Home page

STADIO
 

 
Campo Comunale "Zia Lisa"
 

 

 

 
Stadio Cibali

Capienza  Stadio

Settore

N°posti
Tribuna A (coperta) 3.350
Tribuna B 4.620
Curva Nord 7.850
Curva Sud 5.800
Settore ospiti (curva nord) 1.800
Capienza Totale 23.420
 
Caratteristiche

 5 Palestre nelle sottotribune

16 cabine cronisti
 4 torri faro per un illuminazione media verticale di 1900 lux
Tabellone luminoso: superficie video di 52 metri quadrati (sostenuto da due pali alti 22 metri)
 Una pista di atletica leggera ad 8 corsie

 


La storia
 

Il calcio fa la sua prima comparsa a Catania nei primissimi anni del '900 grazie all'opera di divulgazione svolta dagli equipaggi delle navi inglesi di passaggio. I primi incontri si improvvisarono nel piazzale del Giardino Bellini. La prima squadra di calcio di Catania fu la Pro Patria, fondata nel 1908. La prima partita ufficiale si svolse il 30 Giugno 1909 contro la rappresentativa militare della corazzata Regina Margherita e fu un'entusiasmante 1-1.  L’ amministrazione Comunale nel mentre provvide a costruire in piazza Esposizione, attuale piazza Verga, un campo di calcio con due tribune, con una capienza di cinquemila posti. Dopo molte vicissitudini si decise di costruire un nuovo stadio il "Cibali" , che venne  inaugurato il 28 Novembre del 1937 quando l' Associazione Calcio Fascista  sconfisse nella prima partita il Foggia (1-0).

 

Gli spettatori rimasero positivamente stupiti dal nuovo stadio che poteva ospitare 20.000 persone sedute , lo stadio dapprima comprendeva solo una tribuna centrale e una tribuna frontale e la curva nord era costituita solo di un anello inferiore (come ricorda la foto sopra) . Esso fu costruito in un area totale di oltre 52.000 mq , il progetto e la direzione dei lavori fu assunta dall'architetto Raffaele Leone per conto della ditta di proprietà dell'ingegnere Antonio Ferro. Quest'ultimi riuscirono a edificare una struttura sportiva che in quei tempi faceva invidia a tutto il meridione. Infatti il campo da gioco, 110x70 m, aveva misure internazionali e vi furono adottati accorgimenti all'epoca futuristici come l'orientamento del campo in modo che il sole non colpisse mai i giocatori. Fu anche realizzata una pista per l'atletica leggera di metri 450 alla corda e altri campi come quello di pallacanestro e di tennis. Ma negli anni successivi ai quaranta non fu tenuta in considerazione l'idea di ampliare il Cibali per motivi di guerra e politica (nasce nel frattempo dalla fusione della Virtus e della Catanese il Calcio Catania 1946) . Solo nel dopo guerra nel 1950 grazie all'unico sopravvissuto tra i fondatori del Catania, Gianni Naso, allora presidente provinciale del Coni, iniziarono i lavori di completamento . Il Cibali è stato nel corso degli anni più volte ristrutturato e completato (ma mai in modo definitivo) utilizzando però sempre lo stesso stile ; nel 1982 fu dotato della Curva Sud e la tribuna A fu coperta ; nel 1987 furono compiuti i maggiori lavori di ammodernamento con la costruzione della nuova Curva Nord ; l' ultimo intervento è stato per ospitare al meglio le gare di atletica leggera delle Universiadi del 1997 , in tale occasione sono state demolite ed interamente ricostruite sia la tribuna B che parte della tribuna A , in pratica delle vecchie storiche tribune e curve non c' è più traccia .

Foto Storiche

 

 Home page