Home page

News

 

 29/03/09 - L'Atletico Ct. rimane in PROMOZIONE. Dopo una stagione travagliata l'Atletico Catania riesce a salvarsi quest'oggi riuscendo a vincere l'ultima gara stagionale contro l'Usa Sport Caltagirone per 3 a 1. Visto il pareggio di S.Gregorio e Moticea l'Atletico può festeggiare la permanenza in Promozione! Un Atletico Catania arrembante e combattivo come non mai, ha dominato l'incontro dal primo fino all'ultimo secondo senza mai mollare, neanche dopo il momentaneo pareggio ospite. Un Atletico Catania che conquista meritatamente questa salvezza dopo un girone di ritorno entusiasmante ma per certi versi anche combattuto. L'Atletico Catania visto quest'oggi scendeva in campo con un 4-4-2 con Noto tra i pali, Aliquò, Cascio, Leonardi e Fichera in difesa, Galvagna, La Porta, Merola e Coriolano a centrocampo, Passanisi e Ventura in attacco. Con mister Contarino vanno in panchina Sciuto, Giuffrida, Fontanot, Wanausek, Greco, Grasso e Tricomi. L'Usa risponde con Carobene, Sottile, Aleo, Scimonetti, Ausilio, Mancuso, Giacuinta, Ruscica, Manzella, Dolce N. e Spitale. In panchina vanno La Terra, Falcone, Dolce G., Donato, Sinatra, Di Benedetto e Lanza. Arbitra il sig. Gambuzza di Siracusa, coadiuvato da Pantò e Cimino di Siracusa. Passano appena 30 secondi e un lancio di Coriolano pesca Ventura che al volo conclude a rete, gran parata di Carobene in corner. Sul corner va Coriolano, cross perfetto e incornata di Ventura, e palla in RETE!!! 1 a 0! Esplode la gioia del pubblico! Al 6' Passanisi si fa spazio sulla desta e crossa un pallone-0 per Ventura che di testa sfiora il gol. Al 10' al primo affondo dell'Usa tiro sporco di Aleo, deviato tra la selva di gambe atletiste e palla in rete! 1 a 1! La reazione dell'atletico avviene al 25', corner di Coriolano e colpo di testa di Ventura con la parata di Carobene. Al 26' ci prova Passanisi con un tiro debole che si perde a lato. Al 28' ammonito Merola. La gara è combattuta dalle due squadre a centrocampo, e non succede nulla fino al 45', tranne da segnalare l'ammonizione ad Aleo per simulazione che in area Atletista si lascia cadere senza esser toccato. Finisce così il primo tempo: Atletico Catania 1 - Usa S.Caltagirone 1. La ripresa si riapre subito bene per l'Atletico, infatti dopo appena 30 secondi Ventura viene atterrato in area! E' Calcio di Rigore! Viene ammonito Dolce per proteste. Sul dischetto va Daniele Coriolano, che con freddezza ed esperienza spiazza Carobene! RETE!!! Atletico Catania 2 - Usa Caltagirone 1! Al 50' ammonito La Porta.Al 57' entrano Lanza e Falcone per Aleo e Giacuinta. Al 63' esce Ventura per Greco. Al 64' cross di Aliquò e tiro al volo di Galvagna, Alto! Al 67' Passanisi si invola verso la porta avversaria e con un diagonale perfetto batte il portiere ospite e palla in RETE!! Atletico Catania 3 - Usa S. Caltagirone 1! Al 68' ci prova Coriolano dalla distanza il portiere non trattiene e sulla ribattuta Passanisi fa gol! Ma l'arbitro annulla inspiegabilmente. Esce Ausilio entra Sinatra. Al 78' ci prova Merola dalla distanza, palla alta sopra la traversa! All'80' esce Merola per Fontanot. E all'87 esce La Porta per Grasso. L'Arbitro assegna 5 minuti di recupero. In questi 5 minuti di recupero non succede più nulla, e invasione dei tifosi in campo per festeggiare questa salvezza che solo qualche mese fa sembrava insperata! A Fine gara festeggiamenti negli spogliatoi, la squadra dedica questa salvezza al Presidente Crisafi e la società come afferma capitan Benny Cascio << Questa salvezza è dedicata al presidente, società e tifosi! Ce l'abbiamo messa tutta per regalare soddisfazioni al nostro pubblico che ci ha sempre seguito e alla fine li abbiamo ripagati>>. Entusiasmo alle stelle anche per il DS Santo Palma che alla fine afferma <<eravamo con un piede retrocessi a dicembre ed adesso siamo salvi! Adesso godiamoci la vittoria e questa salvezza, per poi costruire un futuro più consono al nome Atletico Catania >>. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 27/03/09 - Il DS Santo Palma: Ci serve il pubblico. Dopo l'importante vittoria di domenica dell'Atletico Catania contro il Misterbianco, in casa atletico si respira aria di concentrazione e voglia di fare bene nell'ultima giornata di campionato che vedrà l'Atletico opporsi ai calatini dell'Usa Sport Caltagirone. Una sorta di match ball per entrambe le squadre, dove l'Atletico in caso di vittoria sarebbe per l'80% salvo, mentre l'Usa in caso di vittoria parteciperebbe di diritto ai play off, una situazione delicata come afferma il DS Santo Palma, intervistato quest'oggi telefonicamente in esclusiva per il sito Mondoatletico. Direttore, dopo la brillante vittoria contro il Misterbianco adesso arriva l'US Caltagirone, che gara affronteranno i ragazzi di Mister Contarino? << I Ragazzi hanno fatto una gara unica a Misterbianco, sono stati fantastici, abbiamo ribaltato le due reti di svantaggio per poi portare a casa noi i tre punti. Adesso arriva l'US Caltagirone, non è una gara semplice da affrontare, loro puntano a stare nei play off, noi dobbiamo per forza vincere per evitare i play out. E' scontato dire che i nostri ragazzi punteranno solo ed esclusivamente alla vittoria>> Nell'ultima giornata è ancora tutto da decidere, ci sono tante squadre coinvolte nella lotta salvezza, come crede che finirà? << Tra tutte l'Atletico è l'unica squadra a giocare in casa, e tutti sappiamo quanto sia importante il fattore campo. Il S.Gregorio sarà a Caltagirone contro l'Aquila, anche se l'Aquila è già nei play off dovrà fare risultato per non farsi agganciare dalla Ragazzini ed è quindi obbligata a vincere. La Moticea sarà a Catania contro la Ragazzini Generali, gara difficile per la Moticea perchè la Ragazzini è obbligata a vincere per rimanere nei play off, e il Niscemi infine impegnato a S.Croce, con un quest'ultimi ormai sicuri del loro secondo posto, ma non daranno vita facile agli avversari.>> E L'Atletico? <<l'Atletico come dicevo prima disputerà la sua partita più importante di tutta la stagione, sono convinto che vincendo all'80% siamo salvi, proprio perchè una tra S.Gregorio, Moticea e Niscemi non riuscirà a vincere. Ovviamente per vincere abbiamo bisogno del nostro pubblico e dei nostri splendidi tifosi che a Misterbianco sono stati fantastici, incitando la squadra di continuo con cori, e colorando le tribune con fumogeni e bandiere.>> Infatti, proprio i tifosi dimostrano grande attaccamento alla maglia anche in Promozione nonostante il passato in serie C1, che rapporto ha con loro? << Un rapporto sincero con loro e di stima, sono felice che esistano tifosi che seguano l'Atletico nonostante la decaduta dal calcio professionistico, questo è sinonimo di affetto verso una società che sta lavorando molto per regalare loro qualche soddisfazione in più, e verso la maglia dell'atletico che ognuno di loro porta nel cuore.>> E con la società, che rapporto ha? << Io sono arrivato all'Atletico a campionato già iniziato, con una squadra che rischiava la retrocessione, assieme alla società siamo riusciti a fare un salto di qualità, portando la squadra a lottare quest'oggi per la salvezza diretta. La società ha fatto molti sacrifici e per questo è da elogiare, mettendo a disposizione del mister una rosa competitiva per raggiungere una salvezza (insperata all'inizio). Mister Contarino sta svolgendo un lavoro straordinario con i ragazzi, e la squadra si dimostra compatta e affiatata e credo proprio che se ce la mettono tutta non avremo problemi a salvarci.>> Cosa si sente di dire infine per domenica ai tifosi e alla squadra? << Alla mia squadra dico semplicemente di giocare come sa e di vincere dando il 110%, ai miei tifosi chiedo un ultimo sforzo, quello di sostenere la squadra nell'ultima gara della stagione >>. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 15/03/09 - Vittoria in rimonta. Importante vittoria ottenuta quest'oggi per l'Atletico Catania che batte il Misterbianco e si tira virtualmente fuori dalla zona play out, vista la sconfitta del Niscemi in casa per 1 a 0. Atletico Catania che dovrà giocare tutte le sue possibilità di salvezza domenica con l'U.S.Caltagirone, vincendo infatti gli etnei sarebbero salvi senza passare dai play out, condannando Pachino e Niscemi agli spareggi. L'Atletico Catania quest'oggi porta a casa 3 punti importantissimi, frutto di una partita combattuta e altalenante di emozioni. Le due squadre prima del calcio d'inizio si presentavano così: per il Misterbianco tra i pali Saglinbene, in difesa Caruso, Buzzanga, Spartano e Fazio, a centrocampo Arrabito, Rundo, Garofalo, Di Mauro, in avanti l'ex Pecorini e Spadaro. In panchina Giacobbe, Spadafora, Viglianesi, Morabito, Bonaccorsi, Guzzetta e Siciliano. L'Atletico Catania schierava invece Noto, in difesa Aliquò, Fichera, Cascio, Leonardi, a centrocampo Galvagna, Fontanot, Finocchiaro e Coriolano, in avanti Passanisi e Ventura. Con mister Contarino vanno in panchina Sciuto, Ventura Alfio, Giuffrida, La Porta, Greco, Grasso e Tricomi. Arbitra l'incontro il sig. Castorina di Acireale. Circa 100 spettatori, tutti di fede atletista che con fumogeni e cori hanno colorato le tribune del Toruccio La Piana. Parte subito bene il Misterbianco, al 6' Di Mauro si invola sulla sinistra e crossa per l'accorrente Spadaro che davanti a Noto spara alto. Al 13' Corner di Coriolano e colpo di testa di Cascio, ben parato da Saglimbene. Al 19' lancio in profondità per Fontanot che perde l'attimo davanti al portiere e si fa deviare il pallone in corner dal difensore. Al 21' ammonito Fazio del misterbianco per gioco falloso. Al 24' ancora Atletico, azione offensiva condotta da Passanisi che salta un uomo e conclude di poco a lato. Al 26' entra in area Ventura, salta un uomo e dalla destra fa partire un tiro che viene deviato in corner. Al 28' ammonito Galvagna per gioco falloso. Al 39' Spadaro si invola sulla destra, fa partire un cross preciso per la testa di Di Mauro che batte Noto. E' la rete dell'1 a 0 tra il gelo del pubblico. Ammonito Di Mauro dopo il gol per aver tolto la maglia. Esce Spartano per infortunio, al suo posto Guzzetta. Al 41' ancora un cross dalla destra di Spadaro e pallone deviato in corner da Cascio, che rischia l'autorete. Al 44' azione fotocopia a quella precedente dalla destra, colpo di testa di Fazio che batte Noto per la seconda volta. Misterbianco 2 - Atletico Catania 0. Finisce così la prima frazione di gara. Nella ripresa fuori Finocchiaro per l'Atletico Catania, dentro Grasso. Comincia subito bene la formazione atletista, al 47' ci prova Grasso, ma il suo tiro e respinto da Saglimbene. Al 49' cross di Passanisi ma Ventura non arriva a capitalizzare in rete. Al 55' fuori Fontanot, dentro Greco. Per il Misterbianco invece fuori Garofalo e Pecorini, dentro Spadafora e Bonaccorsi. Al 59' punizione dal limite dell'area per l'atletico Catania, alla battuta va Coriolano che con un bolide insacca la rete del 2 a 1! Al 64' lancio per Ventura in area, tutto solo cicca il pallone e spedisce a lato. Al 66' Cross di Coriolano, colpo di testa di Cascio, salvataggio sulla linea. Al 67' altro corner di Coriolano, spizzica su tutti Leonardi e palla che finisce in rete! 2 a 2! e gran rimonta! Al 70' Bozzanga si scaglia contro un gruppo di tifosi in tribuna con atteggiamenti minacciosi, l'arbitro lo richiama e lo espelle. Misterbianco in 10 uomini. Al 75' cross di Cascio dalla destra, colpo di testa di Leonardi e palla in rete! l'arbitro su segnalazione dell'assistente inspiegabilmente annula la rete. Gol che arriva al 78', cross di Coriolano, batti e ribatti in area alla fine arriva Ventura che scaraventa il pallone in Rete per la gioia del pubblico atletista! Misterbianco 2 - Atletico Catania 3! All'85' esce Passanisi, al suo posto Tricomi. All'86' ammonito Bonaccorsi. Atletico Catania che tiene bene il campo e dopo 4 minuti di recupero può portare a casa questa importante vittoria. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 15/03/09 - Vittoria sofferta che tiene In corsa gli atletisti. Vittoria sofferta per l'Atletico Catania che batte un tenace Niscemi grazie ad un calcio di rigore di Daniele Coriolano. Atletico Catania che ha gestito per lunghi tratti la partita subendo ben poco. Atletico Catania che quindi ritrova la vittoria in casa dopo i pareggi contro Aq.Caltagirone e Moticea, e tiene il passo delle concorrenti alla salvezza, ovvero S.Gregorio vittorioso ieri a Scordia e del Pachino che oggi ha battuto l'US Caltagirone. L'Atletico Catania allenato da mister Contarino scendeva in campo con Noto tra i pali, Aliquò, Fichera, Cascio e Leonardi in difesa, Galvagna Wanausek, Merola e Coriolano al centrocampo, in avanti Tricomi e Passanisi. In panchina Sciuto, Ventura Alfio, Giuffrida, La Porta, Finocchiaro, Greco e Ventura Alessio. Il Niscemi risponde con Giarratana, Liardo, Bonaffini, Bartoluccio, Quinci, Di Dio, Musto, Donzella, Fiore, Comandatore I. e Perticone. In panchina vanno Ruggieri, Cunsolo, Di Dio G., Comandatore D., Ravalli, Erba e Vittoria. Arbitra il sig. Caruso di Messina, assistito da Nania e Cusumano di Barcellona pozzo di Gotto. Avvio lento, con le squadre che si studiano a centrocampo, per vedere un tiro in porta devono passare ben 20 minuti, con Coriolano che prova la bordata da 30 metri, palla alta. Sempre Coriolano si ripete al 23' con il suo tiro dalla distanza che si perde alla destra del portiere ospite. Al 25' Galvagna prova la conclusione da 25 metri e palla sulla traversa, sulla ribattuta Passanisi si fa deviare il pallone in corner. Al 30' calcio di punizione di Di Dio, para Noto senza problemi. Al 33' calcio di punizione dai 30 metri, va alla battuta Coriolano ma la sua bordata viene miracolosamente parata da Giarratana, sulla ribattuta Aliquò spedisce sull'esterno della rete. Al 34' corner di Coriolano e colpo di testa di Leonardi fuori. Al 37' altro calcio piazzato battuto da Coriolano, ma stavolta la barriera devia in corner. Al 39' Ammonito Aliquò per gioco falloso. Al 41' l'occasione più ghiotta per l'Atletico capita sui piedi di Passanisi su assist preciso di Coriolano, ma l'Attaccante colpisce al volo davanti la porta e spreca tutto buttando fuori il pallone. Al 43' Ammonito Noto per proteste. Finisce così il primo tempo. Atletico Catania 0 - Niscemi 0. La ripresa comincia con l'Atletico Catania rivolto all'attacco. Al 51' cross di Coriolano e colpo di testa di Cascio, parata di Giarratana. Al 52' ci prova Coriolano dalla distanza ma para Giarratana senza problemi. Al 53' lancio di Coriolano, sfonda di testa di Passanisi per Tricomi che prova il tiro, ma palla alta sopra la traversa. Al 54' ci prova Merola, ma palla che sorvola la traversa. Al 65' escono Tricomi e Wanausek, entrano Finocchiaro e Ventura Alessio. Per il Niscemi al 66' esce Donzella entra Comandatore D.. Al 69' lancio di Coriolano per Galvagna che stoppa il pallone in area e colpisce clamorosamente il palo, ma la palla arriva a Ventura che prova il dribbling e viene atterrato in area! Calcio di Rigore! Dal dischetto va Daniele Coriolano che con un tiro secco e potente batte Giarratana. Atletico Catania 1 - Niscemi 0. Al 75' ammonito Passanisi per perdita di tempo. Al 79' doppia sostituzione per il Niscemi, entrano Ravalli e Cunsolo per Bonaffini e Perticone. All'80 lascia il campo anche capitan Cascio per infortunio, al suo posto Ventura Alfio. Al 90' l'arbitro assegna 4 minuti di recupero, il Niscemi prova ad attaccare con lanci lunghi ma senza creare pericoli consistenti. L'ultima azione è di Coriolano al 94' con un tiro a girare che fa la barba al palo. Finisce così tra gli applausi del pubblico, Atletico Catania batte Niscemi 1 a 0. Adesso delicata gara da vincere domenica a Misterbianco. Per il Niscemi si avvicina l'ombra dei Play Out visto il difficile Calendario. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 08/03/09 - Noto - Atl.Catania  1 - 0. E’ stata una vera e propria battaglia quella che l’undici granata di mister Betta è riuscito a vincere contro l’Atletico Catania. E’ stata una partita dal ritmo blando, con molte interruzioni e dai toni agonistici molto elevati. Il primo tempo inizia con il Noto che spinge sin da subito sull’acceleratore. Al 4’ Accarpio perde l’attimo giusto per concludere a rete facendosi anticipare dal portiere ospite. Al 13’ è Bottaro a concludere alto con tiro da fuori area. Al 18’ l’Atletico Catania recrimina per un fallo da ultimo uomo di Fazzino non menzionato dall’arbitro. Al 29’ il Noto passa. Nastasi fa tutto da solo, salta due avversari e con un preciso tiro dal limite dell’area sigla la rete del vantaggio. Nel secondo tempo la partita si innervosisce, il Noto riesce ad amministrare il vantaggio sfiorando il raddoppio con Cosimano che al 59’ colpisce la parte alta della traversa con una bella girata di destro. Nonostante il finale di partita convulso, di cui ne fa le spese Tomaselli espulso per proteste, il Noto non abbassa la guardia riuscendo, così a conquistare l’undicesima vittoria stagionale davanti al proprio pubblico.

NOTO: Aglianò, Randazzo, Manganaro,
Bottaro, Fazzino, D’Arrigo,
Trombatore (79’ Sirugo), Nastasi,
Cosimano (91’ Zappulla),
Maieli, Accarpio (75’ Giliberto).
ALL. Betta.


ATLETICO CATANIA: Noto, Giuffrida
(68’ Tomaselli), Fichera, Cascio,
Leonardi, Galvagna (79’ Wanausek),
Finocchiaro, Merola,
Passanisi, Coriolano, Grasso (68’
Aliquo). ALL. Perticone.
ARBITRO: Azzaro di Ragusa. Assistenti:
Floridia-Sabbio di Siracusa
RETI: 29’ Nastasi.
NOTE: Espulso: 89’ Tomaselli per
proteste.
 

(dal giornale "La Sicilia")


 01/03/09 - Un punto che tiene ancora in corsa gli etnei. Un brutto Atletico Catania perde una buona occasione quest'oggi per tirarsi fuori dalla zona rossa dei play out, non andando oltre il pari contro una cinica Moticea. Atletico Catania che doveva fare bottino pieno tra le mura amiche, invece si ritrova con un pareggio, che per molti versi per come si era messa la partita va anche bene. La Moticea dal canto suo si è dimostrata una gran bella squadra, giocando un calcio ordinato, con passaggi di prima e fraseggi quasi perfetti. L'Atletico quest'oggi doveva fare a meno di Noto (squalificato), Alessio Ventura e La Porta infortunati, solo panchina per Galvagna (acciaccato) e Merola (per problemi familiari intercorsi in settimana). Atletico Catania che scende in campo con un 4-4-2, tra cui Sciuto in porta, Aliquò, Fichera, Cascio e Leonardi in difesa, a centrocampo Wanausek, Luca, Greco e Coriolano, in attacco Passanisi e Tomaselli. Con mister Contarino vanno in panchina Catania, Ventura Alfio, Giuffrida, Merola, Galvagna, Grasso e Tricomi. La Moticea risponde con Giordanella, Fidone, Campailla, Cassibba, Belluardo, Migro, Cambiana, Maltese, Vicari, Gugliotta e Sarta. A disposizione: Abbate, Blanco, Caschetto, Carpensano, Puccia, Vindigni, Iabichella. Arbitra il sig. Santoro di Messina, assistenti Miuccio e Ronzivalle della sez. di Acireale. Parte subito bene la formazione ospite e già al 5' Gugliotta calcia un calcio di punizione che Sciuto non blocca lasciandosi sfuggire il pallone dalle mani, sulla ribattuta Maltese non riesce a insaccare il pallone in rete facendosi deviare il pallone in corner. Sono le prove generali del gol che arriva puntuale al 7': azione sviluppata sull'out di sinistra, cross in area per l'accorente Vicari che con un preciso colpo di testa batte Sciuto. Palla in rete e Moticea in vantaggio! 0 a 1! Al 12' ci prova Tomaselli con una girata al volo dal limite dell'area, parata senza troppi problemi dal portiere ospite. Al 30' calcio di punizione dal limite dell'area per l'Atletico Catania, alla battuta va Coriolano che lascia partire un missile che va ad insaccarsi nell'angolino basso della porta difesa da Giordanella. Palla in RETE!! Atletico Catania 1 - Moticea 1. Al 35' ancora Atletico Catania, ci prova Wanausek dalla distanza, il suo tiro sporco va a pescare Passanisi in area che butta la palla in rete!! L'Assistente però alza la bandierina e la rete viene annullata. Al 39' azione offensiva per l'Atletico Catania, Sfonda di testa di Tomaselli, palla a Passanisi che salta un avversario e conclude fuori, di poco a lato! L'Arbitro assegna un minuto di recupero. Al 46' Moticea in avanti, è l'ultimo assalto del primo tempo, Cambiana se ne va sulla destra, crossa in mezzo per l'accorrente Sarta che di testa insacca in rete! 1 - 2! Dormita generale della difesa Atletista e del portiere non proprio discolpato per il gol subito. Si va negli spogliatoi Atletico Catania 1 - Moticea 2. Ripresa che si apre con due sostituzioni per l'Atletico Catania, entrano Grasso e Merola, escono Aliquò e Greco. Al 52' ammonito Grasso per gioco scorretto. Al 55' azione convulsa in area atletista, con Gugliotta che salta Sciuto, Gugliotta perde l'attimo della conclusione e serve Sarta che si lascia cadere in area di rigore. L'arbitro abbocca e concede il penalty. Dal dischetto va Gugliotta, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. Al 58' esce Luca al suo posto Tricomi. Al 63' Passanisi si guadagna un importante calcio di punizione dal limite dell'area, sul pallone va Coriolano che con una gran staffilata insacca il pallone in rete come in occasione della prima marcatura. Atletico Catania 2 - Moticea 2. La Moticea tiene bene il campo e si rende pericolosa con rapide ripartenze. Escono in ordine Cambiana, Belluardo e Sarta, entrano Carpensano, Blanco e Iabichella. All'89' lancio di Coriolano per Grasso che colpisce al volo, ma il portiere devia in corner. Ammonito Giordanella al 90'. L'arbitro assegna 5 minuti di recupero. E al 94' Merola salta due avversari e lascia partire una conclusione che fa la barba al palo. Al 95' Tricomi fa sfonda per l'accorrente Coriolano che da fuori area lascia partire un tiro che si perde alto sopra la traversa. E' l'ultima occasione dell'incontro prima del triplice fischio del pessimo sig. Santoro. Finisce 2 a 2 con qualche rammarico di troppo. A fine gara il DS Santo Palma dichiara: " Abbiamo disputato una gara dove abbiamo dato tutto quello che c'era da dare, gara condizionata dalle numerose assenze che pesano, e parecchio! Tutto sommato un punto ci può anche stare per come si era messa la partita, e alla fine abbiamo anche rischiato di vincerla. Adesso andremo a Noto senza timore, sappiamo che loro sono forti ma noi dobbiamo salvarci e non dobbiamo avere timore di nessuno". (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 22/02/09 - Buon pareggio a S.Gregorio. L' Atletico Catania conquista un punto prezioso a S.Gregorio e continua la marcia verso la salvezza. Partita ricca di emozioni, con un S.Gregorio padrone del campo per tutto il primo tempo, e un Atletico Catania travolgente nel secondo. Il risultato in campo sembra essere quello più giusto, anche se a recriminare sono gli atletisti, che si vedono negare due rigori sacrosanti dal sig. Giglio, pessima la sua direzione di gara. Il S.Gregorio allenato da mister Malaguarnera scendeva in campo con Di Mauro, Garozzo, Sciuto, Strano, Rossitto, D'Arrigo (c), Durso, Blatti, Campo, Di Gregorio e Laudani. In panchina Iacobello, Scorcepino, Famà, Grimaldi, Palmieri, Roccaro e Tosto. L'Atletico Catania schierato con un 4-4-2 scendeva in campo con Noto tra i pali, Giuffrida, Cascio, Leonardi e Fichera, a centrocampo Luca, Merola, Coriolano e Tricomi, in avanti Ventura e Passanisi. Con mister Contarino vanno in panchina Sciuto, Ventura Alfio, Longhitano, Grasso, Coppa, Wanausek e Tomaselli. Arbitra l'incontro il sig. Giglio di Acireale, assistito da S.Giorgio (sez. di Catania) e Basile (sez. Acireale). Parte bene il S.Gregorio, che sembra dominare l'incontro fin dai primi minuti di gioco. Al 16' punizione di Di Gregorio per Blatti che tira al volo ma è bravo Noto a non farsi sorprendere e a deviare la palla in corner. Al 18' errore a centrocampo di Merola che fa innescare una ripartenza, lancio per Campo che tutto solo davanti a Noto colpisce la traversa, e sulla ribattuta ci arriva Noto che salva il pareggio. Al 25' si affaccia l'Atletico con Tricomi, il suo tiro cross però finisce direttamente sul fondo. Al 27' ammonito Merola per gioco falloso. Al 32' Leonardi trattiene Durso in area e si lascia cadere a terra. Azione dubbia, ma l'arbitro concede in calcio di Rigore! Dal dischetto trasforma lo stesso Durso. S.Gregorio 1 - Atletico Catania 0. Vengono ammoniti Noto e Durso per proteste e per una scaramuccia tra i due. Al 45' calcio di punizione di Coriolano che sfiora di poco la traversa. 4 minuti di recupero. Si sveglia l'Atletico e lo fa con un tiro dalla distanza di Merola che si perde alto sopra la traversa. Al 48' Campo lanciato a rete a tu per tu con Noto fallisce il gol del raddoppio. Su capovolgimento di fronte, come nelle regole del calcio non scritte, gol sbagliato-gol subito. 49' minuto cross di Passanisi e testa di Ventura in corner. Sul corner di Coriolano di nuovo Ventura di prima intenzione insacca in rete! Gool!! S.Gregorio 1 - Atletico Catania 1. Finisce così il primo tempo. Nella ripresa Atletico Catania che sembra essere più vivace e più padrone del campo. Al 51' ammonito Darrigo. Al 54' cross di Giuffrida e sforbiciata al volo di Ventura fuori! Al 58' lanci per Ventura che da 30 metri tira al volo, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 61' contropiede atletista, Passanisi mette in mezzo un pallone per Ventura che tutto solo viene buttato giù dal difensore locale mentre stava calciando, Rigore nettissimo visto da tutti, tranne dall'arbitro che lascia proseguire. Al 70' Di Gregorio lascia partire un tiro-cross che non trova nessuna deviazione, palla sul fondo. Al 72' ammonito Rossitto per gioco scorretto. Al 75' esce Luca, entra Grasso. Al 76' Cross teso di Giuffrida, da pochi passi Ventura colpisce male e spara alto. All'82' proprio Ventura deve abbandonare il terreno di gioco per uno stiramento, al suo posto Tomaselli. All'85' lancio in area di rigore del S.Gregorio, e Rossitto colpisce il pallone con la mano, altro calcio di rigore netto! Ma l'arbitro non vede e lascia proseguire. 5 Minuti di recupero. Al 91' esce Passanisi al suo posto Wanausek. L'arbitro lascia giocare inspiegabilmente fino al 97' minuto, e in un azione difensiva dell'atletico rimane accasciato a terra Cascio fortemente dolorante al braccio. Per lui Croce Rossa in campo e cure mediche. Al 98' minuto l'arbitro mette fine alle ostilità. Risultato finale: S.Gregorio 1 - Atletico Catania 1. A fine gara Cascio dopo le cure in loco, viene trasportato in ospedale per degli accertamenti, si prospetta una frattura la braccio. Per Ventura diagnosticato uno stiramento, si rischia uno stop di 20 giorni. Ovviamente facciamo gli auguri di pronta guarigione a Cascio e Ventura per un pronto rientro. A fine gara mister Contarino sembra soddisfatto del punteggio e dichiara : "Sono rammaricato per il primo tempo disputato, la squadra non c'era, nel secondo tempo siam venuti fuori e abbiamo rischiato pure di vincere. Adesso abbiamo la Moticea in casa e puntiamo ai 3 punti, mentre il S.Gregorio sarà impegnato a Comiso. Sono fiducioso nella salvezza". (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 18/02/09 - Un ottimo Atletico Ct. batte il Belvedere 2 - 0. Un ottimo Atletico Catania conquista tre importantissimi punti in ottica salvezza battendo per 2 - 0 il Belvedere. A dir la verità il risultato sta stretto alla formazione atletista che ha colpito anche tre pali e sbagliato alcune occasioni nitide, ma l'importante era vincere e vittoria è stata. Poca cosa gli ospiti che solo nel primo quarto d'ora della ripresa hanno messo paura all'Atletico, ma hanno trovato di fronte una difesa attentissima e un ottimo Sciuto tra i pali. L'Atletico Catania viene schierato da mister Contarino con Sciuto in porta, Finocchiaro, Giuffrida, Leonardi e Fichera in difesa, Tricomi, Coriolano, Merola e Wanausek a centrocampo, Alessio Ventura e Passanisi in attacco. L'Atletico parte subito forte e al 2' Passanisi viene lanciato a rete, ma sbaglia l'assist per l'accorrente Ventura. Al 6' Alessio Ventura punta un avversario, lo salta e fa partire un tiro a giro che il portiere ospite devia sul palo. Al 10' ancora Ventura in avanti, ma è ancora bravo il portiere ospite a respingere. Al 14' ci prova Tricomi con un tiro sotto la traversa parato in corner. Al 20' ancora Alessio Ventura ha l'occasione buona ma il tiro finisce sull'esterno della rete. L'Atletico assedia gli avversari ma non riesce a passare. La partita si sblocca però in due minuti. Infatti al 35' Passanisi riceve palla sulla trequarti, salta due avversari e lascia partire un angolatissimo rasoterra che s'insacca per il vantaggio atletista. Due minuti dopo ancora Passanisi fa rimbalzare il pallone e poi scaglia un tiro da fuori area che s'infila sotto la traversa. 2 - 0 e 6° gol in 7 partite e mezzo disputate con la maglia atletista per Passanisi. Nel finale di tempo si affaccia in avanti per la prima volta il Belvedere con Catinello lanciato a rete ma fermato da un prodigioso recupero di Leonardi, mentre in pieno recupero il n°10 ospite entra in area, salta Sciuto e va giù. L'arbitro, l'esperto Cascone di Ragusa, non ha dubbi e lascia proseguire. Il primo tempo si chiude così sul 2 - 0. Nella ripresa il Belvedere è molto più aggressivo e nel primo quarto d'ora pressa molto la retroguardia atletista che però regge bene. Al 47' il n°11, dopo un uno-due, si presenta solo davanti a Sciuto ma colpisce la traversa. Al 53' azione spettacolare tutta di prima dell'Atletico che vede protagonisti Passanisi, Wanausek e Alessio Ventura, quest'ultimo si trova di fronte al portiere ma colpisce ancora il palo. Al 59' pericoloso il Belvedere con Sciuto che salva prima nell'uno contro uno con il centravanti ospite e poi respinge anche la ribattuta. Al 70' il n°7 ospite impegna ancora l'attento Sciuto che si rifugia in corner. Al 76' Coriolano direttamente da calcio d'angolo costringe ad una respinta di piedi il portiere del Belvedere, sul pallone s'avventa poi Leonardi che da due passi spara addosso al portiere ospite. Al 83' Alessio Ventura lanciato in contropiede colpisce il terzo palo della giornata. Al 3° minuto di recupero l'arbitro accorda un rigore al Belvedere, ma il guardalinee lo fa tornare sui suoi passi per un fuorigioco. Finisce così 2 - 0 per l'Atletico Catania che ora si trova ad un solo punto dal Pachino e a due punti da San Gregorio e Moticea che saranno le prossime avversarie. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 15/02/09 - Buon pareggio a Scicli. L'Atletico Catania esce indenne con un buon pareggio dal difficile campo di Scicli. L'Atletico senza gli squalificati Noto e Merola va sotto nel primo tempo per 1 - 0. Poi ci pensa Daniele Coriolano a ristabilire la parità numerica. 1 - 1 il punteggio finale. Adesso si giocherà mercoledi a Tremestieri contro il Belvedere. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 08/02/09 - Un Punto Prezioso. L'Atletico Catania conquista un pari in casa contro la terza forza del campionato Aquila Caltagirone. Un Atletico Catania che ha pure rischiato di vincere l'incontro nel finale, ma tutto sommato il punteggio di parità sembra essere il risultato più giusto. Un Aquila Caltagone arrivata a Tremestieri con l'intento di portare a casa i tre punti, ma la sempre attenta retroguardia atletista si è ben comportata bloccando le numerose e rapide ripartenze avversarie. C'è da dire che la rete ospite ad inizio gara non era regolare (un fuorigioco non ravvisato dall'arbitro). Atletico Catania senza l'indisponibile Galvagna scendeva in campo con Noto tra i pali, in difesa Aliquò, Cascio, Leonardi, Fichera, a centrocampo Fontanot, Merola, La Porta e Giuffrida, in attacco Tomaselli e Ventura. Con mister Contarino vanno in panchina: Catania, Costanzo, Ventura Alfio, Wanausek, Greco, Tricomi e Passanisi. L'Aq.Caltagirone risponde con Ammendola, Piluso, Vicino, D'Angelo, Buoncompagni, Campanaro, Ribaldi, Airò, Militello, Nicotra e Manglaviti. Con mister Guarino vanno in panchina Parlabene, Nicolosi, Guarino, De Leo, Alberghina, Benefico, Di Liberto. Arbitra l'incontro il sig. Prolettini di Siracusa, assistenti Bongiardini e Donzello di Siracusa. Passano appena 7 minuti e l'Aq.Caltagirone passa in vantaggio: Nicotra si inventa un assist per Manglaviti, in fuorigioco, che deposita la palla in rete. Inutili le proteste di Noto (ammonito) contro arbitro e guardialinee per la posizione di offside di Manglaviti. Atletico Catania 0-Aquila Caltagirone 1. Al 9' ci prova Merola su calcio di punizione che si perde alto sopra la traversa. Al 23' l'Aq.Caltagirone effettua una sostituzione, entra Nicolosi, esce Militello. Al 26' palla in area calatina, stop e tiro al volo di Ventura con la palla che si perde alta sopra la traversa. Al 33' ammonito Cascio per gioco scorretto. Al 35' Ventura salta un difensore e lascia partire un tiro dal limite dell'area, deviato in corner da Ammendola. Sul corner seguente di Fontanot, mischia in area, su tutti Tomaselli è il più lesto a scaraventare la palla in rete! Gool!! Atletico Catania 1 - Aq. Caltagirone 1.Nella ripresa al 56' azione di rimessa dell'Aq.Caltagirone con Ribaldi davanti a Noto che perde l'attimo vincente favorendo il recupero di quest'ultimo che devia la palla in corner. Al 60' esce Tomaselli, al suo posto Passanisi. Al 63' bella azione atletista tutta di prima tra Merola-Ventura e Fontanot con quest'ultimo che lascia partire un tiro cross che trova però solo una deviazione in corner del difensore. Al 25' ammonito Giuffrida e dopo pochi secondi ammonito anche Merola (diffidato) salterà la trasferta di Scicli. Errore imperdonabile il suo, vista la diffida, un giocatore del suo calibro non può permettersi errori e leggerezze del genere. Al 73' esce Ribaldi per l'Aq.Caltagirone, entra Benefico. All'83' punizione di Merola dalla trequarti e colpo di testa in tuffo di Ventura che si perde di pochi centimetri dal palo. All'85' esce Airò, entra De Leo. E all'86' esce Fontanot per Greco. L'Arbitro assegna 3 minuti di recupero. Al 92' lancio dalle retrovie atletiste e Passanisi involato a rete non riesce ad agganciare il pallone per involarsi a tu per tu col portiere. Finisce così la partita, Atletico Catania 1 - Aq.Caltagirone 1. Adesso domenica delicato scontro contro lo Scicli in chiave salvezza. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 01/02/09 - Sconfitta immeritata al 96'. L'Atletico Catania blocca la sua marcia nella stracittadina catanese contro la Ragazzini Generali perdendo, seppur immeritatamente, per 2 reti a 1. Sconfitta immeritata sia per la rete arrivata al 96', sia per il gioco espresso, sia per le occasione avute non concretizzate. La Ragazzini Generali seppur giocando in casa, e forte dei suoi 30 punti in classifica (adesso 33) ha lasciato il gioco in mano alla formazione atletista che ha subito 2 reti nelle 2 uniche occasioni create dai padroni di casa. L'Atletico Catania schierava quest'oggi Noto tra i pali, Cascio e Giuffrida centrali di difesa, Fichera e Aliquò esterni, a centrocampo Merola, Galvagna, Finocchiaro e Fontanot, in avanti Tomaselli e Passanisi. Avvio un pò sottotono della gara, con le due formazioni che si studiano a centrocampo. La prima occasione capita sui piedi di Passanisi al 25' con un tiro cross che colpisce la traversa da posizione defilata dalla destra. L'Atletico crea pericoli sulle palle inattive, ma prima Galvagna e poi Merola non riescono a sfruttare calci piazzati da buona posizione spedendo il pallone alto sopra la traversa. Al 40' azione convulsa in area della Rag.Generali, il pallone arriva a Fontanot che batte di prima intenzione, ma il bravo portiere locale blocca a terra senza problemi. In pieno recupero al 46' Aliquò sbaglia un rinvio in difesa, Giuffrida tocca il pallone male nel tentativo di fare un retro passaggio per Noto, il pallone carambola lento e viene anticipato da Costanzo che con un tocco preciso spiazza noto. Rag.Generali 1 - Atletico Catania 0. Da apprezzare il gesto di Costanzo che non esulta, ricordando il suo passato in maglia atletista nella stagione 2003-04. Finisce così il primo tempo. Ripresa leggermente più vivace, e Atletico Catania più propositivo in avanti. Al 55' i tifosi atletisti invocano l'ingresso di Ventura, e dopo qualche minuto esce Fontanot entra Ventura. Passano 5 minuti e Ventura lancia Passanisi che salta con un pallonetto il difensore e deposita il pallone in rete! Rag.Generali 1- Atletico Catania 1. Le squadre si allungano e si creano pericoli da una parte e dall'altra. L'Atletico ha il colpo dei tre punti sui piedi di Ventura, che non sfrutta a dovere un assist di Passanisi, spedendo il pallone di poco a lato. Ancora Atletico con Passanisi che salta due avversari in area ma non riesce a tirare. Al 69' punizione dalla sinistra per la Rag.Generali, cross in mezzo e tiro al volo dell'attaccante deviato da Noto, sulla ribattuta palla in rete. Ma Gol annullato per fuorigioco. Esce Tomaselli entra Greco al 76'. Al 78' viene espulso il n.6 locale per doppia ammonizione. Entra Coriolano al posto di Galvagna. Altra azione Ventura - Passanisi in area avversaria pallone per Merola che spara un missile che esce di poco a lato. L'Arbitro concede 5 minuti di recupero. Al 96' a recupero scaduto corner per la Rag.Generati e incornata vincente del difensore. L'arbitro dopo il gol fischia la fine. Ragazzini Generali batte Atletico Catania 2 a 1. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 30/01/09 - Giuffrida: "Atletico Catania verso la salvezza diretta". L’Atletico Catania è in rimonta. La formazione etnea del presidente Santino Crisafi, nel girone di ritorno, a parte la brutta parentesi contro la capolista Santa Croce, è riuscita a scalare alcune posizioni nella classifica del girone D della Promozione, ma resta, comunque, coinvolto in piena zona play out. Di progressi, indubbiamente, ne ha fatti la squadra allenata da mister Alfio Contarino, sia negli schemi di gioco, che in quanto a risultati. «Contro lo Scordia - sostiene Seby Giuffrida (nella foto), valido difensore centrale dell’Atletico Catania, classe ’84, con una lunghissima esperienza maturata negli anni, prima nella Primavera del Paternò e quindi alle dipendenze del Giarre, del Trecastagni (salto in Eccellenza grazie alla conquista della Coppa Italia), del Viagrande e dello stesso Atletico Catania, oltre che ex punto fermo della Rappresentativa Regionale Juniores di Carlo Breve - abbiamo creato una marea di occasioni e colpito anche un palo con Merola, anche se il risultato finale è stato di una successo striminzito. La squadra sta girando bene, stiamo attraversando un buon periodo di forma e speriamo di continuare così». La campagna di potenziamento di dicembre è servita. «La dirigenza e il diesse Santo Palma si erano resi conto forse che, in precedenza, le cose non andavano per il verso giusto per cui hanno deciso di intervenire nell’organico. Dagli ultimi movimenti, oltre a me, proveniente dallo Zafferana, sono arrivati Wanausek, Alessio e Alfio Ventura, l’attaccante Emanuele Passanisi e il portiere Mario Noto. Con questi innesti c’è in tutti, dirigenza e squadra, la convinzione che al più presto si potrà uscire dalla zona pericolo e conquistare una salvezza tranquilla». Domenica affronterete la Ragazzini Generali. «Una brutta gatta da pelare. Si tratta di una partita molto sentita, considerata alla stregua di una stracittadina in quanto in entrambe le squadre giochiamo molti catanesi, tutti amici tra noi, ma tutti desiderosi di conquistare i tre punti. A loro servono per puntare ad un posto nei play off e a noi per sottrarci ai play out. Sicuramente sarà una bella gara, molto combattuta, ma certamente leale. Potrebbe essere decisa, come capita spesso, da un semplice episodio, ma è aperta a tutti e tre i risultati». Come si concluderà il duello al vertice? «Dobbiamo partire dal presupposto che Santa Croce e Noto sono due bellissime squadre, entrambe in grado della promozione, ma alla lunga lo vincerà il Noto». Ecco gli altri pronostici di Seby Giuffrida:Aquila Caltagirone-Leonzio 1; Belvedere-Sporting Misterbianco X; Moticea-Noto 2; S. Gregorio-Niscemi X; Santa Croce- Pachino 1; Scicli-Usa Sport Caltagirone 2; Scordia-Comiso 2. (dal giornale "La Sicilia")


 25/01/09 - Atletico Ct. - Scordia  1 - 0. L' Atletico Catania dopo la pesante sconfitta di domenica scorsa ritorna alla vittoria e lo fa contro il fanalino di coda Scordia. Scordia che ha rispecchiato la debolezza di organico anche quest'oggi e sempre più inguaiata in fondo alla classifica. Anche se con un gol di scarto l'atletico Catania ha condotto una buona gara senza subire rischi in fase difensivi. L'Atletico Catania scendeva in campo con un 4-4-2 con Noto tra i pali, in difesa Aliquò, Fichera, Cascio e Giuffrida, a centrocampo Greco, Finocchiaro, Merola e Fontanot, in avanti Tomaselli e Ventura. Con mister Contarino vanno in panchina Catania, Costanzo, Coriolano, Wanausek, Luca, Tricomi e Passanisi. Lo Scordia risponde con Bonaiuto, Frischetto, Murgia, Fallica, Todero, Senia, Puglisi, Saitta, Puccia, Vitellino e Cottone. Con mister Platania vanno in panchina Costanzo, Tomagra, Longo, Liggieri, Barchitta e Palermo. Arbitra l'incontro il sig. Calamuneri della sez di Barcellona, assistito da Marano e Rapisarda di Catania. Partita scialba e povera di occasioni per i primi 20 minuti. Al 25' calcio di punizione battuto da Merola dalla sinistra, sotto misura Ventura non riesce a ribattere a rete. Al 30' Tomaselli trova la conclusione dal limite dell'area, Ventura devia il pallone e serve involontariamente Fontanot che sbaglia clamorosamente spedendo il pallone sull'esterno della rete. Al 32' ammonito Aliquò. Al 40' gran calcio di punizione di Merola dal limite dell'area che coglie la traversa, sulla ribattuta Greco si fa parare il tiro da Bonaiuto. Finisce così il primo tempo. Atletico Catania 0 - Scordia 0. La ripresa comincia con la formazione atletista in avanti, e al 54' arriva la rete atletista: calcio d'angolo di Greco e uscita difettosa del portiere che non tocca il pallone che si scaraventa in rete. Atletico Catania 1 - Scordia 0. Al 56' punizione di Merola dal limite, tiro rasoterra che fa la barba al palo. Esce Puccia entra Longo per lo Scordia. Nonostante lo svantaggio lo Scordia non riesce a creare pericoli dalle parti di Noto, inoperoso per tutto l'incontro. Per la cronaca l'Atletico Catania effettua 3 sostituzioni, escono Tomaselli, Ventura e Fontanot, entrano Passanisi, Coriolano e Wanausek. La partita non offre più emozioni e dopo 3 minuti di recupero l'atletico conquista 3 punti d'oro contro una diretta concorrente per la salvezza. Adesso domenica ci sarà una gara delicata contro la Ragazzini generali. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 18/01/09 - Pesante sconfitta contro la capolista. L'Atletico Catania subisce una sconfitta pesante in quel di S.Croce Camerina contro la capolista. Finisce 7 - 2 per i padroni di casa. Domenica l'Atletico Catania affronterà il fanalino di coda Scordia. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 11/01/09 - L'Atletico Ct. trova il bis. L'Atletico Catania trova la seconda vittoria consecutiva e lo fa contro il Comiso, squadra in lotta per la promozione, e per di più in 9 uomini. L'Atletico Catania raccoglie quindi 6 punti in due gare e si avvicina sempre di più alla salvezza. L'Atletico Catania oggi doveva fare a meno di Passanisi (acciaccato, in panchina) e Aliquò squalificato. L'Atletico scende in campo con un 4-4-2: tra i pali Noto, in difesa Fontanot, Cascio, Ventura e Finocchiaro, a centrocampo La Porta, Merola, Galvagna, Grasso, in avanti Tomaselli e Ventura. Con Mister Mirabella (Contarino squalificato) vanno in panchina Catania, Costanzo, Wanausek, Giuffrida, Coriolano, La Rosa e Passanisi. Il Comiso risponde con Arnese, Pardo, Puccia, Di Dio, Indigeno, Brucaletta M., Famà, Milazzo, Cinnirella, Gurriede M. e Brucaletta G.. In panchina vanno Gurriede D., La Ferla G., La Rafa, Fazio, Nicoletti, Burrafato e Burrometa. Sotto il dilluvio di Aci Bonaccorsi arbitra il sig. La Vaccara di Acireale. Atletico Catania subito rivolto in fase offensiva, e proprio all'11' va vicino alla Marcatura con Galvagna, direttamente su calcio piazzato, palla però che fa la barba al palo. Al 12' lancio dalle retrovie e il portiere ospite sembra in vantaggio su tutti tentando un rinvio al volo con i piedi, ma cicca il pallone mandandolo sui piedi di Ventura che non ha neppure il tempo di girarsi che viene atterrato dallo stesso portiere, che si becca la prima ammonizione dell'incontro. Sul calcio di punizione seguente Merola va alla battuta e gran parata di Arnese che devia il pallone sulla traversa e poi in corner. Dal corner seguente, al 13', cross di Galvagna e colpo di testa vincente di La Porta! GOOLL!! Atletico Catania 1 - Comiso 0. Fase di stallo, dove il Comiso tenta rapidi contropiedi, ma senza creare molti problemi alla retroguardia atletista. Al 30' Ammonito Fontanot per gioco falloso. Al 32' Ventura lanciato a rete salta due avversari in area e conclude debolmente, col la palla che finisce tra le mani di Arnese. Al 33' ammonito Puccia. Al 34' fallo di Milazzo ai danni di Merola, che reagisce colpendolo con un pugno: l'arbitro se ne accorge e tira fuori il cartellino rosso diretto. Atletico Catania in 10 uomini. Al 44' l'atletico ha l'opportunità di chiudere l'incontro con Tomaselli che non sfrutta un rimpallo all'interno dell'area di rigore concludendo alto sopra la traversa. Finisce così il primo tempo. Atletico Catania 1 - Comiso 0. Ripresa che si riapre con un Comiso agguerrito e rivolto in avanti alla ricerca del pareggio. Al 50' cross dell'attaccante ospite tiro di Gurriede deviato da Cascio, palla a Milazzo che davanti a Noto si fa parare un tiro a botta sicura. Al 59' viene lanciato a rete Brucaletta per il Comiso, Noto esce dall'area di rigore e respinge con le mani il pallone; l'arbitro se ne avvede ed espelle Noto. Atletico Catania che rimane in 9 uomini. A questo punto esce Grasso per far entrare Catania, e Ventura per Wanausek. Al 63' ammonito Galvagna per gioco falloso. Al 70' calcio di punizione per il Comiso, batti e ribatti e Catania riesce a deviare in corner. Al 75' azione confusionaria in area atletista e palla a Cinnirella che clamorosamente davanti a Catania spara a lato. Escono Brucaletta M. e Famà per il Comiso, al loro posto Fazio e Burrafato. All' 80' ammonito Milazzo. Al 85' esce Tomaselli, al suo posto Coriolano. L'arbitro assegna 5 minuti di recupero. Al 93' ammonito La Porta per perdita di tempo. Dopo altri 2 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e concede la vittoria all'Atletico Catania. Atletico Catania 1 - Comiso 0. Giocatori in festa che vanno a raccogliere gli applausi di tutta la tifoseria atletista che non ha mai smesso di incitare la squadra nell'arco dei 90 minuti. Adesso trasferta difficilissima in quel di S.Croce Camerina, contro la capolista. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 04/01/09 - L'Atletico Ct. torna alla vittoria. Un Atletico Catania travolgente torna alla vittoria dopo due mesi esatti e lo fa alle spese del Pachino, formazione che naviga nelle zone medio alte della classifica. L'Atletico Catania che già aveva fatto vedere qualcosa di buono a Lentini, oggi è sembrata più "squadra" dove ognuno ha svolto in maniera efficiente i compiti assegnati da mister Contarino. Dal canto suo quest'oggi il Pachino è sembrato poca cosa, rendendosi pericoloso solo in occasioni in contropiede, partita compromessa per la squadra locale anche dall'espulsione del portiere nel primo tempo per fallo da ultimo uomo. L'Atletico Catania quest'oggi schierava Noto tra i pali, Aliquò, Fontanot, Cascio e Ventura in difesa, Finocchiaro, Merola, Galvagna e Grasso a centrocampo, in avanti Ventura e Passanisi. In panchina con mister Contarino vanno Catania, Bonanno, Vanausek, La Porta, Giuffrida, Tricomi e Tomaselli. Il Pachino risponde con Caruso, Micieli, Cultrera, Maugeri, Corsico, Cozzo, Giannone, Porzio, Maltese, Salerno e Tropiano. Con mister Infanti vanno in panchina Luciano, Maltese, Malandrino, Ruscica, Cuccia, Mallia e Ferlato. Arbitra il sig. Giusto della sezione di Messina. Atletico Catania subito in avanti e al 5' si rende pericoloso sugli sviluppi di un corner dove ne Passanisi, ne Ventura riescono nella conclusione vincente. Al 10' azione di rimessa del Pachino, area l'attaccante colpisce al volo ma la palla colpisce l'incrocio dei pali esterno. Al 20' ancora Pachino pericoloso e con un tiro dalla distanza stavolta è la traversa a negare la gioia del gol. Dopo 20 minuti di black-out sale in cattedra la formazione atletista, che al 30' va vicino al gol con Aliquò, il cui cross si trasforma in un tiro velenoso che stava per beffare il portiere ospite. Al 35' lancio dalle retrovie per Passanisi che involato verso la porta viene steso dal portiere Caruso: punizione dal limite e cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Pachino che rimane in 10 uomini, e sostituisce Corsico per far entrare il secondo portiere Luciano. Il seguente calcio di punizione battuto da Galvagna si perde infranto sulla barriera. Al 38' altra azione atletista in area, batti e ribatti, la palla arriva a Grasso che con la porta spalancata spara a lato.Al 40' ci prova Galvagna con un tiro dal limite che colpisce il palo! Il gol è nell'aria e arriva al 42'; Aliquò si guadagna una punizione dal limite, battuta di Merola e girata di controbalzo di Ventura e palla in rete!!! Atletico Catania 1 - Pachino 0! Finisce così il primo tempo. La ripresa si apre con l'Atletico Catania sempre rivolto in fase offensiva, con Passanisi che crea non poco scompiglio nella difesa ospite. Al 55' è suo il cross che pesca in area Ventura, ma quest'ultimo non riesce a capitolare. Altra azione da rete su corner di Galvagna al 60', Ventura schiaccia di testa ma Micieli riesce a spazzare infortunandosi al femore, e costretto a lasciare il campo poco dopo. Al 66' altro cross dalla destra ma Ventura manda di poco a lato.Esce Grasso entra Tricomi. Al 75' Passanisi entra in area, salta un avversario in velocità butta in mezzo il pallone dove arriva l'accorrente Ventura che sigla la rete del 2 a 0!!! Atletico Catania 2 - Pachino 0. Esce Ventura entra Tomaselli.All'80' occasione per il Pachino che da 45 metri trova il tiro che coglie la traversa. Esce Galvagna, entra Vanausek. Al 86' cross in area di Fontanot che pesca Passanisi e tutto solo può depositare la palla in rete. Atletico Catania 3 - Pachino 0. Ultima azione degna di nota, e dopo 4 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine. Adesso altra gara delicata per l'Atletico Catania che domenica affronterà il Comiso, 5° in classifica. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 21/12/08 - Leonzio - Atl.Catania  0 - 0. Il nuovo Atletico Catania non riesce a raccogliere più di un misero punto in quel di Lentini contro la penultima in classifica Leonzio. Atletico Catania sicuramente più pericoloso degli avversari, ma c'è molto da lavorare soprattutto sul gioco della squadra e sulla concretezza ad andare in rete. Atletico Catania rivoluzionato con i nuovi innesti che hanno ben impressionato, soprattutto il duo Fichera-Ventura in difesa, che non hanno fatto rimpiangere le assenze di Cascio e Leonardi. L'Atletico Catania scende in campo con Noto tra i pali, in difesa Aliquò, Ventura, Giuffrida e Fichera, a centrocampo Merola, Finocchiaro, Grasso e Galvagna, in avanti Tomaselli e Passanisi. Atletico Catania che cerca di imporre il proprio gioco fin dai primi minuti di gioco, con rapide ripartenze. Al 6' Finocchiaro ha una buona occasione dal limite, ma invece di tirare crossa per Grasso che liscia il pallone di testa spedendolo sull'esterno della rete. Reagisce la Leonzio e su un azione offensiva è bravo prima Noto a uscire a valanga sull'attaccante Locale e poi Ventura a ribattere un tiro destinato in rete. Al 20' punizione di Merola, che imbecca Passanisi che manda il pallone sul palo! Si rimane sullo 0 a 0. Gara combattuta, dove Aliquò sulla fascia destra lotta su tutti i palloni, e innesca una rissa placata dopo alcuni minuti, per un calcetto rifilato ad un avversario. Finisce il primo tempo Leonzio 0 - Atletico Catania 0. La ripresa comincia con una Leonzio all'assalto e più spigliata in avanti. Al 47' Bracciolano salta due avversari e conclude sull'esterno della rete difesa da Noto. Esce Fichera entra Bonanno per l'Atletico Catania. L'Atletico prova a giocare in contropiede ma spesso il guardialinee ferma gli etnei in fuorigioco inesistenti. L'occasione d'oro capita sulla testa di Tomaselli al 63' quando un calcio di punizione di Merola trova la deviazione di testa di Tomaselli che colpisce la traversa. Le squadre si allungano e si gioca con rapidi ribaltamenti di fronte, dal Lato opposto al 67' Leonzio pericolosa con un tiro pericoloso all'interno dell'area di rigore che Noto para in due tempi. Al 74' Passanisi crossa un pallone per Galvagna che lo stoppa salta il difensore e a tu per tu col portiere manda clamorosamente a lato. Entrano Ventura e La Porta per Tomaselli e Grasso. L'Atletico potrebbe vincere l'incontro all' 89' quando Passanisi si invola sulla sinistra salta due avversari e tira, ma il pallone viene clamorosamente deviato in corner dal portiere. L'Ultimo assalto è della Leonzio con un corner ben parato in uscita da Noto. Finisce così 0 a 0, con i tifosi atletisti che abbandonano le tribune dell'Angelino Nobile visibilmente amareggiati per questo pareggio. Dal canto suo i giocatori della Leonzio esultano negli spogliatoi per un pari contro una diretta concorrente per la salvezza. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 14/12/08 - Un buon Atletico perde 2 - 1 a Caltagirone. All' "Agesilao Greco" di Caltagirone altra sconfitta per l'Atletico Catania che perde per 2 reti a 1 contro il forte Usa Sprort Caltagirone, terza forza del campionato. Passa in vantaggio nel primo tempo l'US Caltagirone, il pareggio degli atletisti arriva ad inizio ripresa con il nuovo acquisto Passanisi. L'Atletico recrimina per un rigore non concesso dall'arbitro e subisce il gol dello svantaggio che chiude la partita. US Caltagirone batte Atletico Catania 2 a 1, ma il gioco espresso oggi lascia buone speranze per il cammino atletista verso la salvezza. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 12/11/08 - Calciomercato Atletico Catania.

- acquisti: Giuffrida Seby (difensore), Wanausek (centrocampista), Ventura (difensore), Ventura Aessio (attaccante), Galvagna Salvatore (centrocampista), Noto Mario (portiere), Passanisi Emanuele (attaccante).
- cessioni: Capobianco (attaccante), Lanza Rosario (portiere), Di Gregorio Luca (centrocampista), Pecorini Silvio (attaccante), Scuderi Rosario (centrocampista), Manna Davide ((centrocampista).


 07/12/08 - Un pessimo Atletico cede col Misterbianco. Un'altra sconfitta e situazione drammatica in casa atletico, sconfitta arrivata in malo modo, e proprio contro una formazione in lotta per la salvezza; così il Misterbianco di mister Aiello ha espugnato il difficile campo di Battiati portando a casa una vittoria preziosa che allontana sempre più il Misterbianco dalla zona play out. Dal canto suo l'Atletico Catania con i nuovi innesti di mercato ha giocato discretamente il primo tempo per poi crollare nel secondo lasciando il gioco agli avversari che capitolavano a rete per ben due volte. Nell'Atletico in settimana sono arrivati il portiere Noto (oggi in panchina), il mediano Galvagna, l'esterno Wanausek, i difensori Di Stefano e Seby Giuffrida, e in settimana dovrebbe firmare l'attaccante Alessio Ventura. Ma andiamo all'incontro di oggi. Atletico Catania che scende in campo con un 4-4-2. Tra i pali Catania, in difesa Bonanno, Leonardi, Cascio e Aliquò, a centrocampo Greco, Galvagna, Coriolano, Di Gregorio, in avanti Pecorini e Grasso. Con mister Contarino vanno in panchina Noto, Di Stefano, Wanausek, Finocchiaro, La Porta, Tricomi e Tomaselli. Il misterbianco schiera invece Salimbene, Messina, Fazio, Spadafora, La Pera, Rundo, Siciliano, Viglianesi, Arrabito, Garofalo e Spadaro. Con mister Aiello vanno in panchina Giacobbe, Caruso, Guzzetta, Bonaccorsi, Marletta, Rizzo e Di Mauro. Arbitra l'incontro il sig. Brancato della sez. di Ragusa, gli assistenti sono Gioè di Messina e Chillemi di Barcellona. Gara che non riserva emozioni nei primi 15 minuti, le uniche note da segnalare sono le ammonizioni di Siciliano e Messina per il Misterbianco e Galvagna per l'Atletico Catania. Al 15' prima azione di nota dell'incontro; punizione dalla sinistra di Coriolano e colpo di testa di Leonardi, deviazione del portiere sui piedi di Cascio che cicca il pallone e non riesce a insaccarla in rete. Al 24' Pecorini lanciato a rete si defila sulla destra lascia partire un cross raso terra per l'accorrente Grasso che da due passi si fa deviare il pallone in corner da Salimbene. Solo due occasioni nei primi 45 minuti di gara. Atletico Catania 0 - Sporting Misterbianco 0. Secondo tempo decisamente più vivace e già al 46' Misterbianco vicino al vantaggio con un tiro al volo di Arrabito che si perde alto sopra la traversa. Al 52' esce l'ex Viglianesi per il Misterbianco al suo posto Marletta. Al 53' corner di Garofalo per la testa di Spadaro col pallone che sfiora il palo sinistro difeso da Catania. Al 63' passaggio filtrante di Di Gregorio per Pecorini che stoppa il pallone e tira alto sopra la traversa. Al 64' è proprio Pecorini a lasciare il campo, al suo posto Tomaselli. Al 65' Misterbianco in vantaggio, azione che nasce con un lancio dalle retrovie che imbecca Spadaro e con la punta anticipa Catania col pallone che carambola lentamente in rete. Atletico Catania 0 - Sporting Misterbianco 1. Passano appena 3 minuti al 68' e il Misterbianco raddoppia: azione che nasce a centrocampo, Galvagna subisce fallo a centrocampo, l'arbitro lascia proseguire e Arrabito viene lanciato a rete da un perfetto lancio di Garofalo, Arrabito si libera di Aliquò e beffa con un pallonetto Catania andando a siglare lo 0 a 2!! Al 70' doppia ammonizione per l'ex Siciliano, e quindi espulsione per lui. Misterbianco rimane in 10 uomini. Nonostante l'inferiorità numerica è ancora il Misterbianco ad andare vicino al 3 a 0, con un corner di Garofalo che pennella un cross per la testa di Rundo che manda il pallone di poco a lato. Al 75' esce Spadaro entra Bonaccorsi per il Misterbianco, mentre qualche minuto dopo esce Bonanno per l'Atletico al suo posto Tricomi. Spazio anche per Wanausek all'85' che rileva Grasso. All'86' corner di Coriolano e colpo di testa di Tomaselli alto. Al 92' calcio di punizione di Coriolano parato in due tempi da Salimbene. Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e decreta la sconfitta per l'Atletico Catania. Adesso la situazione è davvero drammatica. 1 punto in 5 partite, una media da ultima in classifica. Occorrono rinforzi al più presto per tentare di salvare la baracca. Domenica sfida difficilissima a Caltagirone contro l'Usa Sport Caltagirone. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 05/11/08 - Calciomercato. L'Atletico Catania ha svincolato Capobianco e Lanza e ha preso Scrivano, Pidatella, Seby Giufrida, Wanausek, il difensore Ventura e l'attaccante Alessio Ventura. (dal giornale "La Sicilia")


 30/11/08 - Difficile trasferta a Niscemi. L'Atletico Catania esce sconfitto dal "Comunale" di Niscemi per 3 - 2, la formazione etnea dopo un gran primo tempo dove vedeva gli atletisti in vantaggio per 2 - 1, si è fatto rimontare e superare dal Niscemi, condannando l'Atletico Catania alla terza sconfitta consecutiva. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 23/11/08 - Atl.Catania - Noto  1 - 3. L'Atletico Catania esce sconfitto per 3 - 1 dalla gara casalinga col Noto. Noto che si è dimostrato superiore in ogni zona del campo facendo vedere gioco e spettacolo. Un Atletico arrendevole specie nel primo tempo ha subito ripetutamente gli attacchi dei netini che potevano capitolare a rete molte altre occasioni sciupate banalmente. Atletico Catania che schierava un 4-4-2 con l'acciaccato Lanza tra i pali, in difesa Aliquò, Gentile, Cascio e Costanzo, a centrocampo Greco, Merola, Coriolano (c), Grasso, in attacco Pecorini e Capobianco. Con mister Contarino vanno in panchina Catania, La Porta, Finocchiaro, Scuderi, Di Gregorio, Tricomi e Tomaselli. Il Noto risponde con Aglianò, Genovese, Manganaro, Bottaro, Tazzino (c), D'Arrigo, Randazzo, Nastasi, Sirago, Maielli, Accarpio. In panchina Lombardo, Scarso, Scafà, Zappulla, Incalascialo, Gilberto, Gange. Arbitra il sig. Ficili di Ragusa, assistenti Blanco e Sfilio di Acireale. Pronti via, ed è subito Noto, al 3' discesa di Maielli che pennella un cross per l'accorrente Nastasi che stoppa il pallone e lo scaraventa in rete. Dopo 180 secondi il Noto è già in vantaggio. 0 - 1. Passano 2 minuti e azione fotocopia per il noto, stavolta il cross è di Randazzo ma il tiro di Maielli finisce di poco a lato. Al 6' dormita generale della difesa atletista, Accarpio si invola indisturbato, salta Lanza ma il suo tiro colpisce il palo esterno destro con la palla che si perde sul fondo. L'Atletico si affaccia in avanti, e lo fa con un calcio di punizione di Coriolano, che si perde alto sopra la traversa. Al 12' arriva il raddoppio del Noto, Accarpio riceve il pallone a metà campo si invola verso la porta atletista, salta Aliquò e batte Lanza con un preciso tiro sul primo palo. 0 - 2!! Al 23' Noto vicino alla terza rete: Azione convulsa in area atletista, il pallone arriva sui piedi di Maielli che spara addosso a Lanza. Al 25' Contarino effettua una sostituzione, esce Gentile entra La Porta. Al 27' dalla destra Grasso lascia partire n tiro che il portiere netino devia in corner. Al 40' si fa male Costanzo, al suo posto entra Di Gregorio. Merola adesso si sposta al centro della difesa. Al 42' ammonito Bottaro per il Noto, Al 44' ammonito Aliquò. Finisce il primo tempo. Atletico Catania 0 - Noto 2. La ripresa si apre con un Atletico più arrembante in avanti, alla ricerca del gol con la speranza di riaprire la partita. Al 48' corner di Coriolano e testa di Capobianco, palla che si perde sul fondo. Al 63'' cross di Di Gregorio, e clamorosamente un difensore netino devia con la mano il pallone in corner. L'arbitro non vede nulla e concede il corner. Al 68' esce Accarpio entra Gilberto. Al 69' Sirago entra in area e lascia partire un tiro che si spegne sul fondo. Altra azione fotocopia per il Noto al 71' ed è ancora Sirago a destreggiarsi nella difesa atletista e provare la conclusione che si perde alta sopra la traversa. Al 75' cambio per l'Atletico Catania esce Pecorini entra Tomaselli. Al 77' ci prova ancora il Noto con un tiro di Randazzo che si perde alto. Al 79' azione di contropiede atletista, con un cross che arriva sulla testa dell'appena entrato Tomaselli che sigla la rete del 1 -2. Il Noto effettua due sostituzioni, entrano Scafà e Incalascialo al posto di Bottaro e Nastasi. Le speranze di recupero per l'Atletico Catania vengono distrutte all'85', quando sugli sviluppi di un corner dopo una serie di batti e ribatti arriva il tapin vincente di Scafà che può firmare l'1 a 3 che chiude l'incontro! Dopo 4 minuti di recupero arriva il fischio finale dell'arbitro. Atletico Catania 1 - Noto 3. Da segnalare quest'oggi la sportività dei tifosi Netini, pervenuti in circa 15 unità a Catania, incitando sempre la loro squadra e rispettando gli avversari. Un imbocca al lupo al Noto! Dalla parte atletista contestazione dei tifosi alla squadra, contestati duramente per lo scarso impegno attuato fino ad oggi. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 15/11/08 - Brutta batosta a Modica. L'Atletico Catania ne prende 5 dalla Moticea, priva di molti giocatori titolari, tra infortuni e squalifiche, mister Contarino si ritrova a schierare una formazione imbottita di giovani. Sconfitta che lascia la formazione Etnea a 12 punti, mentre la Moticea mantiene la posizione play off, nelle prime cinque posizioni. Prossima gara, difficilissima contro la capolista Noto. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


 09/11/08 - Pareggio a reti inviolate. L'Atletico Catania raccoglie un punto contro una diretta rivale per la salvezza. Un punto che lascia l'amaro in bocca a squadra e tifosi, per come è arrivato il pareggio e per come è stata condotta la gara dalla terna arbitrale, col sig.Castorina protagonista in negativo dell'incontro. L'Atletico Catania quest'oggi schierava un 3-5-2 con Lanza tra i pali, Aliquò, Cascio e Merola in difesa, Gentile, Coriolano, Scuderi, La Porta e Di Gregorio a centrocampo, Pecorini e Capobianco in avanti, in panchina assieme a mister Contarino vanno Catania, Finocchiaro, Leonardi, Salamanca, Greco, Grasso e Tricomi. Il S.Gregorio schierava Reitano, Testa, Sciuto, Strano, Bellia, D'Arrigo, Laudani, Blatti, Campo, Garofalo e Tosto. In panchina con mister Malaguarnera andava Procita, Scorciapino, Rossitto, Avanzato, Palmieri, Anastasi e Grimaldi. Arbitro dell'incontro il sig.Castorina di Acireale, assistenti Avolio di Catania e Regolo di Acireale. Parte bene l'Atletico Catania che all'11' ci prova con un'incursione di Di Gregorio, il cui tiro però viene ben parato da Reitano. Al 12' si scaldano gli animi e l'arbitro comincia ad ammonire giocatori su giocatori; a farne le spese Capobianco e Aliquò che vengono ammoniti per proteste. Al 18' si affaccia il S.Gregorio in avanti con un calcio di punizione di Garofalo, con la palla che arriva a Laudani ma la sua girata si perde alta sulla traversa. Al 24' Atletico pericoloso con un cross di Gentile ma Capobianco di testa colpisce male e palla alta sulla traversa. Continua lo show dell'arbitro che ammonisce De Gregorio e Merola per l'Atletico e Sciuto e Garofalo per il S.Gregorio; tutte per proteste. Al 40' corner di Coriolano e Capobianco anticipato sulla linea dal difensore. Al 44' altro corner di Coriolano esce il Reitano con i pugni tiro di La Porta e con un balzo felino Reitano riesce a deviare in corner. Finisce così il primo tempo. 0 a 0.La ripresa comincia con un S.Gregorio più deciso e proprio al 46' Garofalo ci prova da 30 metri ma il pallone si perde di poco a lato. Al 48' ammonito Strano del S.Gregorio per gioco scorretto. Al 60' ci prova Scuderi con un tiro dal limite ma la palla finisce a lato. Al 62' incursione di Blatti che tenta il tiro da 20 metri, Lanza attento para in 2 tempi. Al 78' punizione di Coriolano il cui tiro viene parato dal bravo Reitano. Al 79' entra Salamanca per Gentile e al 81' il S.Gregorio sostituisce Testa con Rossitto. Al 85' Corner di Coriolano, testa di Capobianco e palla in rete!!!! L'Arbitro inspiegabilmente annulla la rete apparse regolare a tutti i giocatori in campo, spettatori e guardalinee. Una decisione incredibile che fa scatenare le proteste in campo e sulle tribune. Al 87' esce Di Gregorio per Greco. Vengono ammoniti Bellia e D'Arrigo per il S.Gregorio. L'Arbitro concede 3 minuti di recupero, tre minuti dove non succede più niente; da registrare solo la sostituzione di Garofalo con Avanzato. Finisce così la gara col punteggio di 0 a 0. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)

 05/10/08 - Seconda vittoria consecutiva - Belvedere - Atl.Catania  3 - 4.

BELVEDERE: DI DIO 5,5 (69’ FORTUNA 5,5), PASSARELLO 6, MESSINA 6,5, SALAMONE 7, MONCADA 6, SIRINGO 6, ANGELICA 7, GAZZIERO 6, CATINELLO 7, EMPOLO 6,5 ( 79’ SALEMI s.v.), SINATRA 6; ALLENATORE: CORRADO MODICANO 6

ATL. CATANIA: LANZA 5, ALIQUO 5, BONANNO 5,5, CASCIO 6,5, GENTILE 6, SCUDERI 6, PECORINI 6,5, MEROLA 6,5 (69’ GRECO s.v.), CAPOBIANCO 7, DI GREGORIO 6,5 (69’ CORIOLANO 6,5), FINOCCHIARO 5,5 (55’ LA PORTA 6); ALLENATORE: ALFIO CONTARINO 6

ARBITRO: MADDOCCO (MESSINA) 5; ASS: NIGITO (RG) 6,5 – LIISTRO (SR) 6,5

MARCATORI:  18’ PECORINI, 20’ ANGELICA, 58’ CATINELLO, 61’-82’ CAPOBIANCO, 68’ EMPOLO, 78’ CORIOLANO

AMMONITI: MESSINA, MONCADA, SANTUCCIO (B) – ALIQUO, BONANNO, GENTILE, MEROLA (A)

ESPULSI: 78’ SIRINGO


 02/10/08 - Atl.Catania - Scicli  4 - 0. L'Atletico Catania vince con un rotondo 4 - 0 contro lo Scicli e conquista i prime tre punti della gestione Contarino. Tre Punti che fanno morale e fanno muovere la classifica. L'Atletico visto oggi ha ben impressionato sia per il gioco espresso con il tandem a centrocampo Merola - Coriolano costruttori del gioco e per la grinta messa in campo. Lo Scicli dal canto suo, si è dimostrata squadra ostica facendo soffrire non poco gli undici atletisti, specie nel primo tempo. L'Atletico Catania schierava tra i pali Lanza, in difesa Aliquò, Luca, Cascio e Bonanno, a centrocampo Scuderi, Merola, Coriolano e La Porta, in avanti Capobianco e Pecorini. Lo Scicli rispondeva con Scifo G. tra i pali, in difesa Scifo E., Asselza, Ficiri e Savà, a centrocampo Battaglia, Voi, Grimaldi, in avanti Adamo, Diligente e Cannella. Arbitro sig.Cannella della sezione di Catania. Assistenti Ronsivalle e Gerbino di Acireale. L'Atletico parte subito all'attacco e al 1' Coriolano su punizione trova la testa di Pecorini, palla però bloccata senza problemi dal portiere ospite. Al 3' Coriolano conquista palla a centrocampo lancia Capobianco che scatta sul filo del fuorigioco trovandosi a tu per tu col portiere, tiro di Capobianco e rete dell'1 - 0 !. Grave ingenuità di Scifo che invece di uscire dalla sua porta aspetta Capobianco. Al 16' Adamo si invola verso la porta difesa da Lanza, Bonanno lo atterra presumibilmente in area, fallo da ultimo uomo. L'arbitro però grazia Bonanno ammonendolo e concede una punizione dal limite, anzichè il calcio di rigore. Sulla punizione seguente Adamo colpisce il palo alla sinistra di Lanza. Al 19' Capobianco lancia Pecorini che però si fa anticipare di testa dal portiere ospite. Al 20' viene ammonito La Porta per proteste. Al 21' Cross di Coriolano e colpo di testa di Pecorini che si perde sull'esterno della rete. Al 27' Scicli vicino al pareggio; calcio di punizione dal limite di Voi e gran parata di Lanza che toglie il pallone dal sette. Al 31' ci prova Adamo dalla distanza con un pallonetto che Lanza devia in corner. Al 32' ammonito Savà per lo Scicli. Al 42' azione dello Scicli e tiro di Scifo E. che si perde a lato. Al 43' arriva il raddoppio dell'Atletico: Capobianco raccoglie un passaggio di Coriolano e lascia partire un tiro da 30 metri che beffa il portiere. 2 - 0 !. Finisce così il primo tempo. Atletico Catania 2 - Scicli 0. Nella ripresa lo Scicli effettua tre sostituzioni: fuori Battaglia, Ficiri e Cannella, dentro Asselza, Gennaro, Scifo S.. Al 47' ci prova Grimaldi dal limite ma il pallone finisce di poco a lato. Al 55' corner di Coriolano e colpo di testa di Pecorini parato dal portiere. Al 59' tiro cross di Adamo che pesca Asselza in area, ma il suo tiro finisce fuori. Al 64' azione di attacco dell'Atletico Catania, sfonda di Pecorini e tiro al volo da 30 metri di Scuderi che si insacca sotto l'incrocio ! 3 - 0 !. Un Euro-Gol che vale il prezzo del biglietto !. Al 66' ammonito Merola per gioco falloso. Al 70' esce La Porta entra Finocchiaro. Al 73' lancio dalle retrovie per Pecorini che anticipa il portiere, la palla sembra entrare in rete, ma Savà salva sulla linea. Al 74' Esce Merola per Greco, e al 79' esce Luca per Gentile. All' 85' ammonito Greco per gioco falloso. L'arbitro concede 2 minuti di recupero e proprio al 92' Pecorini salta due avversari in area e lascia partire un tiro che batte Scifo per la quarta volta. 4 - 0 !. Il sig. Caniglia fischia la fine dell'incontro e consegna la seconda vittoria stagionale a quest'atletico sempre più in crescita. Appuntamento a Mercoledì per Belvedere - Atletico Catania. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


26/10/08 - Aquila Caltagirone - Atl.Catania. L'Atletico Catania esce sconfitta dal "Agesilao Greco" di Caltagirone per 1 - 0, rischiando di pareggiare l'incontro sul finale di partita. C'è da dire che l'Aquila Caltagirone ha dominato per tutto il primo tempo andando in rete ad inizio partita e vedendosi annullate due reti (giustamente) per fuorigioco. Tante occasioni sciupate dai padroni di casa che con il loro reparto offensivo creavano non pochi problemi alla retroguardia atletista. Dal canto suo l'Atletico Catania versione Contarino nel secondo tempo ha uscito grinta e carattere, rischiando di pareggiare la partita in due circostanze. L'Atletico in maglia Rosso-Blu quest'oggi schierava Lanza tra i pali, in difesa Aliquò, Cascio, Bonanno e Gentile, a centrocampo Greco, Merola, Scuderi e La Porta, in avanti Pecorini e Capobianco. L'Atletico parte male, ed è l'Aquila Caltagirone a fare la partita, all' 8' infatti errato rinvio di Cascio e pallone che arriva sulla mano del n.11 locale Crisafulli che lo addomestica e tira in porta. L'arbitro vede una deviazione inesistente e concede il corner. Sugli sviluppi del corner stacca su tutti il n.4 che deposita in rete. Aq.Caltagirone 1 - Atletico Catania 0. L'Aq.Caltagirone ci riprova all'11' e in azione convulsa in area la palla finisce in rete, ma l'arbitro annulla il gol per fuorigioco. Al 20' altra azione dei locali, sugli sviluppi di un corner stacca l'attaccante che consente una sfonda al compagno che deposita la palla in rete. peccato per la posizione di fuorigioco, e l'arbitro annulla anche questa marcatura per l'Aq.Caltagirone. Finalmente si affaccia l'Atletico e lo fa con una rapida ripartenza, Capobianco fa una sfonda per Scuderi che invece di tirare al volo si intestardisce con dei dribbling, e finisce col perdere il pallone. L'Aq.Caltagirone ci prova di continuo con rapide ripartenze e le accelerazioni di Crisafulli mettono zizzanie tra la difesa atletista. E' proprio Crisafulli al 30' a provare il tiro dalla destra, ma il suo tiro al volo si perde sull'esterno della rete. Al 40' altra azione dell'Aq.Caltagirone, che vede una serie di tiri, su continue ribattute in area di rigore, con Lanza costretto agli straordinari. Finisce così il primo tempo. Nel secondo tempo cala la nebbia, e per i primi 5 minuti fanno fatica gli oltre 1000 spettatori presenti alla partita, a vedere le azioni dell'incontro. L'Aq.Caltagirone cala il ritmo ed adesso è l'Atletico Catania a fare la partita. Esce Gentile, al suo posto Tricomi. L'Atletico mette paura agli avversari con lanci lunghi e rapide ripartenze di Capobianco, che spesso e volentieri prende e recupera palla a metà campo per far salire la squadra. Sua l'azione che lo vede protagonista al 60', dove si invola sulla sinistra salta due avversari entra in area e lascia partire un tiro deviato in corner dal difensore. Entra Coriolano, esce Scuderi. Coriolano cerca di mettere ordine a centrocampo, e ci riesce, lanciando i compagni senza però creare pericoli consistenti. Entra Manna per Pecorini all'80'. L'Aq.Caltagirone si chiude in difesa e subisce la pressione dell'Atletico. E proprio al 90' rischia di subire il pareggio; Corner di Coriolano, colpo di testa di Bonanno che tutto solo manda il pallone a 2 centimetri dal palo, per la disperazione dei tifosi atletisti giunti fino a Caltagirone. Dopo i 4 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e condanna l'Atletico Catania alla sua quarta sconfitta in campionato su 7 partite. Ora la situazione è davvero difficile. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


19/10/08 - L'Atl.Catania si salva allo scadere. All’ultimo respiro, all’ultimo sospiro. Proprio quando la speranza era quasi svanita, l’Atletico Catania agguanta il pari, al termine di un incontro dominato, e quasi perduto. L’Atletico, inspiegabilmente due volte sotto, ha meritatamente recuperato, e anzi, l’impressione è che la squadra allenata da Contarino abbia perso due punti, anziché averne guadagnato uno. Avrebbe dovuto vincere largamente, se solo la mira dei vari Pecorini, Orofino, e Capobianco fosse stata più precisa, e se di mezzo non si fosse messa la sfortuna, che sembrava modificare la traiettoria delle conclusioni. Così la Ragazzini con due sole conclusioni di Sessa, ha realizzato due reti, mentre l’Atletico ha dovuto attendere l’ultimo minuto della gara, e un rigore concesso dal direttore di gara Saggio di Siracusa per riequilibrare i conti. La cronaca. Al 38’ Rosignoli s’invola sulla corsia di destra, e crossa un pallone che Sessa stoppa e deposita in rete. Al 60’ pareggia Coriolano, con un tiro potente da fuori area, sul quale Vitali non può far altro che guardare. Poi tra l’85 e il 90’ prima Sessa fa 2 - 1 con un destro imparabile, che si insacca sotto l’incrocio dei pali, e al 94’ Di Gregorio trasforma il rigore del 2 - 2, assegnato per una cintura in area di rigore ai danni di Capobianco.

ATLETICO CATANIA : Lanza, Aliquo, Bonanno, Leonardi, Cascio, La Porta, Pecorini, Orofino ( 78’ Santoro ), Capobianco, Coriolano, Luca ( 50’ Di Gregorio ) . All. Alfio Contarino.

RAGAZZINI GENERALI : Vitali, La Monica, Missale, Torrisi, Guardo, Pidatella, Rosignoli, Nicotra. Bracciolano ( 65’ Russo ), Papa (90’ Nicolosi ), Sessa . All. Salvatore Marino.

ARBITRO : Saggio di Siracusa Assistenti : Todaro - Torre di Acireale.

RETI : 38’ e 85’ Sessa, 60’ Coriolano, 94’ ( rig ) Di Gregorio.

NOTE : ammoniti : 20’ Guardo.


19/10/08 - Atl.Catania - Rag. Generali  2 - 2. L' Atl.Catania ottiene un pareggio in extremis per 2 - 2 in casa contro la Ragazzini Generali (ex Palestro). Ottima la gara disputata dalla formazione atletista; una perla di Coriolano e un calcio di rigore di Di Gregorio hanno raggiunto per ben due volte lo svantaggio.


12/10/08 - Pareggio senza emozioni. L'Atletico Catania conquista il suo primo punto in trasferta e lo fa col fanalino di coda Scordia. All'Aldo Binanti di Scordia l'Atletico non ha saputo capitalizzare le occasioni avute, seppur poche, lasciandosi scappare 2 punti che potevano far respirare la squadra allenata dal nuovo mister Alfio Contarino. La reazione della squadra in un certo senso c'è stata, ma molti giocatori sembrano senza fiato e appesantiti. C'è molto da lavorare per il nuovo mister che già da domenica prossima avrà un incontro delicato contro i Ragazzini Generali. L'Atletico Catania incitata dai suoi tifosi anche in trasferta, pervenuti con fumogeni e bandiere, scendeva in campo con un inedito 3-5-2 dove vi era Lanza tra i pali, in difesa Costanzo, Cascio e Leonardi, a centrocampo Finocchiaro, Coriolano, Merola, La Porta e Gentile, in attacco Capobianco e Pecorini. La partita è povera di emozioni e piena di interruzioni arbitrali, le uniche emozioni le regalano i tifosi atletisti dalle tribune con cori e colore che incitano la squadra etnea. Il primo tiro in porta è di marca atletista al 30' ad opera di Coriolano che su calcio di punizione lascia partire un tiro che sorvola la traversa. Lo Scordia tenta rapidi contropiedi, ma non riesce mai a pungere la retroguardia atletista. Al 40' l'Atletico Catania ha una ghiotta occasione per portarsi in vantaggio; apertura di Coriolano per Merola sulla fascia, che tutto solo dai 30 metri prova il tiro anzichè servire Pecorini in area, e il pallone viene parato in 2 tempi dal portiere locale. Finisce così il primo tempo povero di occasioni. Scordia 0 - Atletico Catania 0. La ripresa sembra avere lo stesso andazzo del primo tempo, ed è l'Atletico a cercare di accelerare i ritmi della partita. Al 55' Capobianco salta un uomo e da 25 metri fa partire un tiro raso terra che da l'illusione del gol, ma che in realtà si spegne sul fondo. Al 65' ancora Capobianco dalla distanza ci prova ma il pallone finisce di gran lunga alla sinistra della porta dello Scordia. Entra Orofino e Aliquò, esce Merola e Finocchiaro. L'Atletico cerca improvvise accelerazioni con Capobianco che spesso salta avversari come birilli e conquista punizioni importanti. Esce Coriolano entra Santaro all'80'. Al 90' l'arbitro concede 5 minuti di recupero e al 94' Pecorini prova il tiro al volo che viene deviato in corner dal portiere. Sull'azione di contropiede lo Scordia non riesce ad essere preciso a lanciare l'attaccante solo contro Lanza, pronto il recupero della difesa atletista che riesce a recuperare e spazzare via il pallone. L'arbitro fischia così la fine dell'incontro e manda tutti negli spogliatoi. Scordia 0 - Atletico Catania 0. Un pareggio che lascia l'amaro in bocca ai tifosi, che nonostante tutto applaudono la squadra pervenuta sotto le tribune. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


12/10/08 - Scordia - Atl.Catania  0 - 0. Nella 5° giornata del Campionato di Promozione (girone D) l'Atl.Catania, con in panchina il nuovo allenatore Contarino, ottiene un pareggio 0 - 0 in trasferta contro lo Scordia.


10/10/08 - Rivoluzione: nuovo tecnico e nuovi dirigenti. La sconfitta interna dell'Atletico Ct. contro il Santa Croce Camerina (terza sconfitta consecutiva) non è stata digerita, per cui il presidente Crisafi ha esonerato l'allenatore Gaetano Pecorino; chiamando al suo posto Alfio Contarino (ex Virtus Catania), questa mossa era già nell'aria poichè già tentata in estate. A fare parte della dirigenza dell'Atl.Catania è arrivato l'avv. Santi Di Stefano, mentre Santo Palma è il nuovo diesse. << Domenica - ha dichiarato il presidente Crisafi - andremo a vincere a Scordia e s'inizierà la nostra rimonta >>. (dal giornale "La Sicilia")


05/10/08 - Arriva la terza sconfitta. Amara sconfitta per l'Atletico Catania che perde per la terza volta consecutiva in questo campionato e stavolta lo fa proprio davanti ai suoi tifosi. Quest'oggi al "Giulio Nicosia" di Tremestieri si respirava un'aria pesante viste le polemiche che hanno accerchiato squadra e dirigenza durante la settimana. Un Atletico Catania che nonostante tutto ha rischiato di pareggiare la partita macchiato da un episodio arbitrale che ha consentito al S.Croce di portare via i tre punti. L'Atletico Catania schierava in campo: Ragonesi, Bonanno, Salamanca, Leonardi, Cascio, Orofino, Scuderi, La Porta, Santoro, Di Gregorio, Pecorini, in panchina con mister Pecorino andavano Lanza, Costanzo, Finocchiaro, Merola, Manna, Grasso, Coriolano. Il S.Croce rispondeva con Di Giacomo, Bonifazio, Basile , Gulino , Iurato, D'Iapico , Romeo, Russo, Scudera, Mascara, Nasello. In panchina Barbera, Guarino, Spadola, Sarbellini, Coppoletta, Livia, Fausciana. All.Di Giacomo. L'arbitro dell'incontro è il sig. Caruso della sezione di Messina, i collaboratori Miuccio e Basile di Acireale. Davanti a circa 150 spettatori l'Atletico tenta di imporre il proprio gioco e proprio con Orofino al 7' prova a trovare la rete con un tiro al volo che si perde alto sulla traversa. Il S.Croce è una buona squadra e mette paura ai padroni di casa con le sue rapide ripartenze. E' proprio Mascara al 10' a pennellare un cross per la corrente Bonifazio che dalla destra, tutto solo, lascia partire un tiro in diagonale che batte Ragonesi. Atletico Catania 0 - S.Croce 1. Al 14' ancora S.Croce e stavolta è Nasello a provare il tiro dalla distanza che si perde alto. Al 15' si vede l'Atletico con Di Gregorio che salta un uomo sulla fascia lascia partire un cross che viene deviato in extremis in corner dal difensore. Al 20' ci prova Pecorini, che stoppa un pallone di petto servito da Di Gregorio, ma il suo tiro finisce di poco sopra la traversa.Al 33' viene ammonito Russo per gioco scorretto. Al 40' il S.Croce ha l'opportunità di chiudere la partita ma Mascara si fa deviare il suo tiro da Ragonesi, l'azione non finisce perchè Romeo a porta sguarnita tira alto. Come succede nel calcio gol sbagliato, gol subito, e proprio sugli sviluppi di un corner di Di Gregorio arriva il colpo di testa prima di Cascio e poi quello vincente di Leonardi che sigla l'1 a 1. Atletico Catania 1 - S.Croce 1. Finisce così il primo tempo. Nel secondo tempo S.Croce più cinico, e proprio al 52' Mascara pennella un cross per Romeo che si fa anticipare da Cascio in corner. Al 65' Punizione di Mascara da 20 metri, Ragonesi para a terra. Al 67' si rivede l'atletico, angolo di Di Gregorio, esce con i pugni Di Giacomo e tiro al volo di Scuderi che si perde alto sulla traversa. Al 63' ammonito Orofino per proteste. Al 65' doppia sostituzione per l'Atletico Catania, Entrano Merola e Coriolano, al posto di Di Gregorio e Orofino. Al 66' calcio di punizione di Coriolano parata tranquillamente da Di Giacomo. Al 67' esce Mascara al suo posto Fausciana. Al 69' sugli sviluppi di un azione del S.Croce l'arbitro assegna una punizione dal limite dubbia, per una presunta trattenuta di Cascio ai danni di Scudera. Tra lo stupore del pubblico, visto che l'azione si stava svolgendo in tutt'altra zona del campo. A battere la punizione va Nasello che con un preciso tiro a giro insacca il pallone nell'angolo basso difeso da Ragonesi. Atletico Catania 1 - S.Croce 2. Al 70' viene ammonito Bonanno, e al 73' esce Romeo per gli ospiti al suo posto Sarbellini. Al 81' ammonito Gulino per gli ospiti, mentre Pecorino tenta il tutto per tutto togliendo dal campo Bonanno per far giocare Manna in avanti. Al 81' ci prova di nuovo Coriolano su punizione ma il pallone viene bloccato senza problemi da Di Giacomo. Al 84' ancora Coriolano dalla distanza prova il tiro che si perde a lato. Al 89' esce Scudera entra Spadola. Al 90' altra punizione di Coriolano parata in due tempi da Di Giacomo. L'arbitro concede 5 minuti di recupero e l'occasione del pareggio capita sui piedi di Pecorini che raccoglie in area un colpo di testa di Cascio ma la sua girata sfiora l'incrocio dei pali. Finisce così la partita, con quest'altra sconfitta per l'Atletico Catania per 2 a 1, con la contestazione della tifoseria atletista ai danni dell'allenatore Pecorino. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


28/09/08 - Comiso - Atl. Catania  4 - 1. Piove sul bagnato per l'Atletico Catania che rimedia la seconda sconfitta consecutiva su tre partite. In quel di Comiso si è vista solo una squadra, quella locale che con schemi, verticalizzazioni, e azioni brillanti metteva in seria difficoltà la formazione etnea. Preoccupante è la situazione della società Atletista, dove non si vede gioco, ne tanto meno schemi tattici, e si fa affidamento alle giocate dei singoli, che per molti versi non se ne sono viste nelle ultime due partite. Dura contestazione verso l'allenatore Gaetano Pecorino, contestato duramente dai tifosi Atletisti, presenti al comunale di Comiso in 30 unità. Una squadra che non ha carattere, e incapace di arrivare alla conclusione negli ultimi 30 metri. Impensabile che in due gare si siano visti solo 3-4 tiri in porta. Alla situazione quasi drammatica dei risultati si è aggiunto l'allontanamento di Capobianco (in settimana) e quello di Mario Noto. L'Atletico Catania sceso in campo oggi vedeva Lanza tra i pali, in difesa Gentile, Leonardi, Cascio e Aliquò, a centrocampo Coriolano, Merola, Scuderi, Tricomi e Di Gregorio, in avanti Pecorini. Passano appena 2 minuti e il Comiso va vicino al vantaggio, cross pennellato al centro per il n.8 che di testa colpisce solo di testa, ma Lanza riesce a deviare in corner. La fascia sinistra atletista è come un autostrada per i locali, che spesso e volentieri saltano i difensori come birilli, e i maggiori pericoli arrivano proprio da li. L'Atletico rimane a guardare gli avversari, e subisce ripetutamente i padroni di casa, che sbagliano occasioni su occasioni in area atletista. Al 20' azione solitaria dell'attaccante del Comiso che viene agganciato sul piede da Aliquò che lo stende, ma l'arbitro non vede il rigore e lo ammonisce per simulazione. Al 32' azione difensiva atletista sbagliata, ne approfittano gli attaccanti del Comiso che con un preciso pallonetto insaccano in rete l'1 a 0. Comiso 1 - Atletico Catania 0. Timida reazione dell'Atletico che da posizione defilata, Coriolano trova un tiro-cross che attraversa tutto lo specchio della porta. Finisce il primo tempo col punteggio di 1 a 0. Il secondo tempo comincia con l'Atletico che cerca di reagire, ma passano appena 4 minuti, e il Comiso raddoppia: Cross dell'esterno comisano, e il n.9 locale con una rovesciata volante insacca in rete. Un Euro-Gol che vale il 2 a 0. Cominciano le contestazioni dei tifosi atletisti nei confronti dell'allenatore, e qualche scaramuccia in tribuna, con cori dei tifosi Comisani nei confronti dell'Atletico Catania. Entra Tomaselli al posto di Gentile e Ragonesi al posto di Lanza (infortunato). Ancora comiso al 63' con l'attaccante che lascia partire un tiro che Ragonesi riesce a parare di piede. Il terzo gol è nell'aria e arriva sugli sviluppi di un cross, che trova libero l'attaccante Comisano che può insaccare in rete il 3 a 0. L'Atletico prova una timida reazione al 75' con Di Gregorio che pennella un cross per la testa di Tomaselli che sigla il gol della bandiera. Comiso 3 - Atletico Catania 1. All'80 però arriva un fulminante contropiede del Comiso che buca la difesa atletista e si presenta a tu per tu con Ragonesi, quest'ultimo riesce quasi a sradicare il pallone dai piedi dell'attaccante, ma un rimpallo serve il n.7 locale che può siglare a porta libera il 4 a 1. Entra Grasso al posto di Tricomi. Dopo qualche scaramuccia in campo e sugli spalti non succede più nulla, e l'arbitro può sancire la vittoria del Comiso, condannando l'Atletico Catania alla seconda sconfitta consecutiva. Adesso l'esonero del Mister Pecorino sembra davvero dietro l'angolo. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


21/09/08 - Sconfitta meritata a Pachino. Un Atletico Catania inguardabile perde in quel di Pachino per 2 - 0 contro la formazione locale, subendo ripetutamente i padroni di casa per l'intero incontro. Un atletico privo di idee e senza gioco affidato ai lanci di Coriolano e dalle linee difensive. Gioco inesistente sulle fasce, dove i maggiori problemi nascono da li, e pochi palloni giocabili in avanti. L'Atletico Catania scendeva in campo con un 4-5-1, dove vi era tra i pali Lanza, in difesa Aliquò, Leonardi, Cascio e Luca, a centrocampo Di Gregorio, Finocchiaro, Coriolano, Merola e Capobianco, in avanti Pecorini. Avvio molto rallentato, con le due squadre che si studiano a vicenda. La prima occasione è del Pachino, lancio smarcante per l'attaccante ex atletico Mirici che stoppa e tira al volo da posizione defilata, la palla si perde alta sulla traversa. L'Atletico reagisce e al 12' su calcio di punizione di Coriolano, Cascio non riesce a deviare la palla in rete per un soffio. E' il miglior momento per l'Atletico Catania che ha l'occasione per portarsi in vantaggio; lancio di Coriolano entra in area Finocchiaro che invece di servire Pecorini calcia da posizione defilata facendosi respingere il pallone dal portiere locale. L'Atletico abbassa il ritmo e al 30' subisce la rete dello svantaggio. Punizione dal limite del Pachinese Angelo Nicolosi (ex Atletico), Lanza respinge con i pugni, la difesa non riesce a spazzare ed è un gioco da ragazzi per l'attaccante locale metterla in rete. Pachino 1 - Atletico Catania 0. Atletico in panne e dopo 1 minuto azione di contropiede pachinese, l'attaccante a tu per tu con Lanza prima lo salta e a porta totalmente sguarnita colpisce incredibilmente la traversa, per la disperazione degli oltre 500 spettatori. L'Atletico prova timide reazioni ma il primo tempo si chiude col vantaggio del Pachino per 1 a 0. Il secondo tempo si apre con 2 sostituzioni, escono Di Gregorio e Finocchiaro, entrano Orofino e Viglianesi. La gara non offre emozioni, gli unici a credere nel pareggio sono i 50 tifosi arrivati a Pachino che incitano la squadra senza mollare. L'Atletico si rende pericoloso su calci piazzati, ma nessun giocatore è in grado di buttarla in rete. Esce Coriolano entra Scuderi. Al 70' errore difensivo di Aliquò che perde palla nella sua metà campo facendo involare l'attaccante ospite verso la porta difesa di Lanza, quest'ultimo non può far nulla contro il preciso pallonetto dell'Attaccante che può festeggiare assieme ai suoi tifosi il 2 a 0. Atletico che subisce ancora i locali, su contropiedi rapidi. Ci prova Mirici dalla distanza ma Lanza devia in corner. Su corner colpo di testa di Nicolosi, LAnza devia ancora in corner. La gara prosegue su questa scia fino la triplice fischio che condanna la formazione etnea alla prima sconfitta stagionale. Pachino 2 - Atletico Catania 0. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


15/09/08 - Tris dell' Atletico Ct. contro la Leonzio. Un derby dal sapore antico, quello che ha visto protagoniste Atletico Catania e Leonzio, nobili decadute del calcio siciliano. La prima giornata di campionato sorride all' Atletico Catania che ha ottenuto meritatamente l'intera posta in palio. Basta un tempo agli etnei per archiviare positivamente la pratica Leonzio. Rossoblù di casa pimpanti e concreti sin dalle battute iniziali, lentinesi volenterosi ma ancora alla ricerca della forma migliore. Gli ospiti, inoltre sono stati penalizzati dalla doppia inferiorità numerica nel secondo tempo. La gara. Al 6', il catanese Luca Di Gregorio trasforma un penalty concesso per un fallo di Macca su Capobianco. Al 15' raddoppio atletista: Coriolano pennella in area un corner, Pecorino svetta su tutti e batte con un colpo di testa in portiere bianconero. La Leonzio, tramortita dal micidiale uno-due, reagisce al 19' con una botta di Di Marco, ma, Lanza è attento e respinge. Gli ospiti accorciano le distanze al 24': punizione di Abate, Macca sfiora di destro quel tanto che basta per mettere fuori causa Lanza. L'Atletico Catania, nonostante il gol subito, è padrone del campo, e al 45' trova il terzo gol con Pecorini. (dal giornale "La Sicilia")


14/09/08 - 1° giornata: Atletico Ct. - Leonzio  3 - 1. L'Atletico Catania inizia il suo cammino nel nuovo campionato di Promozione e lo fa alla grande, mettendo in ginocchio la formazione lentinese della Leonzio battendola per 3 - 1, davanti ai suoi tifosi che hanno dato un contributo notevole alla squadra, incitandola sotto la pioggia. Un ottimo primo tempo della formazione atletista che ha permesso di chiudere l'incontro nei primi 45 minuti, col punteggio di 3 a 1. L'Atletico scendeva in campo con un 4-4-2, dove tra i pali operava Lanza, in difesa Aliquò, Leonardi, Cascio e Luca, a centrocampo Coriolano, Finocchiaro, Capobianco e Merola, in avanti Di Gregorio e Pecorini. L'Atletico parte col piede sull'acceleratore e al 2' azione di Capobianco che viene atterrato in area e l'arbitro concede la massima punizione. Dal dischetto va Luca Di Gregorio che segna l' 1 - 0. Gioia incontenibile per Di Gregorio che va ad esultare sotto i suoi tifosi. La Leonzio prova a reagire con rapide ripartenze spesso fermate in fuorigioco da parte dei guardalinee. 15' Minuto: l'Atletico Catania conquista un corner, dalla bandierina va Coriolano che crossa perfettamente per Pecorini che insacca di testa il 2 - 0 !. Anche per Pecorini esultanza sotto i tifosi in festa! La Leonzio prova la reazione e al 18' l'attaccante ospite si trova a tu per tu con Lanza, ma Lanza respinge coi pugni il tiro violento dell'attaccante. Al 26' punizione dal limite della Leonzio, il tiro viene deviato dalla difesa atletista che beffa Lanza e palla depositata in rete. 2 - 1. E' il momento migliore per la Leonzio che mette paura alla retroguardia atletista con azioni e lanci continui. Al 38' il guardalinee richiama l'attenzione dell'arbitro per ravvisare una gomitata del n.5 lentinese Roccia ai danni di Pecorini. L'Arbitro lo richiama a se e lo espelle. Ci sono attimi di confusione e viene espulso per proteste sia l'allenatore che anche il n.4 ospite. Leonzio che rimane con 9 giocatori in campo. Al 47' in pieno recupero lancio di Coriolano, scatto di Pecorini, uscita a vuoto del portiere ospite che liscia il pallone e lascia Pecorini tutto solo davanti alla porta, che firma con un pallonetto il 3 - 1 !. Finisce così il primo tempo. Atletico Catania 3 - Leonzio 1. La ripresa vede Scuderi in campo al posto di Merola. L'Atletico gioca sottotono, forse cullato dalla minoranza numerica degli avversari e gioca a sufficienza con lanci lunghi. La Leonzio dal canto suo fa quel che può, ma senza impensierire la difesa atletista. Al 60' esce Coriolano al suo posto Tricomi. Al 65' lancio per Pecorini che da 25 metri lascia partire un tiro che sorvola di poco la traversa. Ancora una giocata di Di Gregorio sulla fascia che salta l'uomo penetra in area ma il suo tiro viene respinto coi pugni dal portiere. Esce Luca per Costanzo. Al 78' Capobianco lancia Pecorni che evita il fuorigioco e si presenta a tu per tu col portiere, ma il suo tiro finisce clamorosamente a lato. 84' nuovamente Pecorini salta il difensore si invola verso la porta ma invece di concludere cerca il passaggio al compagno favorendo il recupero della difesa lentinese. Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine e concede questi primi 3 punti alla formazione atletista !. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


07/09/08 - L'Atletico vince, ma esce dalla Coppa. L'Atletico Catania nonostante la vittoria per 2 - 1 col S.Gregorio esce dalla coppa per l'1 a 0 rimediato nella gara di andata. Una partita dove il protagonista principale è stato il direttore di gara Sig.Davide Musumeci, della sezione di Catania, che ne ha combinate di cotte e di crude negando 3 rigori netti alla formazione atletista e concedendone uno dubbio, due espulsioni e tante recriminazioni dall'una e dall'altra parte. L'Atletico dal canto suo ha disputato una gara discreta, ma manca un centravanti che può fare la differenza. Davanti e 150 spettatori di fede atletista, l'Atletico scende in campo con Ragonesi tra i pali, in difesa Aliquò, Cascio, Costanzo e Luca, a centrocampo Coriolano, Merola, Santoro, Di Gregorio e Capobianco a ridosso della punta Pecorini. L'Atletico parte bene e costruisce gioco, trascinato da un buon Coriolano e dalle giocate sulla fascia del sempre verde Di Gregorio; ed è proprio lui al 10' a saltare un uomo dalla destra e lasciar partire un un sinistro che il portiere devia prima sul palo e poi in corner. Sull'angolo seguente stacca Cascio, che manda il pallone alto sulla traversa. Al 20' calcio di punizione dal limite, se ne incarica Coriolano, la sua bordata violenta viene deviata dal portiere ospite in corner. Il S.Gregorio è poca cosa, e impensierisce ben poco la retroguardia atletista. Al 37' Coriolano lancia Pecorini che mentre sta per calciare il pallone viene clamorosamente atterrato in area dal difensore ospite, per l'arbitro è tutto regolare e lascia proseguire. Un rigore sacrosanto che poteva cambiare l'andamento della gara, e invece arriva qualche minuto dopo il gol del S.Gregorio; calcio di punizione dalla destra, parabola in area e colpo di testa vincente dell'attaccante ospite. Atletico Catania 0 - S.Gregorio 1. Al 40' ci prova Capobianco con una delle sue incursioni ma spesso e volentieri l'arbitro ferma l'Atletico in fuori giochi inesistenti, anche non ravvisati dai guardalinee. Al 45' azione di Di Gregorio, che si accentra e lascia partire un tiro che il portiere devia nuovamente in corner. Finisce così il primo tempo. La ripresa vede un atletico più arrembante in avanti, Di Gregorio e Capobianco si spostano in avanti a supporto di Pecorini. Siamo al 49' e Merola rimedia un cartellino giallo per fallo a centrocampo. Dopo 2 minuti altro fallo di Merola, e l'arbitro esce il rosso diretto. Un fallo dove l'ammonizione poteva essere risparmiata. La disparità numerica viene annullata qualche minuto dopo al 55' quando l'arbitro espelle il n.8 ospite per aver tirato una punizione senza aver aspettato il fischio. Il n.8 incredulo abbandona il campo. Al 65' un lancio dalle retrovie atletiste trova Pecorini in area che vince un rimpallo e trovandosi a tu per tu col portiere sbaglia clamorosamente, buttando il pallone a lato. Azione fotocopia al 70', stavolta il tiro è di Luca, che si fa deviare il pallone in corner. Sul corner seguente di Coriolano, viene atterrato Cascio, e l'arbitro concede il calcio di rigore. Dagli 11 metri va Di Gregorio che fa 1 a 1. Passano soltanto 2 minuti e l'Atletico conquista un nuovo corner. Angolo di Coriolano, testa di Pecorini, traversa e GOL!! Siamo al 72'. Atletico Catania 2 - S.Gregorio 1. Nel miglio momento atletista, mister pecorino sostituisce Di Gregorio e Pecorini, per Scuderi e Tomaselli. Saltano gli schemi e l'Atletico non riesce a costruire più gioco. Si affida la squadra ai lanci di Coriolano e alle giocate di Capobianco. Entra Gentile, esce Luca. Ed è proprio sua all'84' la sforbiciata stoppata col braccio da un difensore ospite. L'arbitro come al solito non vede e lascia proseguire. Al 94' l'Atletico ha l'ultima occasione, e capita sui piedi di Capobianco, che magistralmente salta un avversario, e col portiere a terra dalla destra butta il pallone sull'esterno della rete per la disperazione del pubblico di casa. Finisce così 2 a 1 per l'Atletico Catania, ma a festeggiare il passaggio del turno è il S.Gregorio. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


30/08/08 - Sconfitta nel recupero. L'Atletico Catania perde il primo incontro ufficiale perdendo per una rete a zero contro il S.Gregorio, partita valida per i 32° di Finale di Coppa Italia. L'Atletico Catania priva degli indisponibili e squalificati Pecorini, Di Gregorio, Leonardi e Orofino, schiera una formazione imbottita di giovani. Mister Pecorino opta per un 4-5-1 dove gioca tra i pali Lanza, in difesa Luca e Salamanca esterni, Cascio e Bonanno centrali, a centrocampo Scuderi, Santoro, Coriolano, Grasso e Capobianco a supporto della punta Tomaselli. La gara è povera di occasioni e le due squadre si studiano a centrocampo. Nessun brivido in ambedue le parti, se non per qualche lancio lungo del S.Gregorio che mette in allerta la retroguardia atletista. L'unica cosa da segnalare nel primo tempo è la sostituzione di Tomaselli per infortunio al 23'; al suo posto Tricomi. La ripresa regala qualche emozione in più, ed è proprio l'Atletico ad andare vicino al gol con Capobianco che penetra in area, salta due avversari e dalla destra lascia partire un tiro che viene deviato dal portiere. L'Atletico ci crede, e Coriolano cerca di costruire gioco a centrocampo, spesso però non finalizzato dalle punte. Esce Tricomi entra La Porta al 60'. Al 70' l'Atletico ha la più ghiotta occasione dell'incontro, apertura sulla sinistra per Salamanca che entra in area e invece di tirare cerca di servire un compagno, ma la palla viene spazzata dalla difesa del S.Gragorio, la palla arriva a Coriolano che dal limite lascia partire un tiro che si stampa sul palo!! Esce Salamanca entra Arena. Ed è proprio lui ad andare vicino al gol su cross di Grasso, che di testa manda di poco a lato. La partita si incattivisce, e l'arbitro comincia ad ammonire giocatori di entrambe le squadre, il più bersagliato è Bonanno che raccoglie un cartellino gialle all'80' per poi essere espulso all'85' per doppia ammonizione, causa gioco scorretto. L'Atletico ha un buco in difesa e alla prima occasione utile il S.Gregorio affonda, contropiede del S.Gregorio, l'attaccante viene atterrato in area e l'arbitro concede la massima punizione. Siamo al 90'. Dagli undici metri trasforma il n.10 locale. Dopo 3 minuti di recupero finisce la partita, S.Gregorio batte Atletico Catania 1 a 0. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


23/08/08 - Pareggio col Gattopardo. Un Atletico Catania agguerrito conquista un ottimo pareggio contro il Gattopardo di mister Falsone (ex Atletico Catania). La gara conclusa col punteggio di 1 a 1 ha visto un netto equilibrio tra le due formazioni, nonostante il Gattopardo sia una formazione di Eccellenza. Il primo tempo a sbloccare il risultato è Capobianco, lanciato a rete da Di Gregorio (ex di turno), abile a buttare in rete il pallone a tu per tu col portiere. Il pareggio arriva pochi minuti dopo su calcio di rigore, per un fallo in area di Cascio. Nell'Atletico buona prova di Luca, Bonanno e Di Gregorio nel primo tempo. Nella ripresa mister Pecorino ridisegna la formazione con Merola (in prova da qualche giorno) a centrocampo. Buona la prova di Grasso nella ripresa. La prossima partita ufficiale sarà con il S.Gregorio, valida per la coppa italia, sabato 30 Agosto alle ore 16. Mister Pecorino si ritroverà con una formazione rimaneggiata viste le squalifiche e gli infortuni. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


21/08/08 - Ottima gara a Viagrande. L'Atletico Catania tiene testa ad un bravo Viagrande, seppur perdendo per 2 reti ad 1, l'Atletico ha giocato un buon calcio, dove ha prevalso l'esperienza e le capacità dei "grandi" e la tenacia dei Juniores. L'Atletico priva di Leonardi, ha ben impressionato nella prima frazione dove Santoro, Di Gregorio e Cascio hanno fatto la differenza. I gol del Viagrande sono stati frutto di due errori difensivi che potevano essere evitati. Di Santoro il gol dell'Atletico Catania (complice anche una deviazione del difensore del Viagrande). Mister Pecorino a fine partita conferma la buona prestazione dei suoi <<Stiamo crescendo, stanno venendo fuori un pò tutti, per la prima di campionato saremo già pronti, ancora i ragazzi sono un pò affaticati ma stiamo crescendo>>. Sabato amichevole con la Gattopardo a Tremestieri. Aperta intanto la campagna abbonamenti che prevede l'ingresso a tutte le gare casalinghe dell'Atletico Catania + la Coppa Italia. L'Abbonamento ha un costo di 60€ e può anche essere acquistato dal sito nella sezione > Atletico Catania Point. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


17/08/08 - Batosta a Biancavilla. L'Atletico Catania dopo la vittoria rocambolesca sul Riposto per 7 a 4, perde quest'oggi per 5 a 1 a Biancavilla contro la formazione locale, militante nel torneo di Eccellenza. L'Atletico Catania in realtà subisce le 5 reti tutte nel primo tempo, dove la formazione era formata prevalentemente da giovani. Nel secondo tempo con l'ingresso di Coriolano e Di Gregorio la musica cambia, e infatti proprio Di Gregorio sigla l'unica rete del secondo tempo. Risultato finale: 5 a 1. Da Lunedì si riprenderà con la preparazione atletica, per poi affrontare una nuova amichevole giovedì a Viagrande, proprio contro il Viagrande militante in Eccellenza, visto il recente ripescaggio di qualche settimana fa. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


14/08/08 - L'Atletico sbanca Riposto. L'Atletico Catania vince per 7 reti a 4 contro un Riposto brillante nel primo tempo e poco lucido nel secondo. L'Atletico Catania in svantaggio per 4 a 1 nel primo tempo ha poi recuperato e superato i locali, trascinati da un grande Coriolano, che si conferma il leader della squadra. Atletico Catania che scende in campo con Catania tra i pali, in difesa Luca, Leonardi, Cascio, Bonanno, a centrocampo Santoro, Finocchiaro, Manna e Di Gregorio, in avanti Pecorini e Tomaselli. Atletico Catania subito in gol dopo qualche minuto dall'inizio della partita, Di Gregorio salta un avversario e dal limite fa partire un tiro angolato che si insacca in rete. 0 a 1. I Locali pareggiano al 12' con un gran tiro al volo dalla distanza dove Catania nulla può. 1 a 1. Il Riposto gestisce il gioco e l'Atletico sembra imballato, non riesce a giocare e sbaglia innumerevoli palloni; ne approfitta il Riposto che sigla il 2 a 1 al 18'. Le reti dei locali diventano 3 quando viene concesso un calcio di rigore a favore dei locali. 3 a 1. Si fa male Leonardi, al suo posto entra Costanzo. E proprio lui e Catania non si intendono su un tiro cross dell'attaccante del riposto, pasticcio difensivo che vale il 4 a 1. Fuori Tomaselli e Pecorini, dentro Coriolano e Orofino. Cambiano i ritmi ed è proprio Coriolano ad accorciare le distanze direttamente su calcio di punizione. 4 a 2. Altra azione offensiva dell'Atletico Catania con Coriolano che crossa per Di Gregorio che di testa sigla la rete del 4 a 3. Finisce il primo tempo. Nella ripresa entra Lanza al posto di Catania, e la partita comincia bene per l'Atletico Catania, che pareggia subito su calcio di punizione di Coriolano. 4 a 4. Entra Grasso al posto di Manna e rientra Tomaselli al posto di Di Gregorio. L'Atletico gestisce il gioco e approfitta della scarsa lucidità dei locali. E' Grasso a portare le reti dell'Atletico a 5. Segna nuovamente Coriolano firmando la sua tripletta personale con un tiro dal limite. 6 a 4. Entrano poi Longhitano, Salamanca e Tricomi. La settima rete però arriva dal giovane Grasso che respinge in rete una respinta corta del portiere, siglando la sua doppietta personale. A fine gara soddisfatto il Segretario Generale Giuseppe Scardace << La squadra mi è piaciuta specie nel secondo tempo, ottimo Coriolano, un leader. Bravi anche i giovani che saranno importanti durante il campionato>>. La prossima partita sarà domenica a Biancavilla alle ore 16. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


09/08/08 - Ottima prova col il Castiglione. La seconda amichevole stagionale conferma il grande potenziale della squadra atletista che perde con un Castiglione, neo promosso in serie D, per 2 reti ad 1. Un ottimo risultato maturato peraltro all'ultimo minuto dell'incontro. La partita si è svolta con una suddivisione in 3 tempi, dove il primo tempo l'Atletico Catania schierava gran parte della formazione titolare, con Catania tra i pali, Bonanno, Leonardi, Cascio e Luca in difesa, a centrocampo Coriolano, Santoro, Manna, Orofino e in avanti Di Gregorio e Pecorini. Il primo mini tempo si conclude col punteggio di 0 a 0. Ottima prova per Benny Cascio che assieme a Leonardi regala sicurezza al reparto arretrato. Bene pure Coriolano, Bonanno, Luca e Orofino. Il secondo mini tempo più spazio ai giovani Aliquò, Grancagnolo, Grasso, Aiello, Longhitano e Finocchiaro, che hanno ben figurato tenendo testa alla forte formazione del Castiglione. Il gol del Castiglione arriva proprio nel secondo tempo con un calcio di punizione dal limite, che Lanza vede partire in ritardo e si fa beffare per la rete dell'1 a 0. Nel terzo mini tempo rientrano i "big" del primo tempo, e Pecorino si affida in avanti al tandem Pecorini- Tomaselli. Proprio nel terzo tempo arriva il gol atletista, lancio di Manna, palla a Pecorini che crossa al centro per Coriolano che da solo deposita in rete a tu per tu col portiere. 1 a 1. Qualche minuto dopo, proprio agli sgoccioli, Lanza e Leonardi non si intendono e si fanno beffare di testa dall'attaccante del Castiglione che firma il 2 a 1. Finisce la gara tra gli applausi del pubblico presente. Soddisfatto il presidente che a fine partita si dichiara compiaciuto della prestazione dei suoi ragazzi. La prossima amichevole sarà giovedì 14 a Riposto contro la formazione locale. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


07/08/08 - Primo test importante contro il Paternò. Primo test per l'Atletico Catania che contro il Paternò comincia a far vedere l'ossatura di grande squadra. La formazione atletista del primo tempo dove presentava i probabili titolari dove figuravano i big, quali Coriolano, Di Gregorio, Santoro e Leonardi ha stoppato la formazione locale, militante in Eccellenza sullo 0 a 0. Ottime risposte sono arrivate da Di Gregorio, che con le sue volate offensive dava non pochi problemi alla retroguardia Paternese. Sono piaciuti anche Leonardi, Lanza, Orofino e Finocchiaro. Anche se ovviamente i carichi di lavoro si cominciano a far sentire sulle gambe. Nella ripresa comincia il valzer delle sostituzioni, entrano in campo in prevalenza tutti gli Juniores, ed è proprio quello il momento dove il Paternò affonda e colpisce per ben 6 volte la porta atletista. Rimane comunque la bella prova del primo tempo dove si sono visti alcune trame offensive e qualche schema. C'è solo da migliorare! Manca ancora all'atletico un centravanti capace di buttar la palla dentro per finalizzare il gioco di Di Gregorio e compagni. Sabato altro test importante alle ore 16 a Castiglione di Sicilia contro la formazione locale. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


06/08/08 - Presentata la nuova maglia. La nuova maglia dell'Atletico Catania prevede il ritorno al vecchio stile ma con la particolarità del fondo grigio con le strisce rosso-blu orizzontali.


04/08/08 - Comincia l'avventura del nuovo Atletico Catania. Sul campo di Tremestieri si sono infatti ritrovati tutti i giocatori vecchi e nuovi che comporranno la rosa atletista. I nuovi arrivi Di Gregorio, Capobianco, Santoro, Wanausek e Lanza, andranno a rafforzare la vecchia rosa dello scorso anno dove spiccano i nomi di Coriolano, Pecorini, Mario Noto e Leonardi. Oltre al valido gruppo di Juniores aggregatosi alla squadra, che l'attento mister Pecorino saprà selezionare per promuovere qualche valido giovane in prima squadra. La preparazione di oggi si è svolta con una serie di ripetute con dei giri di campo, tra l'entusiasmo di circa 100 tifosi che hanno colorato le tribune del "Nicosia" con bandiere e fumogeni per iniziare al meglio la nuova stagione. Partitella dopo giri di campo per gli juniores, per scaricare il carico di lavoro. A fine allenamento il Presidente conferma che per ora l'organico è al completo dichiarando << Ci servirebbe un difensore (Alberto Grasso ?), ma abbiamo un valido gruppo di giovani, non vogliamo correre, aspettiamo di vedere i giovani all'opera e poi si vedrà. Per quanto riguarda l'attacco con Di Gregorio, Tomaselli e Pecorini per adesso siamo al completo, se occorreranno rinforzi vedremo più avanti>> e chiedendo delle ambizioni di questo nuovo Atletico Catania lui risponde: << Puntiamo ad una buona posizione in classifica, non nascondo che arrivare ai Play off sia un nostro obiettivo>>. Intanto Giovedì 7 Agosto alle ore 17 ci sarà un amichevole al Falcone Borsellino di Paternò contro la formazione paternese di Peppe Pagana. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


01/08/08 - Ufficializzato l'organico del Campionato di Promozione 2008/09 (girone D).  > Stagione 2008/09


30/07/08 - Preparazione al via dal 4 Agosto. La stagione 2008/09 per l'Atletico Catania ricomincerà giorno 4 Agosto, sul campo di Tremestieri, che ospiterà la formazione etnea per tutta la preparazione atletica. Raduno quindi alle ore 18 al "Nicosia" di Tremestieri, dove i tifosi accoglieranno società e giocatori con l'entusiasmo lasciato nella gara promozione di Gravina. Manovre importanti in chiave mercato, dove si sono aggregati al gruppo il portiere Lanza (ex Atletico Catania), Luca Di Gregorio, che non ha bisogno di presentazioni, il forte centrocampista Arnaldo Santoro e un valido gruppo di juniores. Trattative in corso sono l'esterno Cirino Giuffrida, che farebbe comodo alla squadra, Capobianco dal Trecastagni. Occorrono rinforzi in fase difensiva dove la società sta cercando un valido difensore centrale da accoppiare a Leonardi. Smentito l'interessamento per Santo Giancuzzo, che non rientra nei piani societari. Riconferme sono arrivate pure dagli ex, quali Coriolano e Pecorini, che hanno firmato per un altro anno con l'Atletico Catania. Si aspettano adesso delle conferme dal comune per il campo di gioco, che anche quest'anno dovrebbe essere S. Agata.Li Battiati, ma non è da escludere che si possa giocare a Tremestieri, Mascalucia o Pedara. (dal sito www.mondoatletico.altervista.org)


02/07/08 - Pecorino: arriva la conferma. Durante l'ultima riunione in casa Atletico Catania, il neo dirigente avv. Santi Di Stefano è uscito fuori dal progetto di gestione, e quindi l'allenatore per il prossimo campionato di Promozione 2008/09, ritorna ad essere il riconfermato Gaetano Pecorino. Calcio mercato: giocatori acquistati: il mediano Di Gregorio, il centravanti Tomaselli, il centrocampista Santoro, il portiere Lanza e il mediamo Vanausek. Trattative con il centrale difensivo Alberto Grasso. Gli acquisti juniores sono: Abate, Pappalardo, Grasso e Tricomi.


30/06/08 - Piccolo terremoto in seno all' Atletico Catania. Esonerato l'allenatore della promozione Gaetano Pecorino e assunto Alfio Contarino, fresco retrocesso con la Virtus Catania, fortemente voluto dal neo dirigente avv. Santi Di Stefano. Molti saranno i volti nuovi: il portiere Rosario Lanza, Luca Di Gregorio, Santo Grasso, Peppe Russo, fratello di Orazio Russo, Seby Giuffrida, l'attaccante Orazio Sicali e poi Maurizio Ranno, Arnaldo Santoro e Gaetano Tomaselli. (dal giornale "La Sicilia")


(dal "Giornale di Sicilia")


16/06/08 - Grandi movimenti in casa del neopromosso Atletico Catania.  Il presidente Crisafi sarà affiancato da Enzo Abate, Rosario Orofino e Giuseppe Aloisio. Si punta in alto partendo dalla riconferma dell'allenatore Gaetano Pecorino e dei migliori giocatori della scorsa stagione. Intanto è stato preso il forte difensore Angelo Bellia. Si punta su Maurizio Ranno, Alessio Ventura, Arnaldo Santoro, Ottavio D'Agata, Gaetano Tomaselli, Antonio Zappalà, Alfio Ventura e sul ritorno di capitan Luca Di Gregorio. (dal giornale "La Sicilia")


(dal "Giornale di Sicilia" del 23 marzo 2008)


 

Home page