difficile campo del Misterbianco. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

24/02/08 - Atletico Catania a passo di carica sul Vizzini. La capolista Atletico Catania continua incontrastata la marcia d'avvicinamento alla promozione. Basta un tempo ai locali per archiviare positivamente la pratica Vizzini. La seconda frazione di gioco, infatti, non è nemmeno cominciata a causa dell'infortunio di tre giocatori ospiti. L'arbitro, constatata l'impossibilità di proseguire il mach poichè 11 contro 7 (il Vizzini è arrivato a S.Agata Li Battiati con 11 giocatori soltanto), ne ha decretato la fine. L'Atletico Catania si conferma squadra di categoria superiore, supportata da tifosi appassionati e calorosi che non hanno mai smesso di incitare i propri beniamini. La cronaca. Al 5' locali in vantaggio con un bel gol di Leonardi. Valenti all'8', sigla il 2 - 0. Tocca a Pecorini fissare il tris. Al 26' Manna realizza il poker. Galvagna va in rete, al 31', fissando il punteggio sul 5 - 0. In casa Atletico Catania si pensa già al mach casalingo di domenica prossima con l'Inessa di Santa Maria di Licodia. << Si tratta di una partita da non sottovalutare - spiega il diesse atletista Enzo Santapaola - la squadra deve rimanere umile e concentrata. Non possiamo permetterci cali di tensione anche se non posso nascondere che le ultime esibizioni hanno confermato che la squadra ha grinta da vendere >>. Il test di domenica con l'Inessa sarà l'ennesima battaglia da vincere. La concorrenza è agguerrita, ma in casa Atletico nessuno ha voglia di mollare. (dal giornale "La Sicilia")

 

24/02/08 - 3 Punti in 45 minuti ! Si arrende pure il Vizzini. Quinta vittoria di fila per la capolista Atletico Catania che si sbarazza pure della mediocre squadra del Vizzini, e lo fa rifilando 5 reti in meno di 45 minuti. Gli ospiti infatti hanno giocato tutto il primo tempo, per poi uscire dal campo a seguito di infortuni dopo le tre sostituzioni. Atletico Catania che continua la sua marcia trionfale, mantenendo il distacco di 4 punti dalla diretta concorrente Biancavilla, vincitrice oggi a Francofonte per 2 a 0, quando mancano 5 gare al termine del campionato. L'Atletico Catania scendeva in campo così: tra i pali Noto, in difesa Aliquò, Leonardi, Salamanca e Canini, a centrocampo Borbone, Galvagna, Manna e Coriolano, in attacco Valenti e Pecorini. L'Atletico subito arrembante in avanti trovava il gol al 5' sugli sviluppi di un corner la palla arrivava a Pecorini sulla sinistra che la crossava al centro per il colpo di testa vincente di Leonardi. Atletico Catania 1 - Vizzini 0. Passavano appena 7 minuti ed al 12' Coriolano lanciava un pallone calibrato per Valenti che si involava verso la porta e batteva il portiere ospite. 2 a 0 !. Il Vizzini si rendeva pericoloso al 15' con il n.10 che saltava in dribbling 4 avversari e sotto porta veniva anticipato da Leonardi. Al 20' altro lancio di Coriolano e Pecorini davanti al portiere lascia partire un bolide di prima intenzione che si deposita in rete. 3 a 0 !. Al 28' altro contropiede atletista e stavolta è Manna a trovarsi a tu per tu col portiere, ed a batterlo per la 4° volta. 4 a 0 !. Al 35' fraseggio in area tra Valenti e Coriolano, la palla arriva a Galvagna che dal limite dell'area lascia partire un tiro che si deposita in rete. 5 a 0 !. Comincia così il valzer delle sostituzioni, e una serie di infortuni a catena che costringono l'arbitro a chiudere l'incontro al 45' per mancanza di giocatori da parte del Vizzini. Atletico Catania 5 - Vizzini 0. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

17/02/08 - Vittoria 2 - 1 a Militello. L'Atletico Catania ha vinto 2 - 1 fuori casa sul campo dell' Atletico Militello, confermandosi capolista indiscussa del campionato di Prima Categoria (girone F). La vittoria, contro la penultima in classifica, è arrivata però solo al 90' grazie ad un calcio di rigore concesso (tra mille contestazioni di giocatori e tifosi del Militello) dall'arbitro e trasformato da Coriolano. E' stata una partita molto sofferta per l'Atletico Catania: ha giocato bene, ma è stato poco incisivo in zona gol. Nel primo tempo è stata la formazione di casa a passare in vantaggio, poi al 24' su corner di Coriolano, Pecorini di testa trovava il gol del pareggio. Nel secondo tempo la formazione catanese domina l' incontro, ma come detto prima riesce a siglare il gol della vittoria solo al 90', quando Galvagna viene atterrato in area e si procura un calcio di rigore.

 

13/02/08 - La capolista guadagna terreno prezioso sulla Cometa Biancavilla. Il Carlentini resiste 20' alla capolista Atletico Catania. Gli ospiti, a causa dell'infortunio di Greco, rimangono in sei e l'arbitro rimanda le due squadre negli spogliatoi. I tre punti andranno alla capolista, che si conferma leader indiscussa del campionato. L'Atletico ha dimostrato, durante la stagione, carattere e determinazione, oltre ad un tasso tecnico di categoria superiore: i rossoblù vogliono vincere il campionato. (dal giornale "La Sicilia")

 

13/02/08 - Tre punti in 20 minuti di gioco, + 4 sul Biancavilla. Il massimo col minimo sforzo per l'Atletico Catania, che dopo la rocambolesca vittoria di domenica contro la D'Annunzio conquista altri tre punti importantissimi in casa contro il Carlentini. Carlentini che però si è presentato quest'oggi in sette giocatori, il numero minimo per disputare l'incontro. La gara inizia regolarmente, e l'Atletico schiera in campo Bonomo tra i pali, in difesa Canini, Bonanno e Costanzo, a centrocampo Dagnino, Coriolano, Manna, Galvagna e Lo bue, in attacco Pecorini e Palazzolo. Atletico subito in avanti e al primo minuto il tiro di Manna dal limite si stampa sulla traversa. al 4' cross di Pecorini, Palazzolo davanti al portiere sigla l'1 a 0. Al 5' azione di Palazzolo che serve Pecorini che al volo colpisce male e la palla si perde alta sopra la traversa. Al 15' tiro di Pecorini respinto dal portiere, la palla arriva a Costanzo che salta un avversario e deposita in rete. Al 20' si infortunia un giocatore del Carlentini e l'arbitro fischia la fine dell'incontro per mancanza di giocatori da parte del Carlentini. Vittoria a tavolino per 3 a 0; e domenica trasferta a Militello. Atletico Catania 3 - Carlentini 0, e con questa vittoria l'Atletico Catania allunga a +4 sul Biancavilla, sconfitto a Paternò dal Real Paternò per 1 a 0.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

10/02/08 - Impresa dell'Atletico Catania: in nove supera la D'Annunzio. L'Atletico Catania vince il confronto con la D'Annunzio al termine di una autentica girandola di rei ed emozioni e rimane saldamente in vetta alla classifica. Due espulsi, tre rigori, tra D'Annunzio e Atletico Ct. è successo di tutto. E' stata una partita combattuta, vibrante, giocata con grande carattere e determinazione da entrambe le squadre. Nel primo tempo gli ospiti, dopo una fase di equilibrio, passano al 30', con un calcio di punizione trasformato impeccabilmente da Coriolano. Al 40' il raddoppio atletista: Calì commette fallo in area ai danni di Coriolano, l'arbitro assegna un dubbio penalty, dal dischetto è lo stesso Coriolano ad insaccare. Nella ripresa l'Atletico va subito vicino al tris con Lo Bue, che coglie in pieno il palo. Al 52' ancora Lo Bue protagonista: serve la sfera a Palazzolo che calcia a lato. La D'Annuzio, nonostante il doppio svantaggio, incoraggiata dal patron Tripi seduto in panchina, si catapulta in avanti, dimostra di avere carattere e accorcia le distanze. Al 61' fallo di mano in area di Leonardi, per l'arbitro è rigore che il centravanti di casa Di Prima realizza con un elegante "cucchiaio". Al 72' il pareggio su rigore della D'Annunzio con Di Prima che realizza la doppietta e l'espulsione del portiere ospite Noto. L'Atletico è dunque in nove contro undici, ma riesce a vincere la partita realizzando con Galvagna un gran gol all' 87'. Al 90' Pecorini sfiora il poker colpendo il palo. (dal giornale "La Sicilia")

 

07/02/08 - Fuori dalla Coppa Sicilia. Doveva essere una formalità per i ragazzi di Pecorino che avevano il compito di difendere l'importante doppio vantaggio dell'andata ed invece l'Atletico è fuori dalla Coppa Sicilia trovandosi di fronte lo Scordia, una squadra determinata a tentare il tutto per tutto. Dopo un rischio corso su un tiro di Coriolano, lo Scordia ha cambiato subito l'esito dell'incontro con il vantaggio di Carbone che ha affondato la difesa catanese. Il raddoppio di Alini in fotocopia dal vertice sinistro dell'area piccola. In chiusura di tempo la rete di Barchitta su punizione che ha messo a nudo i limiti del portiere ospite. Nella ripresa sui piedi di Valenti la palla della speranza, ma il nuovo entrato, dal dischetto, ha spedito altissimo. A segno invece il rigore di Di Pasquale dopo l'atterramento di Vitellino. Convulso il finale per la rete di Palazzolo, ma l'attenta difesa scordiense non ha concesso il bis. Passa lo Scordia. (dal giornale "La Sicilia")

 

31/01/08 - Vittoria in Coppa. L'Atletico Catania, nella partita di andata degli 8° di finale di Coppa Sicilia, supera in casa lo Scordia per 2 - 0, con le reti di Aiello e Coriolano. La partita di ritorno si giocherà giovedì alle ore 16:30.

 

28/01/08 - La Cometa cade e l'Atletico Catania torna al comando. La vittoria del cuore: sofferta ma cercata fino alla fine, quella che l'Atletico Catania coglie con il Tremestieri. Entrambe le formazioni si sono date battaglia sin dalle battute iniziali. Per l'Atletico Catania vincere era fondamentale per riscattare la sconfitta subita in casa della Cometa Biancavilla. Il Tremestieri, invece, cercava il colpaccio contro una delle migliori squadre del torneo. Il primo gol della partita si fà attendere e arriva in chiusura di primo tempo. Coriolano pennella in area un calcio di punizione,  Canini si fà trovare pronto per l'inzuccata giusta che batte Carbonaro. Nella ripresa il Tremestieri ha svariate circostanze per pareggiare, ma al 55' e al 60' il bravo Principato non è concreto. Al 65' arriva il pareggio. Cross di Giuffrida per Caponetto che, in mezza girata, trova il gol. Subito il gol, l'Atletico Catania cerca in tutti i modi di realizzare il gol che vale tre punti. Impresa non facile, visto che gli avversari si difendono e ripartono in maniera perfetta. Il gol della liberazione arriva quando ormai la partita sembrava volgere verso la divisione della posta. Lo sigla Salvo Valenti che risolve una mischia con un gran destro che gonfia la rete al 93'. L'Atletico Catania va elogiato per aver cercato i tre punti fino all'ultimo, il Tremestieri, invece per la grande prova di carattere. Felice a fine partita il dirigente atletista Giancarlo Napoli: << Il Tremestieri ha giocato bene, questi tre punti hanno un valore inestimabile>>. (dal giornale "La Sicilia")

 

27/01/08 - Vittoria al 93' e riconquistata la vetta. Partita a cardiopalmo quella tra Atletico Catania e Tremestieri, un 2 a 1 che non rispecchia assolutamente l'andamento della gara; tante le palle gol sprecate dall'Atletico e molte davanti il portiere. Ma poco importa, oggi l'importante era fare i tre punti, e sperare in un risultato positivo dell'Inessa che ospitava il Biancavilla. Biancavilla che infatti esce sconfitto da S.M.Di Licodia per 1 a 0 lasciando lo scettro di prima in classifica alla squadra atletista. L'Atletico Catania scende in campo con un 3-5-2, tra i pali rientra Noto, in difesa Aliquò, Canini e Costanzo, a centrocampo Galvagna, Coriolano, Finocchiaro, Borbone e Manna, in avanti Pecorini e Valenti. L'Incontro comincia bene per la squadra atletista, che va vicinissima al gol al 3' minuto, azione solitaria di Coriolano sulla destra, cross per la testa di Manna ma il pallone si perde alto. Atletico che prova a far la partita ma il gioco viene spesso interrotto da continui falli che spezzettano il gioco. Al 15' ci prova Coriolano su calcio di punizione, ma il tiro finisce di poco a lato. Al 22' Manna salta due avversari e conclude alto da posizione defilata sulla sinistra. Al 30' altra punizione di Coriolano da 30 metri, e colpo di testa vincente di Canini che firma l'1 a 0!!! Il Tremestieri non ha reazione e subisce ancora i padroni di casa, con Manna che spesso e volentieri cerca la conclusione vincente, senza però centrare lo specchio della porta. Finisce così il primo tempo; Atletico Catania 1 - Tremestieri 0. La ripresa vede un Tremestieri più cinico, e più combattivo, e al 56' va vicino al gol, difesa mal posizionata e palla all'attaccante ospite che solo davanti a Noto spara alto. L'Atletico fa affidamento alle ripartenze, e va vicino al gol al 60' con Pecorini che stoppa un lancio di Coriolano ma il suo tiro d'esterno viene bloccato dal portiere in 2 tempi. Entra Lo Bue al posto di Finocchiaro e Viglianesi al posto di Borbone. Al 62' ci prova Coriolano su calcio di punizione ma il suo tiro finisce alto. Ancora Coriolano su punizione pennella un pallone sulla testa di Pecorini che però non riesce a piazzare il pallone in rete, con la palla che finisce tra le mani del portiere. Al 75' punizione del tremestieri e tiro al volo a girare che finisce in rete. 1 a 1. Esce Costanzo per Palazzolo, e Viglianesi va a fare il terzino per ricoprire il ruolo di Costanzo. Atletico tutto rovesciato in avanti, e adesso gioca con tre punte. All'85 punizione di Coriolano che serve Galvagna a sorpresa che invece di tirare serve un compagno in area, la palla finisce in rete, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Al 89' Manna fa tutto da solo, salta 2 avversari e lascia partire un bolide che viene deviato in corner dal portiere.Al 92' vengono espulsi Aliquò ed il difensore ospite per una serie di spinte. Al 93' lancio di Coriolano, mischia in area e palla a Valenti che tutto solo butta in rete. GOOOLLL!!!! 2 a 1!!! Esplode di gioia il "Nino Todaro" e dopo varie proteste degli ospiti l'arbitro fischia la fine dell'incontro, consegnando il primo posto all'Atletico Catania. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

21/01/08 - La Cometa sgambetta l'Atletico e vola via. La Cometa vola sopra l'Atletico e scala  la vetta della classifica. Tre punti che significano tutto per la squadra biancavillese, finalmente in cima alla classifica dopo una rincorsa durata due mesi. La differenza la fa il carattere dei ragazzi di Fisichella, che hanno interpretato un secondo tempo praticamente prefetto. La differenza, in verità, la fanno anche gli uomini, con uno straripante Santonocita che indossa le vesti di "Salvatore della patria" e resuscita i sogni di Promozione. Poche, in verità, sono state le vere occasioni da gol: la maggior parte dei palloni sono stati giocati a metà campo, dove le squadre non si sono risparmiate nulla. Di conseguenza, le uniche situazioni pericolose, sono state trasformate in altrettante reti: è accaduto nella prima parte dell' incontro, quando Coriolano indovinava il corridoio giusto per servire Valenti, che batteva senza appello Pistorio. La Cometa andava in tilt, ma l'intervallo era un toccasana e arrivava il pari di Alfio Santonocita, capace d'inventarsi dopo 3 minuti un gol da cineteca: stop e tiro al volo da venti metri su cui Bonomo nulla poteva. Da quel momento erano i locali a fare la partita, fino al raddoppio di Santonocita, che si incaricava di battere una punizione, scambiava con Messina e si accentrava, lasciando partire un sinistro che pareva sorprendere il portiere ospite. (dal giornale "La Sicilia")

 

20/01/08 - L'Atletico Catania perde la partita ed il primato. Il tanto atteso big-match tra Biancavilla e Atletico Catania finisce col punteggio di 2 a 1 per i padroni di casa. Partita combattuta e povera di occasioni, con molti errori da entrambe le parti. L'Atletico Catania che in trasferta raccoglie molto poco, esce nuovamente sconfitta da un importante scontro diretto per la promozione, e in questo 2008 non ha ancora vinto in trasferta, ma ha perso rispettivamente a Scordia e oggi pure a Biancavilla, un campanello d'allarme che lascia perplessa tutta la tifoseria, anche oggi al seguito in gran numero. L'Atletico Catania rivoluzionato scende in campo con un 3-5-2, tra i pali Bonomo, in difesa Bonanno, Costanzo e Leonardi, a centrocampo Coriolano, Viglianesi, Finocchiaro, Manna e Marino, in attacco Pecorini e Valenti. L'incontro nei primi minuti non offre emozioni, le due squadre si studiano a vicenda e non vogliono farsi male. Il primo tiro in porta avviene al 20'; lancio di Coriolano, Valenti stoppa la palla in area e batte il portiere di casa con un preciso tiro. Gol!!! Biancavilla 0 - Atletico Catania 1. L'Atletico gestisce il gioco e al 27' ci prova Coriolano direttamente su calcio di punizione, il cui tiro però viene deviato in corner dal difensore. Al 30' viene espulso il tecnico Pecorino, per proteste, in seguito ad un fallo non ravvisato dall'arbitro. Il Biancavilla nei minuti finali si scuote e tenta di pareggiare l'incontro prima dell'intervallo, conquistando ripetuti calci di punizione dal limite che però non impensieriscono il portiere Bonomo. Finisce così uno scialbo primo tempo. Biancavilla 0 - Atletico Catania 1. La ripresa si apre con un Biancavilla più deciso, e proprio al 46' il n.10 di casa si inventa l'euro-gol della domenica, cross dalla destra, stop del n.10 e tiro al volo da posizione defilata. Bonomo è battuto. Biancavilla 1 - Atletico Catania 1. Passano pochi minuti e l'Atletico continua a subire gli ospiti. Pecorino si inventa 2 cambi in successione, fuori Pecorini e Finocchiaro, dentro Lo Bue (juniores) e Galvagna. La partita cambia letteralmente, l'Atletico entra in confusione e subisce la rete del 2 a 1 sugli sviluppi di un calcio di punizione, schema di passaggi tra gli attaccanti e tiro a rete, Bonomo non vede partire la palla e viene beffato. Biancavilla 2 - Atletico Catania 1. Troppa sofferenza a centrocampo, esce Marino, entra Palazzolo. Si ritorna con la difesa a 4, con 3 centrocampisti e con il tridente Valenti, Palazzolo, Lo Bue. L'Atletico cerca timide reazioni con lanci lunghi di Coriolano, ma senza avere successo. All'85' Manna cerca di penetrare in area, ma il tiro finisce di poco alto sulla traversa. Al 92' sugli sviluppi di un calcio di punizione, la palla viene rimpallata fuori dall'area di rigore, dove arriva Viglianesi, il cui tiro viene stoppato dalla difesa locale. Al 93' viene espulso il n.3 locale per fallo su Bonanno, al 94' espulso invece Bonanno per proteste. Dopo 6 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine dell'incontro e regala i tre punti e la prima posizione al Biancavilla. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

13/01/08 - Successo spettacolare per 6 - 3 sul Misterbianco. Festival del gol al Nino Todaro di Sant'Agata Li Battiati, tra la capolista Atletico Catania e il Misterbianco. I tre punti se li aggiudica la capolista, che, grazie ad una gran bella prova di carattere rimane saldamente in vetta. L'Atletico Catania ha giocato con piglio autoritario, grinta e determinazione. Coriolano ha comandato le operazioni nella zona nevralgica del campo, coadiuvato da Manna, in attacco Pecorini, Valenti e Viglianesi hanno fatto letteralmente ammattire i difensori ospiti con numeri d'alta scuola. La gara: al 20' vantaggio atletista con Coriolano che trasforma in rete un calcio di punizione. Al 28' il pareggio dei biancorossi di Di Maria con Pacini che beffa Noto. Al 40' il sorpasso dei catanesi con un colpo di testa di Pecorini, bravo a correggere in rete un calcio d' angolo di Coriolano. Al 45' il bomber Salvo Valenti colpisce la traversa su punizione. Nella ripresa non cambia il leit motiv della gara. L'Atletico Catania attacca a spron battuto il Misterbianco si difende. Al 50' bel gol di Manna, che infila in rete dalla lunga distanza: 4 - 1. trasforma magistralmente in rete un calcio di punizione dal limite dell'area di rigore. Nulla può Condorelli vanamente proteso in tuffo. Poi si scatena Viglianesi che segna due bei gol, imitato da S.Sanfilippo che, prova a rendere meno amara la sconfitta del Misterbianco. (dal giornale "La Sicilia")

 
13/01/08 - Torna la vittoria, goleada al Misterbianco. L'Atletico Catania torna alla vittoria e lo fa nel modo migliore, battendo il Misterbianco con 6 reti. Partita dal punteggio tennistico, ma il risultato rispecchia quanto di buono sono riusciti a fare gli undici di mister Pecorino. L'Atletico Catania trova quindi la prima vittoria dell'anno, e mantiene il primo posto in classifica sempre con un punto di vantaggio sul Biancavilla, vittorioso quest'oggi in quel di Militello per 3 reti a 0. L'Atletico cambia modulo e Pecorino, visto anche l'impegno di coppa si affida al turn over, schierando un 3-5-2 che vede Noto tra i pali, in difesa Leonardi, Canini e Costanzo, a centrocampo Coriolano, Manna, Viglianesi, Finocchiaro e Borbone, in attacco il tandem Pecorini-Valenti. L'Atletico parte bene e già al 5' sfiora il gol, cross teso di Manna dalla destra, Pecorini tutto solo spara a lato. L'Atletico gestisce palla per il primo quarto d'ora e gli ospiti contengono gli avversari bloccando alcune ripartenze. Al 20' l'arbitro assegna un calcio di punizione dal limite all'Atletico Catania, sul pallone va Coriolano che fa partire un tiro che si stampa sulla base della traversa per poi entrare in rete. E' l'1 a 0. Passano solo 2 minuti e Pecorini ha l'occasione per raddoppiare, lancio di Coriolano, Pecorini si incarta col pallone davanti al portiere e spreca l'occasione del raddoppio. Come succede spesso nel calcio, gol sbagliato-gol subito, e proprio al 26' il Misterbianco usufruisce di un calcio di punizione dalla destra, cross in mezzo, mischia in area e palla in rete. 1 a 1. Ma l'Atletico Catania protesta per un fallo subito da Canini non visto dall'arbitro. A nulla valgono le proteste, l'arbitro convalida la rete e ammonisce Canini, che salterà Biancavilla. Ci prova ancora il Misterbianco con Sanfilippo che impegna Noto al 30' con un tiro dal limite. Al 35' punizione dalla sinistra di Coriolano e palla deviata in corner, sul Corner seguente cross di Coriolano e colpo di testa di Pecorini, palla in rete. 2 a 1!! Pecorini torna finalmente in gol dopo un lungo digiuno, e corre verso la tribuna a dedicare la rete ai suoi tifosi. Al 45' l'Atletico ha la possibilità di chiudere l'incontro, direttamente da calcio piazzato, ma il tiro di Valenti si stampa contro la traversa. Finisce il primo tempo, Atletico Catania 2 - Misterbianco 1. La ripresa comincia con l'Atletico subito in avanti e proprio al 46' il cross dalla bandierina di Coriolano viene spazzato fuori dall'area dove arriva ai piedi di Manna che lascia partire un bolide che si insacca all'angolino della porta. 3 a 1 e partita virtualmente chiusa. Il Misterbianco è poca cosa, lo dice la classifica e lo dice il campo, l'Atletico nonostante il vantaggio continua ad attaccare e trova il 4 a 1 al 60', calcio di punizione di Valenti e palla che beffa il portiere. 4 a 1. Entrano Aliquò e Galvagna per Borbone e Pecorini. al 65' Misterbianco in avanti, lancio dalle retrovie, Noto esce dalla sua porta e commette fallo fuori area, l'arbitro lo ammonisce e anche per lui scatta la squalifica per la prossima partita. Al 70' arriva anche il momento per Palazzolo che rileva uno stanco Valenti, che ha speso molto durante l'incontro. Parte proprio dai piedi di Palazzolo la rete del 5 a 1, fuga sulla destra Cross in area, sfonda di Costanzo e Viglianesi di testa insacca la quinta rete Atletista. Si dispera il tecnico del Misterbianco Di Maria, ma la gioia dei tifosi è incontenibile e continuano ad incitare la squadra per tutto l'incontro. Al 75' il Misterbianco accorcia le distanze con un tiro dal limite dell'ex Sanfilippo. 5 a 2. Dopo neppure un minuto errore del portiere del Misterbianco che regala la palla a Viglianesi con un rinvio errato, e proprio quest'ultimo salta il portiere e deposita la palla in rete. 6 a 2!! L'Atletico potrebbe ancora dilagare, ma Coriolano a tu per tu col portiere si fa anticipare da quest'ultimo. Al 90' arriva la doppietta di Sanfilippo che dribbla due avversari e batte Noto sul suo palo. 6 a 3. Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e concede i 3 punti all'Atletico Catania. Atletico Catania 6 - Misterbianco 3. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)
 
06/01/08 - Passo falso, l'Atletico si ferma a Scordia. Tra le mille recriminazioni arbitrali, la poca sportività della squadra di casa, l'Atletico Catania ferma la propria marcia da capolista in quel di Scordia, terza leva del campionato. L'Atletico Catania seppur non giocando in maniera brillante, rimane comunque in testa con un punto di vantaggio sulla seconda Biancavilla (vittoriosa contro il Carlentini per 2 a 0) e tre punti sullo stesso Scordia. L'Atletico Catania scende in campo con un 4-4-2, tra i pali Noto, in difesa Aliquò, Leonardi, Costanzo e Salamanca, a centrocampo Coriolano, Viglianesi, Canini e Marino, in attacco il tandem Valenti - Pecorini. L'Atletico entra in campo senza stimoli e al 1' è già sotto di un gol; Punizione pennellata al centro dell'area, tocco di mano di un giocatore Scordiense e palla in rete con una deviazione di testa dell'attaccante di casa, l'arbitro non vede il fallo di mano e assegna la rete. L'Atletico non reagisce e lo Scordia si rende pericoloso sempre con rapidi contropiedi, e in uno di questi Noto è costretto a fare gli straordinari uscendo dalla propria area a valanga, per evitare il raddoppio. L'Atletico prova una timida reazione, con Coriolano, che da calcio piazzato fa la barba al palo. Lo Scordia è più organizzato e si vede, specialmente nella fascia sinistra, il n.4 Monteleone fa vedere i sorci verdi al giovane Salamanca, che spesso si vedeva saltato su quella fascia. Proprio su un azione di queste, con un perfetto traversone l'attaccante di casa colpisce perfettamente di testa, ma la palla viene deviata da Noto nella traversa. Al 30' azione confusionaria in attacco per l'Atletico, ma la conclusione di Marino viene deviata con le punte delle dita in corner. Sul corner seguente, palla a Marino che perde l'attimo di tirare da fuori area e spreca una ghiotta occasione. Finisce così il primo tempo. 1 a 0. L'Atletico del secondo tempo è più spregiudicato in avanti, entra Bonanno e Palazzolo al posto di Salamanca e Marino. Al 10' lancio lungo di Coriolano, Pecorini tutto solo colpisce male il pallone di testa; rimessa dal fondo. Lo Scordia si chiude in difesa, e il gioco viene spezzettato in maniera continua sia dall'arbitro che fischia falli e fuorigiochi inesistenti e dall'antisportività dei giocatori di casa, che spesso e volentieri si accasciano al terreno simulando infortuni. Nelle poche azioni del secondo tempo registriamo una punizione di Coriolano al centro dell'area, ma Valenti cicca il pallone, perdendo l'attimo della conclusione. Tra le mille recriminazioni, e un gol segnato con la mano dallo Scordia, la partita si chiude dopo 5 minuti di recupero. Scordia 1 - Atletico Catania 0. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)
 

16/12/07 - L'Atletico Catania si proclama campione d'inverno. La formazione catanese conquista un'importante vittoria in trasferta per 1 - 0 in quel di Francofonte. L'Atletico Catania di oggi è parso un pò sotto tono rispetto alle ultime gare, vuoi anche per la temperatura glaciale che era presente quest'oggi, vuoi anche per le discussioni di questa settimana che hanno portato alla partenza di Sanfilippo. La squadra di Pecorino è stata cinica e furba a sfruttare le poche occasioni create e portare a casa i tre punti, pur giocando a sufficienza. L'Atletico Catania scende in campo con un 4-4-2, tra i pali il solito Noto, in difesa Leonardi e Costanzo centrali, Aliquò e Salamanca terzini, a centrocampo Canini, Coriolano, Marino e Viglianesi, in attacco Pecorini e Valenti. La partita fin dai primi minuti è combattuta soprattutto a centrocampo, ma nessuna delle due squadre si scopre. La prima occasione arriva dopo 15 minuti, dove uno svarione difensivo di Leonardi favorisce lo scatto dell'attaccante locale, ma Noto esce a valanga e smanaccia il pericolo. Il Francofonte si rende nuovamente pericoloso dopo qualche minuto e sugli sviluppi di un corner, alla ribattuta arriva il centrocampista locale che lascia partire un tiro deviato Costanzo, la cui deviazione stava per beffare Noto, fortunatamente la palla si perde a lato. Altro corner per il Francofonte ma la girata dell'attaccante si perde sull'esterno della rete. L'Atletico prova degli affondi, ma spesso i giocatori atletisti vengono fermati in fuorigioco a molti parsi dubbi. La partita sembra un monologo, e l'Atletico soprattutto per la prima mezz'ora subisce le azioni ospiti, l'Atletico riparte sempre in contropiede. Al 40 però arriva un invenzione di Coriolano, che dalla destra da 25 metri lascia partire un tiro che beffa il portiere e può siglare l'1 - 0. Esultano i giocatori, esultano anche i tifosi accorsi numerosi anche in quel di Francofonte, sfidando il forte freddo e la nebbia. L'Atletico sembra aver preso la partita in mano e dopo un minuto va vicino al raddoppio, lancio di Coriolano e tiro di Valenti, ma la conclusione del bomber finisce alta. Finisce così il primo tempo, con qualche scaramuccia tra le due panchine. Il secondo tempo inizia con il Francofonte in avanti, ma la squadra locale non riesce ad impensierire Noto più di tanto, senonchè con dei tiri dalla lunga distanza. L'Atletico fa la partita ma non ci sono azioni importanti da registrare fino al 70' dove un lancio di Coriolano pesca Valenti davanti al portiere che però viene anticipato da quest'ultimo. Esce Marino entra Manna, e dopo qualche minuto esce Salamanca e Pecorini per Bonanno e Platania. Il Francofonte inserisce un altra punta e tenta il tutto per tutto, e va vicino al pareggio prima al 72' dove il n.10 defilato sulla sinistra lascia partire un tiro che attraversa tutto lo specchio della porta, e poi al 78' con l'attaccante locale che dalla sinistra lascia partire un tiro basso sul primo palo, ben parato da Noto. Al 88' contropiede atletista, Coriolano smarca Valenti, che a tu per tu col portiere gli spara addosso il pallone. Dopo 6 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine della gara e l'Atletico può festeggiare il titolo di Campione d'Inverno. A fine gara momenti di tensione in campo, tra Aliquò e un giocatore locale, ma dopo un pò ritorna tutto alla normalità. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

10/12/07 - Atletico Catania sempre più saldo in vetta alla classifica. Il big match tra la capolista Atletico Ct. e la diretta inseguitrice Sales finisce appannaggio della squadra di casa, che ha il merito di essere stata cinica e concreta nel capitalizzare al massimo le occasioni da gol create. E' stata una gran bella partita, le due squadre hanno legittimato la posizione di classifica regalando spettacolo al pubblico delle grandi occasioni che ha assistito alla partita. Atletico Catania, dunque, lanciatissimo in classifica. La Sales, nonostante la sconfitta, ha mostrato un buon calcio. La gara. Comincia bene la squadra di casa che al 30' passa in vantaggio grazie ad un bel gol di Viglianesi che inganna Pellegrino con una conclusione dalla media distanza. Al 35' la Sales ha l'occasione buona per pareggiare. L'arbitro assegna un penalty per fallo di mano in area di Aliquò. Sul dischetto va Milazzo, Ma Mario Noto ipnotizza il centrocampista della Sales e para la conclusione. Al 41' il raddoppio della formazione atletista. Coriolano pennella in area un calcio di punizione, sulla sfera s'avventa il bomber Valenti, giocatore che merita ben altri palcoscenici, che di testa batte il portiere ospite Pellegrino e manda in visibilio il pubblico di casa. Nella ripresa la Sales cerca di accorciare le distanze, ma Reitano, Badalato e Garofano non trovano il varco giusto. Pecorini al 78' colpisce la traversa. Per il dirigente dell' Atletico Ct. Giuseppe Scardace quella della sua squadra è stata << Una grande prova di carattere>>. (dal giornale "La Sicilia")

 

09/12/07 - L'Atletico Catania vola. L'Atletico Ct. vince il big match contro la Sales per 2 - 0 e vola sempre più solitaria verso la vittoria del campionato. Dopo questa eccellente prestazione dell'undici allenato da mister Pecorino, l'Atletico si ritrova solo in prima posizione a 4 lunghezze dalla Sales e a ben 6 lunghezze dallo Scordia (sconfitto a Carlentini). L'Atletico visto oggi è sicuramente una squadra completa in tutti i reparti e può contare sulla grande esperienza e bravura del Portiere Mario Noto che ha sempre difeso la sua porta con parate incredibili. Quest'oggi Pecorino opta per un 4-4-2 con Noto tra i pali, in difesa Salamanca, Costanzo, Leonardi e Aliquò, a centrocampo Viglianesi, Marino, Canini e Coriolano, in avanti la coppia Pecorini, Valenti. L'Atletico parte bene e va vicino al gol dopo appena 3 minuti, punizione di Coriolano e colpo di testa di Canini, palla di poco a lato. Al 7' è la Sales a rendersi pericolosa, punizione del n.10 pennellata in area, l'attaccante butta in rete con una deviazione, ma l'arbitro annulla per evidente fuorigioco. Sul capovolgimento di fronte Pecorini lascia partire un tiro da fuori area che si perde di poco a lato. Al 23' la palla buona capita sui piedi di Pecorini che approfitta di uno svarione difensivo della Sales per trovarsi a tu per tu col portiere, ma la palla si perde clamorosamente a lato. Al 26' punizione di Coriolano, il portiere ospite esce con i pugni, palla a Viglianesi che con un pallonetto beffa il portiere ospite, palla in rete e 1 a 0!!! Tifosi in delirio! Al 33' però l'arbitro vede un fallo di mano in area atletista, sugli sviluppi di un cross infatti Aliquò da solo, colpisce la palla col braccio, l'arbitro vede la volontarietà e concede agli ospiti il tiro dagli undici metri. Il seguente tiro viene però neutralizzato da Noto!!! che salva l'1 a 0. Al 40' arriva il raddoppio, punizione di Coriolano dalla sinistra e colpo di testa di Valenti che insacca il 2 a 0. finisce così il primo tempo 2 a 0 per l'Atletico. Nella ripresa non ci sono sostituzioni, e al 4' Coriolano potrebbe chiudere l'incontro, con un pallonetto che il portiere riesce a deviare in angolo. Al 15' esce Marino per Manna, e al 24' entra Sanfilippo per Valenti. La Sales non si rende pericolosa, e l'Atletico contiene gli avversari. Al 31' Pecorini si invola in contropiede verso la porta avversaria e lascia partire un bolide che si stampa nella parte inferiore della traversa, nella ribattuta Sanfilippo butta in rete, ma l'arbitro vede il fuorigioco e annulla. Al 41 esce Pecorini, al suo posto Borbone. Al 42' punizione del solito n.10 della Sales, ma Noto risponde con una gran parata che toglie il pallone dal sette. Al 43' tiro cross del n.10 della Sales, smanacciato da Noto in corner. Dopo ben 7 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e concede ai giocatori gli applausi dei tifosi. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 
05/12/07 - Superato il turno in Coppa. L' Atletico Catania, nella partita di ritorno dei 16° di finale di Coppa Sicilia, supera il turno pareggiando in trasferta 2 - 2 contro il Carlentini.
 
03/12/07 - Per l'Atletico Catania supremazia a suon di gol. La stoffa di squadra capolista è un caratteristica che non dipende dai soli risultati ottenuti, ma dalla concentrazione e dall' atteggiamento tattico, oltre che dalla gestione del match. L'Atletico Ct. di mister Pecorino (al derby in famiglia contro il nipote Nunzio), prima di far sua la partita, ha sofferto maledettamente il Real Patrenò, rischiando di capitolare in più occasioni. La bravura del portiere Noto e l'imprecisione, di Arcidiacono e Giambra sono state determinanti, così come l'astuzia e superiorità tecnica di giocatori come Daniele Coriolano, per il quale gli anni non sembrano passare. L'Atletico Ct. gioca una prima mezz'ora in balia dei paternesi, i quali con Rugeri colpiscono una traversa al 29', mentre al 33' Giambra a tu per tu con Noto calcia addosso al portiere. L'Atletico Ct. aveva provato con Pecorini e Sanfilippo a portarsi in vantaggio, ma a sbloccare il risultato è il solito Coriolano su punizione. Nella ripresa l'inizio del Real è a senso unico, ma la palla non vuol entrare. Per l'Atletico invece, al 10' Coriolano crossa al centro, palla sulla traversa, riprende Platania, assist per Pecorini che insacca. Passano due minuti e Viglianesi trova il varco giusto per battere l'incolpevole Luca. I catanesi insistono e Coriolano allo scadere fugge sulla fascia: tiro da posizione defilata che piega le mani di Orto e s'insacca. Proprio al triplice fischio, Arcidiacono da pochi passi segna il gol della bandiera. (dal giornale "La Sicilia")
 

02/12/07 - L'Atletico Catania vince e convince. Grande prova di carattere dei ragazzi allenati da Pecorino, che dopo le deludenti prestazioni tornano a vincere e alla grande, si vede gioco, schemi e tanta inventiva. Un Coriolano che ha gestito il centrocampo in maniera ottima, e autore di due reti, ha trascinato l'Atletico alla vittoria. L'Atletico vince quindi in un campo difficile, quale il "Falcone Borsellino" seguito dai soliti e affezionati tifosi, che hanno portato colore e sostegno nella calda giornata di oggi. L'Atletico comincia la gara con un equilibrato 4-4-2, dove scendono in campo: Noto tra i pali, in difesa Salamanca, Leonardi, Platania e Aliquò, a centrocampo Viglianesi, Coriolano, Manna e Canini, in avanti Pecorini e Sanfilippo. L'Atletico parte bene, ma sembra aspettare gli attacchi avversari. Il primo tiro è di Coriolano, su punizione ma il suo tiro si stampa sulla barriera. Il Paternò non ci sta e cerca di impensierire Noto con dei tiri da lontano. Al 12' lancio di Coriolano, Sanfilippo scatta sul filo del fuorigioco, ma solo davanti al portiere inceppa sul manto erboso, ma riesce a passare la palla a Pecorini che a porta libera manda clamorosamente a lato. al 16' Esce Manna per un problema fisico, al suo posto Pafumi. Al 22' azione Paternese, sugli sviluppi di un azione offensiva l'attaccante paternese lascia partire un tiro che si schianta contro la traversa, sulla ribattuta pallone alle stelle. Qualche minuto più tardi è di nuovo il Paternò che si rende pericoloso, ma il tiro dalla distanza viene deviato in corner da Noto. Al 34' l'Atletico usufruisce di un calcio di punizione dai 35 metri, se ne incarica Coriolano che lascia partire un bolide di esterno che beffa il portiere. Palla in Rete!! 0 a 1!! Al 38' corner per il Paternò, botta ravvicinata dell'Attaccante di casa e Noto para d'istinto un pallone che stava per insaccarsi in fondo alla rete. al 40' altra occasione per l'Atletico Catania, lancio di Coriolano, palla a Sanfilippo che defilato sulla destra lascia partire un tiro che fa la barba al palo. Finisce così il primo tempo 0 a 1 per l'Atletico. La ripresa parte bene il Paternò che si rende pericoloso 2 - 3 volte in area atletista, ma la difesa gestita da Leonardi si manifesta sempre attenta, senza farsi sorprendere. Esce Sanfilippo per Costanzo, che va a fare il quinto di centrocampo. Passano 10 minuti e Coriolano può involarsi indisturbato sull'out di sinistra, cross al centro e palla sulla traversa, sulla ribattuta si avventa Pecorini che sigla lo 0 a 2!!! Tifosi in festa, e 0 - 2 che tagli le gambe al Paternò, che subiscono anche la terza rete al 12', lancio di Coriolano per il solitario Viglianesi che non deve far altro che appoggiare la palla in rete!!! 0 a 3. Esce Pecorini, al suo posto Valenti. I Paternesi dopo il terzo gol non hanno la forza di reagire, e rischiano più volte di prendere anche il quarto gol. Tra un azione ed un altra si ammirano le spettacolari parate di Noto, che risponde ai tiri dalla distanza dei giocatori Paternesi, con parate straordinare. All'85 Coriolano indisturbato scende sull'out di destra, salta un avversario e complice anche il portiere di casa può siglare la rete del 4 a 0, con un tiro forte e preciso sul primo palo. 0 a 4. La formazione Atletista concede ai padroni di casa il gol della bandiera, dove sugli sviluppi di un cross, il n.9 indisturbato può deviare il rete con una mezza rovesciata. 1 a 4! La partita inserisce così sul punteggio di 1 a 4 e consolida sempre più il primato della capolista Atletico, che domenica prossima dovrà vedersela con la Sales, seconda forza del campionato. Intanto mercoledì ci sarà il ritorno dei sedicesimi di finale tra Carlentini e Atletico Catania. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

26/11/07 - L'Atletico Catania torna davanti. L'Atletico Catania torna capolista grazie al successo ottenuto ai danni di un coriaceo Mineo. La squadra catanese gioca una bella gara e riesce, grazie ad un gol del bomber Valenti, a far suoi i tre punti. Il Mineo, nonostante annaspi nella zona bassa della classifica, si è dimostrato un squadra ostica e ben messa in campo dal nuovo tecnico Ranfaldi. Nella prima frazione di gioco, dopo le consuete schermaglie iniziali, la squadra di casa trova il gol che vale tre punti. Al 25', Coriolano effettua un preciso traversone in area, la sfera arriva a Valenti che di Testa mette il pallone alle spalle dell'estremo difensore menenino. Nella ripresa regna l'equilibro. Al 74' Sanfilippo sfiora il raddoppio. Valenti, al 76', sfiora il palo con una pregevole conclusione da distanza ravvicinata. Nel finale di partita, ospiti in due occasioni pericolosi: le conclusioni degli attaccanti del Mineo sono imprecise e i padroni di casa salvano il successo. L'innesto di Salvo Valenti, ultimo acquisto, è stato determinante per ottenere tre punti d'oro. << La squadra non giocato come fa di consueto - dice il presidente dell' Atletico Catania Giuseppe Borbone - ma, nonostante una prestazione sufficiente, siamo riusciti a vincere contro un ostico Mineo >>. << Sono contento per il gol - dice l'attaccante Valenti - Spero di ripagare la fiducia di questa società realizzando quanti più gol possibili >>. (dal giornale "La Sicilia")

 

25/11/07 - Il massimo con il minimo sforzo. L'Atletico Catania vince contro il fanalino di coda Mineo per 1 a 0, ma lascia molte perplessità per come si è svolta la partita. Un calo generale della squadra nell'ultimo quarto d'ora stava per regalare al Mineo un pareggio prezioso per la loro classifica. L'Atletico Catania ha comunque giocato per gran parte dell'incontro facendo vedere sovrapposizioni e fraseggi, specie nel secondo tempo dopo l'ingresso di Marino. L'Atletico rivoluzionato scende in campo con Noto tra i pali, in difesa Bonanno, Leonardi, Costanzo e Aliquò, a centrocampo Viglianesi, Coriolano, Manna e Pafumi, in attacco Valenti e Pecorini. La partita è sottotono e l'Atletico non riesce ad imprimere gioco. Il primo tiro in porta è di Coriolano dopo 13 minuti, dove il suo tiro al volo finisce di poco alto sulla traversa. Al 16' è il mineo a rendersi pericoloso su calcio di punizione, ma Noto è bravo e devia in corner. Al 30' Coriolano batte un calcio di punizione dalla destra, una pennellata che finisce sulla testa di Valenti che può insaccare in rete. 1 a 0. Finisce così uno scialbo primo tempo povero di azioni. La ripresa è più vivace, e al 6' è Pafumi ad andare vicino al gol, cross di Viglianesi e anticipo di Pafumi sul difensore, ma il pallone finisce tra le braccia del portiere. Al 10' un cross di Bonanno pesca Valenti che colpisce la palla di testa, ma la palla si stampa sulla traversa. Al 15' Pecorino decide di far uscire Manna, al suo posto Marino. L'Atletico con l'ingresso di Marino si trasforma, e gioca palla a terra e gestisce il centrocampo come non mai. Al 16' cross di Valenti, finta di Viglianesi, al volo Pafumi spara alto. Al 20' azione confusa in area del Mineo, Bonanno nel tentativo di anticipare il difensore viene spinto e cade a terra, ma l'arbitro fa cenno di rialzarsi e non se la sente di fischiare il rigore. Al 26' l'Atletico subisce un calo di resistenza ed entra in confusione, ne approfitta il n.9 del Mineo che si invola solitario verso la porta atletista, ma la conclusione si perde a lato. Al 27' entra Sanfilippo per Pecorini. Al 35' ci riprova ancora il Mineo, e sempre di contropiede, fortunatamente il tiro fa la barba al palo. al 36' entra Canini per Valenti. Al 44' ancora Mineo in avanti, ma il tiro dell'Attaccante del Mineo da fuori area finisce fuori. Troppa sofferenza per un Atletico Catania che ha sofferto troppo sui contropiedi avversari. Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine, e può riconquistare la prima posizione vista la sconfitta della Sales per 4 a 3. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

22/11/07 - Finisce in parità la gara di Coppa. L' Atletico Catania, nella partita di andata dei 16° di finale di Coppa Sicilia, pareggia in casa 1 - 1 contro il Carlentini. La gara di ritorno si giocherà il 5 dicembre.

 

19/11/07 - L' Atletico Catania impatta e si stacca dalla vetta. Tutto in tredici minuti tra Inessa e Atletico Catania. A fine gara sono senz'altro i licodiesi che recriminano per aver sciupato un rigore ed aver colpito un palo ed una traversa. La cronaca. Il vantaggio dei padroni di casa non si fa attendere: al 4' Terranova trova il gol da trenta metri indovinando l'angolo libero sopra Noto. I catanesi si fanno sotto: prima impegnano Ardizzone con una conclusione di Sanfilippo, dopo è Buttò ad impedire la gioia del gol all' attaccante avversario salvando sulla linea. Sono le prove del pari, che arriva al 13' con Canini, che scaglia una saetta da venti metri insaccando alla sinistra di Ardizzone. Terranova non ci sta e colpisce una traversa al 17'. Pochi minuti dopo ci prova Greco, quindi Bruno, al 60' va incocciare la base del palo. Al 73' Cunsolo si procura un calcio di rigore, Greco si presenta dagli undici metri ma si fa parare il penalty. In zona cesarini l'Atletico sfiora il colpaccio con Manna. Tra i migliori in campo Terranova e Cunsolo per l'Inessa, tra gli ospiti sugli scudi Coriolano e Canini. Per l'Atletico Catania si allunga lo spettro della crisi, nelle ultime partite solo un punto per la capolista e qualche fischio per il tecnico Pecorino. Per gli uomini del presidente Mastroianni un buon pareggio che fa presagire un prosieguo di campionato tranquillo. (dal giornale "La Sicilia")

 

18/11/07 - Pareggio incolore per un brutto Atletico. Un impacciato Atletico Catania lascia punti preziosi anche in quel di S.M.Di Licodia contro l'Inessa, non andando oltre l' 1 - 1, e rischiando di perdere una partita contro una formazione mediocre, quale l'Inessa, che viaggia a metà classifica. L'Atletico visto oggi ha deluso tutti, la squadra non ha un gioco, vuoi per colpa dell'allenatore, vuoi per colpa dei giocatori, ma la squadra non gira, non si esprime per il valore che ha. Ma andiamo alla cronaca: l'Atletico allenato da Pecorino opta per un 3-5-2, tra i pali Noto, in difesa Leonardi, Platania e Bonanno, a centrocampo Galvagna, Finocchiaro, Coriolano, Canini e Viglianesi, in attacco Sanfilippo e Pecorini. L'inizio della gara è pimpante e la prima azione è di marca atletista, angolo di Coriolano, da fuori area tiro al volo di Platania, pallone deviato fuori. Al 3' minuto ci prova l'Inessa, lancio dalle retrovie, errore di Leonardi e il n.6 si invola verso la porta, il suo tiro finisce però di poco a lato. Al 6' l'arbitro concede un calcio di punizione ai padroni di casa da oltre 40 metri, se ne incarica il n.8 che con un bolide insacca alle spalle di Noto, un eurogol che porta in vantaggio i padroni di casa. 1 - 0. La reazione atletista avviene qualche minuto più tardi, al 10' il solito Coriolano va a battere un corner sul rimpallo in area Canini lascia partire un tiro al volo che va a finire nell'angolino basso della porta del portiere di casa. 1 a 1. L'Atletico trova il pareggio, ma non demorde, al 15' lancio di Coriolano che pesca Sanfilippo da solo in area, Sanfilippo perde però il tempo e si fa salvare il pallone nella linea. al 21' altro calcio di punizione per i padroni di casa, ma stavolta il pallone si schianta contro la traversa. Sul capovolgimento di fronte, Coriolano conquista e batte una punizione per la testa di Canini, ma la palla esce di poco a lato. Al 30' errore di Leonardi in difesa che favorisce l'attaccante di casa ad involarsi verso la porta di Noto, ma Noto in uscita fa rimpallare la palla nuovamente sui piedi dell'attaccante che tira in porta, Leonardi rimedia tutto salvando sulla linea. Dopo questo primo tempo si va alla ripresa. Esce Sanfilippo per Valenti, ma la partita non cambia, l'Atletico gioca a lanci lunghi e gli attaccanti si ritrovano spesso anticipati dai difensori di casa. Esce pure Pecorini per Pafumi, cambio che non riusciamo a capire visto l'1 - 1, un centrocampista per un attaccante.. al 65' altro calcio di punizione per i padroni di casa, il cui tiro finisce per schiantarsi contro il palo, il secondo della giornata per l'Inessa. Entra Manna per Canini, ma la partita non cambia, troppi lanci lunghi e troppi palloni persi. Al 75' per l'Inessa c'è l'occasione del colpaccio: punizione e cross in area, Platania colpisce con un braccio e l'arbitro indica il dischetto. Sul dischetto va il n.10, ma il tiro viene parato da Noto, con una doppia parata anche sulla successiva ribattuta. L'Atletico conclude così la sua partita, portando a casa un punto che non serve a molto. A fine gara si alzano dei cori di contestazione verso l'allenatore Pecorino. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

12/11/07 - L' Atletico Catania si ferma. Il Vizzini "affonda" la corazzata Atletico Catania nel match clou dell'ottava giornata. I due siluri che valgono la vittoria vengono sganciati da Spicuzza, nel primo tempo, dagli undici metri e da Interlandi, nella ripresa, in contropiede. Per gli ospiti è invece Sanfilippo ad accorciare le distanze. Al "Matteo Agosta" va in scena una bella gara e intensa, ben giocata da entrambe le squadre e ricca di capovolgimenti di fronte. La spuntano ai padroni di casa nonostante una formazione d'emergenza (cinque titolari fuori per infortuni e squalifiche), contro un Atletico Catania veloce e tecnico, ma poco incisivo sotto porta. Il Vizzini passa in vantaggio al 9' grazie a un rigore assegnato per fallo su La Cognata e trasformato da Spicuzza. Al 18' gli ospiti hanno l'occasione per riequilibrare la partita, ma Pecorini, che si procura e batte il rigore, si fa parare il tiro dall' ottimo Franco, sedicenne all'esordio tra i pali e migliore in campo. Nella ripresa il Vizzini mette dentro Interlandi per provare a sfruttare gli spazi in contropiede, e la mossa si rivela azzeccata: il bomber granata, in contropiede, trafigge per la seconda volta Noto. La reazione della squadra atletista si concretizza soltanto a 10 minuti dalla fine con Sanfilippo, che da posizione decentrata mette dentro un bel diagonale. Il forcing finale (9 minuti di recupero) dell' Atletico Catania non serve a mutare il risultato. I granata infliggono la prima sconfitta alla capolista e si portano a un solo punto della vetta. (dal giornale "La Sicilia")

 
1111/07 - Sconfitta condizionata dalla sfortuna. L'Atletico Catania ferma la sua marcia uscendo sconfitto per 2 a 1 dal difficile campo del Vizzini. La formazione atletista, troppo sprecona in attacco ha la colpa di non aver sfruttato a dovere le occasioni capitate per mettere la palla in rete. L'Atletico seguito in massa dai suoi tifosi, oggi teneva a portare a casa i tre punti, punti però che sono andati alla squadra del Vizzini. L'Atletico schierato da Pecorino scende in campo con un 4-4-2, tra i pali rientra Noto, in difesa Bonanno e Viglianisi terzini, Platania e Leonardi centrali, a centrocampo Galvagna, Canini, Coriolano e Finocchiaro, in avanti Pecorini e Sanfilippo. La partita si mette già male dopo 5 minuti, l'attaccante del Vizzini si tuffa in area, l'arbitro ci crede e fischia il calcio di Rigore. Che viene trasformato tra le proteste dei giocatori atletisti. 1 a 0. L'Atletico si butta all'arrembaggio, e all'8' Pecorini si trova a tu per tu col portiere, ma Pecorini si intestardisce col dribbling e finisce col perdere il pallone. Al 14' cross di Sanfilippo il area, trattenuta su Pecorini, quest'ultimo cade a terra, e l'arbitro fischia il calcio di rigore in favore dell'Atletico Catania. Dal dischetto va Pecorini, il cui tiro viene respinto dal portiere di casa. I tifosi si disperano ma la situazione non cambia, il punteggio rimane sempre sull'1 a 0. Qualche minuto più tardi ci prova Coriolano di punizione, ma il suo tiro rimpallato finisce di poco a lato. Qui finiscono le emozioni del primo tempo. Nella ripresa entra Valenti al posto dello spento Galvagna; e proprio il nuovo entrato al 50' lascia partire un tiro al volo che il portiere para in due tempi. Esce pure Pecorini, al suo posto Pafumi. I padroni di casa mettono la gara sul nervosismo e interrompono il gioco con continue simulazioni di infortuni che fanno minuti importanti. Al 65' calcio di punizione di Coriolano, testa di Canini e palla in rete, ma l'arbitro inspiegabilmente annulla, per un fuorigioco inesistente. Il Vizzini si chiude tutto nella propria metà campo e alla prima occasione colpisce in contropiede, lancio dalle retrovie, scatto dell'attaccante locale e tiro in rete, Noto battuto e 2 a 0. Al 70' altrà occasione per il Vizzini, sempre in contropiede, ma stavolta la palla si schianta sul palo. All'80, azione confusionaria in area del Vizzini, il difensore anticipa Sanfilippo davanti al portiere, ma la palla beffa tutti e finisce in rete. 2 a 1 su Autorete. Il comportamento poco sportivo del Vizzini, con continue simulazioni fa scorrere la partita fino al 95'. La marcia trionfale dell'atletico si ferma qui, ma rimane sempre prima in classifica. La prossima gara si giocherà sempre in trasferta contro l'Inessa a S.Maria di Licodia. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)
 

1011/07 - Acquistato l'attaccante Salvo Valenti. Il forte attaccante, ha già firmato e quindi è a disposizione della rosa atletista. Salvo Valenti ha un passato di tutto rispetto, ha già indossato la casacca dell'Atletico Catania nella seconda parte della stagione 2004-2005, in Promozione.

 

06/11/07 - Atletico Catania, primato senza sconfitte. Atletico Catania sempre più capolista nel girone F del Campionato di Prima Categoria. La formazione catanese, nell' ultimo turno della regular season, ha battuto nettamente (6 - 0 il risultato del confronto), l' Atletico Militello. Per la capolista, l'ennesimo risultato utile della stagione. I rossoblu infatti, vantano un cammino da leader assoluta, avendo inanellato cinque vittorie consecutive, conquistando due pareggi nelle sette partite sin qui disputate. Nessuna sconfitta, dunque, per quella che sembra un'autentica corazzata. << Il nostro obbiettivo è vincere il campionato senza passare dalle forche caudine dei play off >> spiega il presidente Crisafi << La squadra sta giocando bene, il gruppo è compatto, abbiamo dei tifosi splendidi che ci seguono con grande passione sia in casa che in trasferta. Insomma, sembrano esserci tutti i requisiti per raggiungere a fine campionato la promozione >>. Non mancano comunque, nel girone F squadre blasonate che puntano al vertice. << La concorrenza per la vittoria finale è agguerrita, ma noi abbiamo allestito una squadra per vincere >>. Quali sono le squadre che possono concorrere con l'Atletico Catania per la vittoria finale ? << Su tutte lo Scordia, ma occhio anche alla Sales e all'ambiziosa D'Annunzio del presidente Tripi, una squadra che abbiamo già incontrato e ci ha creato qualche difficoltà >>. Nelle prossime due partite, sarete impegnati i trasferta a Vizzini e a Santa Maria di Licodia con l'Inessa: gare insidiose. << Due partite da affrontare con la massima concentrazione: superare indenni queste due trasferte sarebbe importante per il proseguo della stagione >>. La squadra sta comunque andando alla grande, di chi sono i meriti di questo strepitoso inizio di stagione ? << I meriti vanno equamente divisi tra società, squadra e tifosi. Giuseppe Borbone, Piniccio Scardace e Giancarlo Napoli sono i dirigenti che mi affiancano in questo progetto di rilancio dell' Atletico Catania >>. Il tecnico Gaetano Pecorino, contro il Militello, ha schierato i nuovi acquisti Manna e Pafumi: arriverà qualche altro rinforzo ? << Molto probabilmente un attaccante che potrebbe essere l taorminese Palazzolo. Ringrazio - conclude il presidente atletista Crisafi - tutti i giocatori per il grande impegno mostrato in queste prime sette giornate di campionato: dobbiamo continuare così, l'Atletico Catania, se dovesse continuare a giocare in questo modo meriterebbe ben alte categorie >>. (dal giornale "La Sicilia")

 

05/11/07 - L'Atletico Catania allunga con una valanga di gol. Superba prestazione della capolista Atletico Catania che fa un sol boccone del malcapitato Atletico Militello. Nel primo tempo regna l'equilibrio tra le due squadre, ma l'Atletico Ct. spreca. Nella ripresa la valanga di gol, Con Pecorini e Sanfilippo che mettono a segno la personale doppietta. In rete anche il difensore Canini e il centrocampista Manna. (dal giornale "La Sicilia")

 

04/11/07 - L'Atletico Ct. travolge il Militello 6 - 0. L'Atletico Catania archivia la pratica Militello vincendo per 6 a 0 in casa allungando il passo sulle dirette inseguitrici. La vittoria arrivata oggi, seppur contro l'ultima in classifica, è di buon auspicio per le seguenti gare, contro Vizzini e Inessa, entrambi in trasferta. L'Atletico visto oggi, incitato da i calorosi tifosi di fede etnea, ha espresso un buon gioco, andando a finalizzare gran parte delle occasioni avute (specie nel secondo tempo, dove sono arrivate tutte le sei marcature). Il Militello dal canto suo è parsa poca cosa in confronto alla capolista Atletico, la formazione del Militello infatti ha solo subito le azioni dei padroni di casa, andando al tiro una sola volta in 90 minuti. L'Atletico comincia la gara con un 4-4-2, tra i pali Noto non ce la fa e tocca nuovamente a Bonomo, in difesa Leonardi e Platania supportati dai 2 terzini Aliquò e Bonanno, a centrocampo Canini, Coriolano, Finocchiaro e Manna, in avanti il duo Pecorini - Sanfilippo. Il Militello parte bene i primi 10 minuti, infatti la prima azione è proprio loro, affondo del n.10 che salta Platania ma il suo tiro finisce di poco a lato. Da quel momento in poi è solo Atletico. Al 16' l'arbitro non vede un fuorigioco di 6 metri di Pecorini, quest'ultimo ne approfitta trovandosi a tu per tu col portiere, ma Pecorini clamorosamente sciupa tirando a lato. Nei minuti a seguire ci prova Coriolano più volte dalla distanza ma il tiro si perde alto. Nuovo lancio di Coriolano al 25' per Pecorini che colpisce al volo ma la palla fa la barba al palo. al 35' è ancora Pecorini a trovarsi defilato sulla destra e a colpire un pallone al volo calciato da Coriolano, ma la sfera si perde nuovamente a lato. Finisce così il primo tempo. 0 a 0. Nella ripresa entra Aiello, al posto di Aliquò, Pecorino trasforma il 4-4-2 in 3-5-2, Aiello va a fare l'esterno di centrocampo. Al 47' lancio di Coriolano e stavolta Pecorini al volo può siglare la rete che porta l'Atletico in vantaggio. Esulta Pecorini sotto la tribuna, sotto l'incessante supporto dei sostenitori Atletisti. 1 a 0. Passano 5 minuti e Coriolano va a calciare un corner, sul corner colpo di testa di Canini che fa 2 a 0. Un due a zero che spezza le gambe alla formazione Militellese, che al 56' si vede fischiata un rigore contro per un fallo subito da Pecorini in area. Dal dischetto va Sanfilippo che sigla il 3 a 0. Al 63' nuova azione atletista, Pecorini salta un paio di avversari e di prima intenzione scarica la palla in rete, 4 a 0. L'Atletico visto in questi minuti sembra una macchina da gol, infatti qualche minuto più tardi arriva pure il 5 a 0, autore Sanfilippo, che si smarca in area e lascia partire un tiro che si deposita in fondo al sacco. Al 73' c'è gloria anche per Davide Manna, che salta in dribbling 3 avversari e a tu per tu col portiere non può far altro che siglare il sesto gol per l'Atletico. 6 a 0. A questo punto l'Atletico contiene gli avversari e porta a casa questa importante vittoria che le consente di allungare sulle dirette inseguitrici. La prossima giornata vedrà l'Atletico affrontare il Vizzini in trasferta. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 
29/10/07 - L'Atletico Ct. vince in rimonta e consolida il primato. L' Atletico Catania, sostenuto da un gran numero di tifosi, espugna il campo di Carlentini, al termine di una gara combattuta. L' incontro era cominciato bene per i padroni di casa, al bersaglio con Volo. Ma gli ospiti nel volgere di mezz'ora riuscivano a capovolgere il risultato grazie a due reti di ottima fattura di Sanfilippo e Leonardi. (dal giornale "La Sicilia")
 
28/10/07 - L'Atletico Ct. vince e rimane solo in vetta. Un Atletico Catania sprecone espugna il campo di Carlentini vincendo per 2 a 1 contro la formazione locale. L'Atletico Catania seguito da un caloroso pubblico di fede atletista ha saputo gestire la partita e portare a casa i tre punti, fondamentali per mantenere la testa della Classifica. In Settimana si sono aggregati al gruppo, Massimo Pafumi (ex Viagrande e Fiumefreddo) e il forte centrocampista Davide Manna (ex Misterbianco) classe 83'. L'Atletico Catania visto oggi è sembrato più fluido nelle azioni e finalmente ha espresso un pò di gioco. Mister Pecorino cambia modulo rispetto alle precedenti partite, ritornando al vecchio 4-4-2; schierando tra i pali Bonomo, (che sostituisce Noto coinvolto in un incidente stradale qualche ora prima della partita, fortunatamente niente di grave), in difesa ritorna Bonanno, Leonardi, Platania, e Aliquò, a centrocampo Canini, Pafumi, Coriolano e Finocchiaro, in avanti Sanfilippo e Pecorini. L'Atletico parte bene fin dai primi minitu e pressa gli avversari a ridosso della loro metà campo. Il Carlentini si dimostra squadra tosta, e non lascia molti spazi alla formazione Etnea. Al 10' sono i padroni di casa a guadagnarsi un calcio di punizione dal limite, parso molto dubbio, il tiro viene respinto da Bonomo che non trattiene e subisce l'1 a 0 sulla seguente ribattuta. L'Atletico si scuote e dopo 3' minuti trova il pari; angolo di Coriolano e spizzicata vincente di Sanfilippo che sigla l'1 a 1. Al 15' bella azione di Coriolano, che fraseggia con Canini il cui tiro finisce tra le braccia del portiere. Nei minuti seguenti ci prova ancora Coriolano con una serie di tiri, che però non impensieriscono più di tanto il portiere. Al 32' altro calcio d'andolo di Coriolano e stavolta è Leonardi a firmare il 2 a 1. Per Leonardi continua il suo gran momento di forma, 3 gol in sei partite, e per un difensore son tanti! la possibilità del match ball arriva al 40' quando un cross di Finocchiaro pesca solo Bonanno che in corsa colpisca troppo forte di testa e la palla si perde di poco alta. Finisce così il primo tempo. Nella ripresa l'Atletico tiene duro e contiene gli avversari, ma nei primi 20' minuti è più il nervosismo a far la partita che le occasioni da rete. Il Carlentini è poca cosa e cerca di sorprendere Bonomo con tiri dalla distanza, ma senza essere tanto pericoloso. Esce Pecorini entra Acciarito, e qualche minuto più tardi Esce Sanfilippo per Tomaselli. L'Atletico si rende pericoloso in contropiede e proprio con Acciarito sfiora il gol del KO, lancio di Coriolano e al volo Acciarito calcia in porta, pallone di poco a lato. All'85' cross di Finocchiaro e colpo di testa di Tomaselli, che colpisce il palo. C'è spazio pure per Manna nel finale che rileva un esausto Pafumi. Ma il risultato non cambia. Atletico batte Carlentini 2 a 1. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)
 
21/10/07 - Pareggio in casa. La Matricola D'Annunzio ferma la capolista Atletico Catania con uno scialbo pareggio per 0 - 0. L'Atletico privo di gioco, ha subito il pressing avversario, rischiando anche di perdere la partita. Al "Nino Todaro" ritorna l'entusiasmo e i tifosi, con una cornice di circa 150 spettatori l'Atletico privo di Viglianisi infortunato, scendeva in campo con Noto tra i pali, Leonardi, Platania e Costanzo in difesa, Failla, Dagnino, Coriolano, Finocchiaro e Gazzo a centrocampo, in attacco Pecorini e Acciarito. L'Atletico non c'è, e nonostante l'incoraggiamento dei tifosi non riesce a gestire la partita, la prima azione infatti è degli ospiti, lancio dalle retrovie, l'attaccante della D'Annunzio solo davanti a Noto, prima lo salta, ma poi perde l'attimo e favorisce il recupero di Failla. al 12' sono ancora gli ospiti a tentare il gol, sul corner la girata del numero 10 al volo viene rimpallata da un difensore e deviata fuori. L'Atletico tenta una reazione al 25' su punizione con Coriolano, il cui tiro indirizzato sotto l'incrocio viene deviato da una parata straordinaria del portiere. Sugli sviluppi del corner seguente cross di Acciarito e Pecorini butta in rete la palla con la mano. L'arbitro se ne accorge, annulla il gol e lo ammonisce. Al 40' Acciarito ci prova dalla distanza, ma il tiro viene parato a terra dal portiere in due tempi. Finisce il primo tempo. 0 a 0. Nella ripresa esce Dagnino, entra Aliquò. L'Atletico sembra avere un pizzico di cattiveria in più, ma la squadra non ha gioco, e tenta sempre lanci lunghi che finiscono sempre tra i piedi degli avversari. Al 55' ci prova Coriolano dalla distanza ma il portiere devia in corner. Azione fotocopia 3 minuti più tardi, con lo stesso Coriolano che tenta la rete. Entra Tomaselli per Acciarito, ma la partita non cambia. Al 63' corner per la D'Annunzio a porta vuota il n.16 cicca incredibilmente il pallone e la palla esce fuori. Esce pure Coriolano, stanco, al suo posto Sanfilippo. Pecorino tenta il tutto per tutto col tridente. All'80' punizione da 20 metri, parte Pecorini e palla che si stampa sulla traversa, sulla ribattuta Platania spara il pallone in curva. 83' altro calcio d'angolo girata al volo di Tomaselli e pallone che va a far compagnia a quello calciato da Platania 3 minuti addietro. all'86' ci prova la D'Annunzio da oltre 30 metri, con un tiro che stava per beffare Noto, fortunatamente la palla si perde a lato. L'Ultima occasione al 94' è per la D'Annunzio, su calcio di punizione il tiro finisce di poco a lato, col pallone che fa la barba al palo. A fine partita i tifosi contestano l'allenatore per l'operato, e per il "gioco" espresso, se così si può definire. Finisce 0 a 0, ma l'Atletico mantiene ugualmente il primato in classifica vista la sconfitta dello Scordia con la Sales. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)
 

13/10/07 - L'Atletico Ct. conferma il suo primato. L'Atletico Catania ottiene il massimo col minimo sforzo, battendo per una rete a zero la formazione del Tremestieri rafforzando sempre più la prima posizione in classifica. L'Atletico sotto una pioggia battente nel primo tempo ha ben impressionato, facendo vedere grandi manovre di gioco. Il più vivace sicuramente è stato Acciarito. Mister Pecorino opta nuovamente per un 3-5-2, proprio come domenica scorsa e schiera tra i pali Noto, in difesa Costanzo, Platania e Leonardi, a centrocampo Finocchiaro, Coriolano, Gazzo, Failla e Viglianisi, in attacco la coppia Pecorini-Acciarito. Dopo alcuni minuti di studio, l'Atletico prende in mano l'incontro, al primo affondo al 13' corner di Coriolano, testa di Acciarito e sulla ribattuta del portiere si avventa Platania che firma l'uno a zero. Comincia a piovere, e il terreno si fa pesante, ma l'Atletico continua a pressare gli avversari. Altro corner al 20' e stavolta il colpo di testa di Leonardi finisce di poco a lato. I padroni di casa tentano di sorprendere gli ospiti con rapidi contropiedi, ma la difesa Atletista si dimostra sempre attenta. Al 30' un lancio dalle retrovie pesca in velocità Failla che tenta di anticipare il portiere di casa, ma il pallone finisce qualche metro sopra la traversa. Al 45' azione centrale da parte di Acciarito, che passa il pallone a Coriolano il cui bolide finisce di poco alto. Finisce così il primo tempo. Finisce pure di piovere e all'inizio della ripresa la partita sembra addormentarsi. Il Tremestieri non punge più di tanto e l'Atletico Catania tenta rapide ripartenze con Acciarito e Pecorini. All'54' ci prova Failla a sorprendere il portiere, ma il tiro troppo angolato si perde a lato. al 64' ci prova Coriolano direttamente su punizione ma il suo tiro finisce a lato. Punizione fotocopia dopo 2 minuti con protagonista sempre Coriolano. al 73' esce Failla per Bonanno, cambiando il modulo della squadra, e ritornando al classico 4-4-2. Al 30' esce Pecorini applaudito dal pubblico, al suo posto Sanfilippo. Dopo 2 minuti esce pure Acciarito, ed entra Canini, ritornato in squadra nelle ultime ore. La partita scivola così fino al 95' e l'arbitro decreta la fine dell'incontro, consegnando all'Atletico il primo posto e i tre punti. La prossima partita sarà proprio contro la D'annunzio FC al "Nino Todaro" di S.A. Li Battiati, calcio d'inizio alle ore 15.30. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 
07/10/07 - L'Atletico Ct. sale in vetta alla classifica. L'Atletico Catania vince l'importante match con la capolista Biancavilla e si piazza in vetta alla classifica e da un forte segnale alle dirette concorrenti. Questa vittoria, che definiamo schiaccia crisi, arriva dopo una settimana travagliata e piena di polemiche tra tifosi e società. L'Atletico Catania dal canto suo ha dato tutto quello che aveva in campo e i tifosi apprezzano quel che di buono ha fatto. Pecorino opta all'inizio ad un sorprendente 3-5-2 e schiera tra i pali Noto, in difesa Leonardi, Gazzo e Costanzo, a centrocampo Failla, Coriolano, Galvagna, Viglianisi e Finocchiaro, in attacco il tandem Acciarito - Pecorini. Dalle prime battute di gioco è tutto un altro Atletico, e si vede, dalle tribune si ammira un pò di gioco, gioco che fino ad oggi era mancato. I Tifosi decidono di scioperare 45 minuti, ma gli undici di Pecorino sanno che la partita è troppo importante e anche senza l'incoraggiamento del pubblico al 15' riescono a passare al primo affondo. Punizione di Coriolano all'altezza della bandierina, sbuca Leonardi e insacca l'1 a 0. Passano 5 minuti e Coriolano, servito da Pecorini, lascia partire un bolide che si stampa sull'incrocio dei pali. al 30' è Pecorini a farsi spazio nell'area di rigore avversaria, lascia partire un tiro che miracolosamente il portiere ospite devia in angolo. Gli ospiti dal canto suo tentano la via del gol con dei tiri da lontano che mai impensieriscono il portiere Noto. Al 37' si fa male Galvagna (probabile stiramento al quadricipite), al suo posto Platania, che si posiziona al centro della difesa, facendo avanzare leggermente Gazzo. Nell'intervallo Tifosi e Società chiariscono gli equivoci e tutto torna alla normalità. Torna il colore, e il tifo che è mancato per i primi 45 minuti, e al primo coro, al 46' lancio dalle retrovie, stop a seguire di Pecorini e tiro in rete.. è il 2 a 0 !. La partita va via così, al 60' doppio giallo per il n.11 del Biancavilla che anticipa la doccia. Il Biancavilla tenta il tutto per tutto, buttando dentro anche Mirabella, che dopo 10 minuti lascia il campo per infortunio. all'80' il Biancavilla usufruisce di un calcio di rigore, giustamente concesso dall'arbitro per atterramento di un attaccante in area. Sul discetto va il n.10, pallone da un lato, portiere dall'altro. L'incontro scivola via così, tra liti e scaramucce in mezzo al campo e in tribuna, dopo 6 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine dell'incontro, regalando all'Atletico Catania il primo posto. La prossima partita vedrà schierarsi l'Atletico contro il Tremestieri. Calcio d'inizio alle ore 15.30, sabato 13 Ottobre. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)
 

29/09/07 - Pareggio in trasferta. L'Atletico Catania, nell'anticipo della seconda giornata di campionato inceppa in quel di Misterbianco non andando oltre il pareggio. Dobbiamo dire che il pareggio sta stretto alla formazione atletista che ha tentato il tutto per tutto a portare a casa i tre punti. L'Atletico scende in campo con Noto tra i pali, in difesa Bonanno, Platania, Leonardi e Gazzo, a centrocampo Viglianisi, Galvagna, Coriolano e Finocchiaro, in avanti Pecorini e Acciarito. La partita specie all'inizio non offre molte emozioni, anzi! Il primo tiro in porta lo fa Coriolano, dopo 22 minuti di gioco, direttamente su calcio di punizione che si perde sul fondo. Al 24' un incursione di Roberto Gazzo e il conseguente atterramento fa pensare al rigore, ma l'arbitro lo richiama e lo ammonisce per simulazione. Al 30' è Orofino del Misterbianco a impegnare Noto su un calcio di punizione calciato magistralmente. Sull'angolo seguente mischia e doppia ribattuta salvata sulla linea da Noto. Finisce così il primo tempo. La ripresa comincia con il Misterbianco in avanti, ma è l'atletico a passare. Corner di Coriolano e testa di Leonardi. 0 a 1! è il 16' minuto. Esce Acciarito, entra Costanzo. Passano 2 minuti e Pecorini ha l'occasione buona per chiudere l'incontro, ma solo davanti al portiere il pallonetto è troppo debole e la palla finisce tra le braccia del portiere. Tra i padroni di casa entra Munzone (ex Atletico Catania), e dopo neanche 10 minuti dall'ingresso in campo segna l'1 a 1. Cross dalla destra, Noto si fa scappare la palla dalle mani,e Munzone a porta libera segna l'1 a 1. La partita scivola così fino al 90', ma le emozioni non sono finite, al 94' azione convulsa a centrocampo, palla a Finocchiaro che scatta sul filo del fuorigioco, sono in 4 contro il portiere, Finocchiaro egoista prova la conclusione e pallone sulle stelle. Finisce così la partita al triplice fischio dell'arbitro. Misterbianco 1, Atletico Catania 1. La prossima partita vedremo l'Atletico contro la Cometa Biancavilla in casa, calcio d'inizio alle ore 15.30.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

23/09/07 - Prima importante vittoria. L'Atletico Catania batte lo Scordia 2 a 1 e inizia la stagione nel migliore dei modi. Dopo un incontro acceso, nervoso e combattuto, gli undici di mister Pecorino sono riusciti ad imporre il loro gioco e a portare a casa i tre punti. L'Atletico Catania scende in campo con la sua formazione migliore; tra i pali Noto, la linea difensiva composta da Gazzo, Leonardi, Platania e Bonanno, centrocampo con Viglianisi, Galvagna, Coriolano e Finocchiaro, e il tandem d'attacco Pecorini - Acciarito. L'Atletico parte bene, ma non punge più di tanto la retroguardia ospite, sempre attenta e ordinata a fermare le azioni offensive dell'Atletico. Per vedere il primo tiro in porta dobbiamo aspettare il 15', quando Coriolano al volo da fuori area tenta il tiro, che però finisce tra le braccia del portiere. L'Atletico incoraggiato sempre più dai suoi tifosi gestisce la partita, ma lo Scordia non sta mica a guardare, infatti al primo affondo colpisce: lancio lungo dalle retrovie, stop di tacco di Monteleone e Noto battuto sul primo palo. 0 a 1. Cala il silenzio al "Nino Todaro" dove il gol inaspettato getta nello sconforto i tifosi atletisti. Siamo al 23'. L'Atletico cerca di reagire e proprio al 30' trova il pari. Punizione conquistata da Acciarito al limite dell'area di rigore, batte Coriolano con un passaggio filtrante per la corrente Gazzo, tiro e portiere battuto; 1 a 1 per la gioia dei tifosi. Finisce così il primo tempo. Nel secondo tempo lo Scordia tenta di costruire gioco e azioni, ma Vitellino oggi non è in vena e spreca occasioni e occasioni perdendo sempre palla. Al 15' l'Atletico conquista un corner, cross di coreolano e colpo di testa di Acciarito che si perde sul fondo. Al 20' Atletico vicino al gol con una punizione di Coriolano deviata da un difensore e palla che scheggia la traversa. Sul corner seguente, cross di Coreolando, spizzica Bonanno e tutto solo Pecorini fa 2 a 1.Siamo al 22'. Esplode di gioia il "Nino Todaro" con Pecorini che corre sotto la tribuna a dedicare il gol ai tifosi. da qui il via alle sostituzioni, esce Acciarito per Canini, Coriolano per Costanzo e Pecorini per Sanfilippo. Fino al 95' è solo monotonia e lanci lunghi, con l'Atletico che spazza via il pallone, e gioca in contropiede, riuscendo a sfruttare l'esperienza di Galvagna e Coriolano l'Atletico riesce a vincere questa importantissima partita e portare a casa la vittoria.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 
16/09/07 - L'Atletico passa il turno. Al campo Comunale "Nino Todaro" di S. Agata Li Battiati, l' Atletico Catania imbottito di giovani passa il turno nonostante la sconfitta per 1 - 0. (la partita di andata era finita 3 - 1 per l' Atletico). La formazione atletista ha tenuto a riposo i titolari in vista dell' esordio in campionato di domenica prossima in casa contro lo Scordia.
 

12/09/07 - Diramato il nuovo girone F di Prima Categoria. L' Atletico Catania 2007/08 si scontrerà contro le seguenti squadre:

 U.S.D. Atletico Catania
 A.S. Atletico Militello
 A.S.D. Carlentini
 A.S.D. Cometa Calcio Biancavilla
 A.S.D. D'Annunzio Football Club
 A.S.D. Francofonte
 Pol. Inessa
 A.S. Mineo
 F.C.D. Misterbianco
 A.S.D. Real Paternò T.Fazio 2006
 P.G.S. Sales
 S.S. Scordia
 F.C. Tremestieri Etneo A.S.D.
 Vizzini Nuova A.P.D.

Evitato fortunatamente il girone di Ragusa dove militano Vittoria e il forte Ragusa. L' Atletico Catania attende quindi la composizione dei calendari che dovrebbero uscire nei prossimi giorni. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

09/09/07 - Vittoria 3 - 1 in Coppa Sicilia. L' Atletico Catania non fallisce la prima uscita stagionale vincendo per 3 a 1 sul campo del Tremestieri nell'incontro valido per la Coppa Sicilia. L'Atletico Catania ha dato spettacolo gestendo la partita per gran parte dei 90 minuti. L'Atletico Catania schierava in porta l'esperto Mario Noto, sulla linea difensiva agivano sulle fasce Bonanno e un juniores classe '89 (nome non pervenuto) e centrali Leonardi e Costanzo; a centrocampo Galvagna e Coriolano centrali e Dagnino e il n. 4 sulle fasce a supporto degli attaccanti Pecorini ed Acciarito. L'Atletico passa dopo appena 40 secondi; calcio d'angolo di Coriolano e autorete del difensore di casa. 1 a 0. Passano solo 8 minuti e Coriolano lancia il solito Pecorini che con un perfetto pallonetto fa 2 a 0. Il Tremestieri sembra aver accusato il colpo, ma Acciarito non ne approfitta e al 15' tira a tu per tu con il portiere addosso a quest'ultimo. Al 20' il Tremestieri trova il gol con un tiro dalla trequarti che trova impreparato il portiere Noto. 2 a 1. Fino al 45' l'Atletico trascinato da un eccellente Coriolano viene bloccato più volte dall'arbitro per fuori giochi inesistenti. Nella ripresa comincia il valzer delle sostituzioni: esce il n. 4 ed entra Sanfilippo. Al 10' della ripresa è il palo a dire di no a Pecorini che con un perfetto pallonetto non riesce a insaccare in rete. Entra al 15' Canini al posto di un ancora imballato Acciarito. Al 30' assolo di Pecorini in area di rigore, tiro di Sanfilippo salvato sulla linea. Al 40' lancio di Coriolano e tiro al volo di Pecorini che fa 3 a 1. La partita finisce così tra gli applausi dei sostenitori atletisti che hanno incitato la squadra dal 1' minuto al 90'. Il ritorno si giocherà giorno 16 Settembre al "Nino Todaro" di S.A.li Battiati alle ore 16:00. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 
05/09/07 - Domenica primo impegno ufficiale in Coppa Sicilia. Primo test importante per l' Atletico Catania che andrà ad affrontare il primo turno di Coppa Sicilia contro il Tremestieri. Per la formazione atletista è bene cominciare col piglio giusto la gara, e portare a casa la vittoria. Ovviamente l'Atletico Catania oltre a puntare alla vittoria del campionato, punta pure alla coppa; quindi gli 11 di Pecorino tenteranno il tutto per tutto per portare a casa la vittoria. Tremestieri - Atletico Catania si giocherà quindi giorno 9 Settembre alle ore 16, al comunale di Tremestieri Etneo. L'anno scorso il campo di Tremestieri portò male alla formazione atletista, dove gli episodi negativi e le sviste clamorose arbitrali fecero ribaltare il punteggio di 1 a 0 per l'atletico in 1 - 2 per il tremestieri nel giro di 2 minuti (92' e 94'). Quindi sicuramente l'Atletico scenderà in campo ancor più agguerrito. Sugli spalti ritorna il gruppo Azione Ultrà, che però anticipiamo che per quest'anno lo striscione non verrà esposto, per decisioni all'interno del gruppo. Però si prevede un grande incitamento e grande colore da parte dei tifosi.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)
 

01/09/07 - Ufficializzato il cambio di denominazione. Nel comunicato di lega di giorno 30 Agosto viene ufficializzato il cambio di denominazione da S.Agata li Battiati ad USD Atletico Catania. L'amichevole invece tra Atletico Catania e S.Pio X, al "Nino Todaro" di S.A.Li Battiati è terminata  1 - 1. L'Atletico subisce la rete dello svantaggio nel primo tempo; la reazione atletista si avverte subito dopo il gol, con Galvagna che su calcio di punizione colpisce il palo. Nella ripresa il gol arriva grazie ad un cross arrivato dalla destra e finalizzato da Coreolano, nuovo centrocampista aggregatosi alla squadra da qualche giorno. Sempre Coreolano sfiora il gol della vittoria direttamente su punizione colpendo la traversa. finisce così 1 ad 1, e si avvertono i primi segni di gioco. Nelle prossime giornate mister Pecorino si concentrerà sulla tattica e su esercizi di velocità, per scaricare i duri lavori atletici di queste due settimane. Da segnalare la prestazione di Coreolano che ha disputato una gara veramente eccellente, dettando i tempi a centrocampo e servendo i compagni con lanci precisissimi. Un ottimo giocatore che è fondamentale per l'Atletico. Ci auguriamo che la società non se lo faccia scappare. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

30/08/07 - Amichevole a S.Gregorio. L' Atletico Catania oggi a S.Gregorio ha pareggiato 1 - 1 in amichevole contro il S.Gregorio (promozione girone C), per gli etnei la rete è stata segnata dal bomber Pecorini su calcio di rigore.

 

28/08/07 - Continua la preparazione. L' Atletico Catania supportato giorno per giorno dai tifosi, continua la sua marcia verso il campionato, continuando una preparazione molto faticosa agli ordini del preparatore atletico Mirabella e mister Pecorino. In questi giorni si sono aggregati al gruppo altri Juniores, che verranno testati e messi alla prova dal mister. Aggregato pure Dagnino, classe '90 che già l'anno scorso aveva acquisito qualche presenza con la maglia atletista. La squadra sta lavorando in questi giorni sopratutto sulla tenuta fisica; corsa, scatti e scalini infatti sono i principali esercizi che mister Mirabella sta imponendo agli atleti. La società comunica inoltre che la campagna abbonamenti si è aperta e chiunque vuole può acquistare l'abbonamento al costo di 50 €uro. L'Amichevole che doveva svolgersi giorno 30 Agosto al "Nino Todaro" di S.A.Li Battiati alle 19, contro la Virtus Catania dell'ex presidente Gianfranco Vullo, è stata rinviata a data da destinarsi, per l'indisponibilità della Virtus in tale data.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

21/08/07 - Nuova denominazione : U.S.D. Atletico Catania. Dopo la presentazione ai tifosi di ieri, i giocatori hanno svolto il primo allenamento agli ordini di Mister Pecorino e il preparatore atletico Mirabella. I Giocatori, incoraggiati da una rappresentanza di tifosi sulle tribune del Nino Todaro hanno lavorato sulla resistenza ed esercizi di streatching. Oggi erano presenti tra gli ex, Galvagna, Canini, Pecorini, Bonanno, Tomaselli e Platania. Tra i nuovi Tony D'Amore, Acciarito, Mario Noto e un gruppo di juniores, che hanno giocato in campionati di eccellenza nelle scorse stagioni. Assenti Sanfilippo, Marino, Leonardi e Gazzo. La Dirigenza inoltre ha comunicato che in giornata odierna è arrivato l'ok dalla lega per il cambio di denominazione; quindi le voci di corridoio che si erano divulgate in questi giorni sono state immediatamente smentite. La società inoltre comunica che Giovedì 30 Agosto, sempre al comunale "Nino Todaro" di S.A.Li Battiati ci sarà la prima amichevole della stagione contro la Virtus Catania.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

26/07/07 - Atletico Catania - Gela  0 : 2. L' amichevole, che doveva disputarsi venerdì, è stata anticipata ad oggi e l'Atletico Catania è stato sconfitto per 2 a 0 contro il Gela. La formazione atletista con un organico ancora da completare, contro una formazione che disputerà il prossimo campionato di serie C2, ha disputato un buon incontro e ha colpito pure un palo su punizione nel primo tempo, che si era concluso sullo 0 a 0. Nel secondo tempo il Gela segnando due reti con Monastra al 14' e al 40' si aggiudicava l'incontro. L' Atletico, allenato da Pecorino, è sceso così in campo : Orlandi, Gazzo, Leonardi, Licantri (1' s.t. Pettinato), Scordo, Federici (1' s.t. Acciarito), Riccobene, Bonomo, Grasso, Palazzolo (1' s.t. Tomaselli), Percipalle.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

25/07/07 - Venerdì 27 prima amichevole contro il Gela. La presentazione ufficiale della squadra che doveva svolgersi giorno 27 Luglio alle ore 20:00, al ristorante "La Villetta" di S.Agata li Battiati è stata rinviata alla prossima settimana, a data da destinarsi, perchè lo stesso giorno la squadra Atletista è impegnata in un amichevole contro il Gela, alle ore 17 sul campo di NICOLOSI. Tra i giocatori che scenderanno in campo ci sarà Mario Noto, Ciccio Alì, Domenico Leonardi, Nico Pecorini, Turi Galvagna e altri giocatori. Quindi Giorno 27 Luglio, ore 17 a Nicolosi : Atletico Catania - Gela.  (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

23/07/07 - Novità in casa Atletico Catania. L'Atletico Catania in questi giorni si sta muovendo sul mercato con grande vivacità, grazie al Presidente Crisafi, si sono aggiunti alla rosa grandi nomi importanti. Nella riunione dell'11 Luglio, con i tifosi, il Presidente ha illustrato il programma della stagione, ed ha comunicato i giocatori che fanno gia parte della rosa e quelli che ancora si stanno contrattando. Crisafi ha elencato i giocatori che già fanno parte della rosa, essi sono: Arnaldo Santoro, lo scorso anno capitano dell'Acicastello, il fortissimo portiere Mario Noto che nelle stagioni passate ha militato nel Fiumefreddo in Promozione vincendo pure il campionato, il centrocampista Roberto Gazzo, con tante presenza in eccellenza, il giovane terzino Sebi Alì, l'ala sinistra Clemente, il forte difensore ex Atletico Catania 2001/02 Peppe Cascio, il fortissimo attaccante Acciarito che però ha offerte dal campionato interregionale di Serie D, e infine acquistato anche un portiere classe '89 dall'Acireale. Illustrate poi ai tifosi le maglie della stagione in anteprima, vi preannunciamo che ci saranno solo 2 maglie, una classica blu, con la striscia rosso-blu al petto e una verde-fuxia. Confermato inoltre l'accordo con la società di abbigliamento Agla, che veste la società della Reggina in serie A. Di conseguenza verrà aperta nel sito www.mondoatletico.altervista.org una sezione (Atletico Catania Point) dedicata alla vendita di materiale, per privilegiare i tifosi dell'Atletico fuori sede. Per quanto riguarda l'ingresso allo stadio per tutta la stagione si dovrà pagare il biglietto, di €uro 5, che serviranno da autofinanziamento per la società. Per chi volesse invece abbonarsi, il costo dell'abbonamento è di 50€, e comprende 13 Partite + 2 di Coppa Sicilia (in regalo). Dal lato della tifoseria invece, c'è grande entusiasmo e grande voglia di riscattare le brutte stagioni passate in precedenza, c'è grande volontà e grande impegno nel portare a termine questo progetto, e conquistare la promozione. La presentazione ufficiale della squadra, la rosa al completo e la presentazione ufficiale delle maglie avverrà giorno 27 Luglio alle ore 20:00, al ristorante "La Villetta" di S.Agata li Battiati. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 

 

Home page